Mercoledi, 18 Ottobre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Green Economy Green Economy: In Italia il Mercato Cresce Più Che In Europa Per Fatturato Ed Occupazione

Green Economy: In Italia il Mercato Cresce Più Che In Europa Per Fatturato Ed Occupazione


energie rinnovabili, green economy,

Ci si lamenta spesso del fatto che l’Italia non sia all’avanguardia nelle politiche ecologiche, ma forse le cose stanno cambiando: almeno secondo quanto emerge dall’ultimo studio “Green Economy on capital markets 2011”, condotto da IR Top e presentato in anteprima nei giorni scorsi in occasione del convegno “Crescita e Industria Green” tenutosi a palazzo Mezzanotte a Milano. Dai risultati si evince infatti che il nostro Paese nell’ultimo anno ha fatto registrare una crescita degli investimenti in questo settore più alta della media europea

Lo studio della IR TopIR Top (società italiana per la consulenza in "investor relations") in analisi ha coinvolto 125 aziende europee attive nella green economy e specializzate nello studio di energie rinnovabili alternative o nei servizi di smaltimento dei rifiuti ad impatto zero. Tra queste ditte esaminate (tutte con capitalizzazione di mercato non superiore ai 600 milioni di euro) quelle italiane sono state 13 : Alerion Clean Power, Biancamano, Eems, ErgyCapital, Falck Renwables, Fintel, Greenvision Ambiente, K.R. Energy, Kerself, Kinexia, Pramac, Sadi Servizi Industriali e TerniEnergia. Quest’ultima in particolare assume un ruolo fondamentale in Italia per quanto riguarda gli investimenti nel fotovoltaico e nel waste management.

Questo gruppo di aziende nazionali ha fatto registrare nel 2010 un incremento del fatturato pari a circa il 35%, approssimativamente dieci punti percentuali in più rispetto alla media europea. L’incremento produttivo ha avuto inevitabilmente anche risvolti sul piano occupazionale: nel 2010 ,infatti, sono state più di 7000 le risorse impiegate (+ 25 % a livello di occupazione). Lo Studio ha analizzato inoltre la composizione dell'azionariato delle società italiane, scoprendo che il numero totale di investitori istituzionali ammonta a 74, di cui il 72% stranieri. Il valore totale degli investimenti nella Green Economy in Italia ammonta a 111 milioni di euro (il 15% della capitalizzazione complessiva nazionale), mentre il valore dell'investimento medio si attesta a 0,8 milioni di euro per un numero complessivo di 138 partecipazioni. 
Non mancano comunque investitori italiani: i più proficui sono Eurizon, Symphonia e Gestnord. Il quadro lascia ben sperare per una internazionalizzazione dell’industria Green, soprattutto verso l’Europa dell’Est o nei Paesi emergenti. In particolare nel fotovoltaico dovrebbero esserci nuovi sviluppi a partire dal 2012, sebbene, per quanto riguarda l'Italia assisteremo ad un calo delle tariffe che renderà meno convenienti gli investimenti nel fotovoltaico.
Valore Conto 468 x 60
RISORSE:

 

Attivati subito

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed