Sabato, 25 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse L'AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA ITALIANA È LA PIÙ EFFICIENTE D'EUROPA IN TERMINI DI COSTI

L'AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA ITALIANA È LA PIÙ EFFICIENTE D'EUROPA IN TERMINI DI COSTI


contraffamadeinpareu2410.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nonostante in Italia l'evasione fiscale raggiunga livelli recordevasione
fiscale raggiunga livelli record, quantomeno in Europa, quello che manca all'amministrazione finanziaria non è certo la volontà per perseguire i trasgressori. Un'ulteriore conferma di questo arriva dalla Cgia di Mestre, secondo cui l'Amministrazione finanziaria italiana è la più efficiente d'Europa. Si tratta sicuramente di un'affermazione forte, viste le critiche che piovono a più riprese sul Fisco italiano, ma l'ultima elaborazione dell'associazione parla chiaro. Per stilare la classifica la Cgia ha analizzato nel periodo che va tra il 2005 e il 2009 le performance delle Amministrazioni fiscali dei principali Paesi Europei, secondo tre indicatori:

  • i costi amministrativi legati al funzionamento della macchina fiscale;

  • i costi legati al recupero dell’evasione fiscale;
  • i costi dell’Amministrazione finanziaria in rapporto al Pil.
Beh, strano ma vero in tutti e tre i parametri il fisco italiano risulta essere tra i migliori d'Europa.
In concreto per quanto riguarda i costi amministrativi, siamo il Paese che, nel periodo considerato, ha fatto registrare la contrazione maggiore (-31,9%). Dietro l'Italia si piazza il Portogallo con una riduzione percentuale dei costi pari a quasi un terzo della nostra (-11,8%), mentre i Paesi Bassi al terzo posto sono riuscita a ridurre la spesa solo del 2%. In cinque anni il costo complessivo della macchina finanziaria italiana è diminuito di 1,45 miliardi di euro, arrivando a costare nel 2009 circa 3,1 miliardi di euro. In rapporto ai costi del recupero dell'evasione fiscale, il nostro Paese si piazza al secondo posto assoluto. In testa troviamo i Paesi Bassi dove i costi sono scesi di 0,24 euro ogni 100 incassati, segue l'Italia con 0,16 euro e il Portogallo con 0,15 euro,
L'ultimo indicatore che rapporta i costi della Amministrazione finanziaria al Pil vede l'Italia in testa nella classifica dei Paesi con la spesa più contenuta, pari allo 0,205% del Pil. Inoltre negli ultimi cinque anni, fa sapere la Cgia, questa spesa ha subito la contrazione maggiore tra i Paesi analizzati, pari a -0,067%.
Si tratta di dati sorprendenti, ha commentato il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi che dimostrano come la nostra Pubblica amministrazione può contare su settori di eccellenza. Ricordiamo però che da una recente ricerca della stessa associazione sull'intera pubblica amministrazione italiana, è emerse che se fosse efficiente come quella tedesca, si risparmierebbero 75 miliardi di euro l'annofosse
efficiente come quella tedesca, si risparmierebbero 75 miliardi di
euro l'anno.
In ogni caso, prosegue Bortolussi, nel contrasto all'evasione fiscale il lavoro da fare rimane ancora molto, ma gli eccellenti risultati ottenuti in questi ultimi anni ci dicono che la nostra macchina fiscale può migliorare ancora.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Risultano però urgenti misure che alleggeriscano il carico fiscale e semplifichino il quadro legislativo, sia per agevolare il lavoro dei contribuenti, sia per favorire l’attività di chi deve far rispettare la legge.
In chiusura la CgiaCgia ha calcolato il peso, in termini di personale delle varia amministrazioni finanziarie dei principali stati europei. Per quanto riguarda quella italiana, al netto dei militari della Guardia di Finanza, si contano oltre 33.500 addetti, ovvero meno della metà di quelli presenti in Francia (72.800), nel Regno Unito (70.700) e quasi quattro volte in meno di quelli occupati in Germania (112.300 circa). Tuttavia, sottolinea l'associazione, una comparazione prettamente numerica è difficile da fare, perchè le competenze, le funzioni e le aree di intervento di queste strutture variano da Paese a Paese.


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
 

RISORSE:

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed