Mercoledi, 13 Dicembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse Decreto Sviluppo: Tutte le Semplificazioni Tributarie Taglia Burocrazia (Parte Seconda)

Decreto Sviluppo: Tutte le Semplificazioni Tributarie Taglia Burocrazia (Parte Seconda)


grimaldello1000.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nel precedente articolo abbiamo presentato alcune delle novità introdotte dal decreto sviluppo
novità introdotte dal decreto sviluppo per cercare di ridurre il peso della burocrazia su imprese e fisco. Oggi vogliamo concludere queste breve sintesi, con la seconda parte delle misure previste dal documento licenziato dal Consiglio dei Ministri, alcune delle quali si presentano come molto interessanti.



FAMILIARI A CARICO

Viene abolito l'obbligo, per lavoratori dipendenti e pensionati, di comunicare ogni anno al sostituto di imposta i dati relativi alle persone per le quali viene chiesta l'attribuzione delle detrazioni per carichi di famiglia. L'adempimento si renderà necessario sono le caso intervengano variazioni rispetto alla situazione precedente. Allo stesso tempo anche la detrazione per redditi da lavoro dipendente e da pensione non dovrà più essere richiesta, in quanto verrà attribuita direttamente dal sostituto d'imposta.



FATTURA UNICA FINO A 300 EURO
Sale a 300 euro l’importo per poter riepilogare in un solo documento le fatture ricevute nel mese.


MODIFICA RATEIZZAZIONE PER GLI IMPORTI MINORI
E’ abolita la richiesta per ottenere la rateizzazione delle somme dovute al Fisco in seguito al controllo delle dichiarazioni fiscali per importi inferiori a 2.000 euro (500 euro in caso di tassazione separata). La fideiussione per il pagamento rateale delle somme derivanti dal controllo delle dichiarazioni è determinata al netto della prima rata.


NESSUNA RICHIESTA DUPLICATA
Le agenzie fiscali e gli enti di previdenza non dovranno più chiedere ai contribuenti informazioni già fornite e disponibili nei sistemi informativi della Pubblica Amministrazione.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



SCADENZA UNICA PER GLI ENTI PUBBLICI
Viene fissato al giorno 16 di ogni mese il termine di scadenza entro il quale gli enti pubblici dovranno effettuare i versamenti fiscali con il modello F24 EP.


SPESOMETRO E CARTE DI CREDITO
Viene eliminato l'obbligo di comunicare telematicamente le operazioni Iva di importo non inferiore ai 3 mila euro, se il pagamento avviene tramite carta di credito, di debito o prepagate emesse da istituti bancari e finanziari già tenuti a comunicare all’Anagrafe tributaria i rapporti e le operazioni con la clientela (in quanto le operazioni sono comunque tracciate).
Per la stessa ragione, viene eliminato l’obbligo di compilare la scheda carburante se il rifornimento viene pagato tramite strumenti di pagamento elettronici.


SLITTAMENTO DELLE SCADENZE DI SABATO
I versamenti e gli altri adempimenti fiscali i cui termini scadono di sabato o comunque in un giorno festivo sono sempre prorogati al primo giorno lavorativo successivo, anche per quanto riguarda gli adempimenti previsti esclusivamente in via telematica.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed