Giovedi, 19 Ottobre 2017

Back Fisco e Tasse Lotta All’Evasione Fiscale: Necessari Dati Certi e Redistribuzione Del Reddito Riscosso

Lotta All’Evasione Fiscale: Necessari Dati Certi e Redistribuzione Del Reddito Riscosso


evasione fiscale, equità, Agenzia delle Entrate

Alessandro Penati è docente alla facoltà di Scienze bancarie e finanziarie alla Cattolica di Milano. Dalle pagine di Repubblica, nei giorni scorsi, ha diffuso le sue idee per contrastare l’evasione fiscale.
L’ideale a cui mira Alessandro Penati è quello rappresentato dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna. Negli Usa l’evasione fiscale corrisponde al 15% del gettito che spetterebbe allo Stato, in Gran Bretagna all’8%. In Italia – ed è già un primo ostacolo – è impossibile calcolare percentuali precise. Questo perché a reperire i dati certi sulla situazione fiscale sono una marea di ricerche e di studi occasionali, ma nessun rapporto ufficiale e unico, che esca magari una volta all’anno e che illustri il cosiddetto tax gap: la differenza tra le entrate effettive del fisco e quelle che invece dovrebbero verificarsi.

Tra gli ingredienti suggeriti da Alessandro Penati spicca la necessità di fotografare la situazione italiana, annualmente, in modo ufficiale. I dati, a dire il vero, ci sono, ma non provengono dalle istituzioni, bensì dall’Istat. I numeri consegnano una condizione dai contorni disastrosi, un’evasione fiscale nell’ordine dei 150 miliardi di euro. Cifra equivalente a cinque manovre del governo Monti.
Nei piani di Penati trova ampio spazio l’Agenzia delle Entrate, che dovrebbe rappresentare l’arma principale nella lotta all’evasione fiscale. Ovviamente sarebbe una specie di super agenzia, con poteri maggiori di quelli di cui dispone attualmente. All’interno di essa dovrebbero confluire i poteri ‘fiscali’ che per ora sono sparsi un po’ ovunque (soprattutto tra Guardia di Finanza ed Equitalia).

La super agenzia disegnata dal professore dovrebbe rispondere direttamente a Governo e Parlamento, dovrebbe godere di un budget alto e soprattutto dovrebbe fare riferimento nella sua opera di pulizia a degli obbiettivi prestabiliti, ottenibili grazie al diverso approccio alla ricerca sottolineato sopra.
Un altro elemento che secondo Penati darebbe una grossa mano nella lotta all’evasione fiscale è la ‘riduzione’ del contenzioso. Attualmente un soggetto ha a disposizione tre gradi di giudizioso in caso di contenziosi con il fisco. Ciò rende il recupero del denaro un’operazione lunga e dispendiosa (e spesso si finisce per accordarsi per non fare cadere tutto in prescrizione). E’ necessario dunque ridurre i gradi di giudizio a uno soltanto.
Penati infine evidenzia la natura sociale della lotta all’evasione fiscale. Anche per il docente, infatti, vale il motto ‘pagare tutti per pagare meno’. “La lotta all'evasione non dovrebbe essere uno strumento per aumentare il gettito. Ma per ridistribuire il reddito a favore di chi le tasse le ha sempre pagate. Solo restituendo gli introiti dell'evasione recuperata, in forma di minori aliquote, si può dare un senso di maggior equità”.
E il blitz di Cortina o di Roma, avvenuti nei giorni scorsi? Penati li giudica operazioni riuscite dal punto di vista mediatico, poiché hanno indirizzato il dibattito pubblico nella questione evasione e, soprattutto, hanno dato la sensazione agli evasori (almeno a quelli grossi) che il tempo delle vacche grasse fosse in procinto di finire. Tuttavia, il rischio per i blitz è quello di essere una mossa demagogica e nulla più, se non si adotteranno misure serie e strutturali per stanare gli evasori e ridare fiducia a chi le tasse le paga, nonostante tutto.
 
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed