Martedi, 20 Novembre 2018

Back Fisco e Tasse Manovra Salva Italia: le Misure Sui Costi Della Politica, Pensioni e Crescita Economica

Manovra Salva Italia: le Misure Sui Costi Della Politica, Pensioni e Crescita Economica


 costi della politica, pensione, crescita economica

Dopo aver visto la prima parte delle misure contenute nel provvedimento Salva Italia, varato dal Consiglio dei Ministri e relative a le nuove tasse, le liberalizzazioni e le misure per la lotta all'evasione, completiamo questo breve viaggio nella manovra con alcuni dei provvedimenti più significativi.

UPDATE
Nell'iter parlamentare che ha portato all'approvazione della manovra ci sono state alcune modifiche, che inseriamo tra i vari punti analizzati 

COSTI DELLA POLITICA 
Rispetto alla precedente manovra dove i tagli erano stati veramente minimi, qui si è fatto qualcosa di più.
Stop ai doppi stipendi nell'esecutivo, per cui i soggetti chiamati all’ufficio della presidenza del consiglio, di ministro e sottosegretario per tutta la durata dell’incarico cessano da qualunque altro trattamento retributivo gravante sul bilancio dello stato. Inoltre Monti ha fatto sapere che rinuncerà allo stipendio di presidente del Consiglio e a quello di Ministro dell'Economia. Tutti i membri del consiglio dovranno anche sottoscrivere una dettagliata dichiarazione sul proprio stato patrimoniale.

Le giunte provinciali sono abolite e i consigli provinciali avranno un massimo di 10 componenti, rispetto ai 45 odierni. Queste cariche decadranno dal prossimo 30 novembre 2012, mentre i dipendenti delle province saranno trasferiti a Regioni e Comuni.
Viene ridotto il numero dei membri delle Aurhority, mentre vengono soppresse le agenzie per la sicurezza nazionale, l'agenzia per il terzo settore, l’agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, l’ente nazionale per il microcredito, l’autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, l’ente per il turismo. Viene ridotto da 50 a 28 il numero dei membri del Cnel. ENPALS e INPDAP saranno accorpati all’INPS, dando origine ad un super ente pensionistico. Accorpamenti sono previsti anche per i consorzi di fiumi e laghi in un unico consorzio nazionale.
Viene invece creata un Authority nei trasporti per agevolare il processo di liberalizzazione del settore.

PENSIONI
Dal primo gennaio 2012 viene introdotto il metodo contributivo per tutti, cioè calcolato in base ai contributi che i lavoratori hanno versato nella loro intera vita lavorativa, rivalutato in base a precise aliquote che tengano conto anche dell'inflazione intervenuta nel periodo.

Gli uomini potranno andare in pensione con 42 anni e un mese di contributi o all'età di 66 anni, le donne potranno invece andarci con 41 anni e un mese di contributi o a 62 anni. I lavoratori che decideranno di lavorare oltre le soglie previste, fino a 70 anni, saranno premiati con un sistema di incentivi. Le regole per le lavoratrici del settore privato raggiungono l’equiparazione ai lavoratori nel 2018. Viene abolito il sistema delle finestre che spesso costringeva i lavoratori che avevano raggiunto i requisiti ad attendere anche fino ad un anno prima di andare in pensione. Da adesso la pensione verrà invece erogata il mese successivo alla maturazione dei requisiti. Le pensioni minime e quelle fino a due volte il minimo, circa 960 euro al mese, continueranno a essere aggiustate in funzione dell’inflazione, le altre no per il 2012 e il 2013.

UPDATE
L'indicizzazione all'inflazione delle pensioni per il 2012 e il 2013 è stato alzato fino a tre volte il minimo, cioè fino a 1405 euro al mese


IRAP E ACE
Le imprese potranno dedurre dall'Ires e dall'Irpef la quota di Irap l“relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato”. L’Irap alle imprese “verrà sgravata” anche “per chi prevede” l’assunzione di donne e giovani.

UPDATE
La parte deducibile dall'Irap sale da 4600 euro a 10600 euro per ogni persona under 35 assunta a tempo indeterminato, la quota sale come detto se l'assunzione riguarderà donne e personale del sud, in tal caso lo sgravio sale da 9200 a 15200 euro.

Viene introdotta un agevolazione alle imprese che aumentano il capitale proprio definita come ACE (Aiuto alla Crescita Economica): le imposte sui redditi saranno deducibili per rendimento nozionale figurativo, con aliquota fissata ogni anno entro il 31 gennaio.

TRASPORTO PUBBLICO
Viene rifinanziato il trasferimento alle regioni per il trasporto pubblico locale, un tema di cui ci eravamo occupati recentemente e che rischiava di portare alla soppressione di molti dei treni regionali.

UPDATE
BONUS 36% E 55%

Vengono confermati per il 2012 il bonus del 36% sulle ristrutturazioni edilizie e quello del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica

 
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed