Mercoledi, 18 Ottobre 2017

Back Fisco e Tasse Manovra Salva Italia: le Nuove Tasse, le Liberalizzazioni e le Misure per la Lotta All'Evasione

Manovra Salva Italia: le Nuove Tasse, le Liberalizzazioni e le Misure per la Lotta All'Evasione


manovra, tasse, liberalizzazioni, evasione

La manovra salva Italia è stata presentata nella serata di ieri dal presidente del Consiglio Mario Monti, che ha spiegato in maniera piuttosto approfondita con l'ausilio di alcuni ministri (Grilli, Fornero, Passera, Giarda), quali misure il urgenti il decreto dispone per assicurare : “la stabilità finanziaria, la crescita e l’equità”.
Si tratta di un intervento definito come necessario per affrontare la crisi gravissima che ha investito l'Italia e che, si propone oltre che di assestare il bilancio anche di dare il via ad una fase di riforma strutturale dell'economia e ad una prima fase significativa di riduzione dei costi. L'insieme degli interventi ammonta a circa 20 miliardi di euro per il triennio 2012-2014, mentre la correzione lorda è di oltre 30 miliardi.

UPDATE
Nell'iter parlamentare che ha portato all'approvazione della manovra ci sono state alcune modifiche, che inseriamo tra i vari punti analizzati

Questo perchè sono previsti appunto interventi a favore della crescita, del sistema produttivo e del lavoro per oltre 10 miliardi.
Vediamo in sintesi la prima parte delle misure principali inserite in manovra, mentre a questo indirizzo potrete trovare la seconda parte relativa alle misure sui costi della politica, sulle pensioni e sulla crescita economica

CAPITALI SCUDATI
Viene introdotta una doppia imposta di bollo sui capitali rientrati dall'estero con lo scudo fiscale previsto dal precedente Governo. In pratica su quei capitali verrà applicata un'imposta una tantum dell'1,5%, che permetterà di ottenere fondi per l'adeguamento delle pensioni all'inflazione.

UPDATE
Niente più una tantum, Il provvedimento ora prevede un’imposta di bollo speciale annua del 4 per mille dal 2014 , in più per gli anni 2012 e 2013 l’aliquota è fissata nella misura del 10 e del 13,5 per mille


BENI DI LUSSO
Vengono introdotte una tassa sullo stazionamento e il rimessaggio delle barche superiori ai 10 metri, un tassa sul possesso di aerei, elicotteri ed ultraleggeri, e un superbollo aggiuntivo sulle auto con potenza superiore ai 170 Kw

 

MINI PATRIMONIALE SULLE ATTIVITÀ FINANZIARIE
L'imposta di bollo sui conti correnti bancari viene applicata anche al deposito titoli e ad altri strumenti finanziari come le polizze vita, i fondi immobiliari e i fondi comuni.
IVA E IRPEF
É Previsto un aumento del 2% (dal 21% al 23%) dal secondo semestre 2012 solo nel caso in cui si renda necessario, per evitare il taglio delle agevolazioni fiscali previste dal precedente governo (sarà insomma a copertura della cosiddetta clausola di salvaguardia).
Non è previsto l’aumento dell’IRPEF sulle aliquote maggiori di cui si vociferava alla vigilia, ma l'addizionale regionale dell'imposta sui redditi passa da 0,9% a 1,23%.

PRIMA CASA
L'Imu anticipa il suo debutto, previsto nel decreto del federalismo fiscale a gennaio 2012 e va a sostituire la vecchia Ici. Saranno tassati gli immobili in maniera progressiva compresa la prima casa, la quale sarà soggetta ad un aliquota dello 0,4%, con una detrazione di 200 euro, rispetto allo 0,76% dell'aliquota ordinaria per la seconda casa. L'Imposta sarà applicata sul valore catastale degli immobili che sarà ricalcolato prevedendo una rivalutazione degli estimi del 60%.

UPDATE
Oltre alla detrazione di 200 euro è prevista una detrazione aggiuntiva di 50 euro per ogni figlio convivente di età inferiore a 26 anni.


LIBERALIZZAZIONI
É stato previsto un insieme di liberalizzazioni che riguardano i farmaci di classe C nelle parafarmacie, (solo con la presenza di un farmacista), per i trasporti e per gli orari degli esercizi commerciali nelle città d'arte e nelle località turistiche. Vengono inoltre potenziate le funzioni dell'Autorità Antitrust.

UPDATE
La liberalizzazione degli orari di apertura dei negozi varrà solo nei comuni con più di 12500 abitanti, inoltre sarà l'Agenzia del Farmaco a definire una lista di farmaci che sarà possibile vendere nelle parafarmacie.
 

TRACCIABILITÀ
Nel pacchetto anti evasione viene introdotto il limite di 1000 euro per i pagamenti in contanti, contestualmente dovrebbero essere abbassate le commissioni relative ai pagamenti elettronici. Verranno introdotti incentivi e agevolazioni per i professionisti e le imprese che accettano la piena tracciabilità dei ricavi, ad esempio con un assistenza mirata e più rapida da parte dell'Agenzia delle Entrate.

UPDATE
IMPOSTA DI BOLLO.
Coloro che dispongono di meno di 5 mila euro sul conto non pagheranno più l'imposta di bollo sul conto corrente da 34,20 euro, mentre i conti correnti delle società la dovranno pagare maggiorata e pari a 100 euro all'anno 

 
468x60_spesa
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed