BlogRisparmio.it

Giovedi, 18 Ottobre 2018

Back ECONOMIA

Il Salvadanaio

Italiani Al Lavoro Anche in Vacanza

Lavoro, vacanze, spiaggiaIl lavoro in Italia è un grosso problema, con il tasso di disoccupazione che sta raggiungendo nuovi massimi e la disoccupazione giovanile alle stelle. Ma se il lavoro per molti manca, per altri è addirittura troppo, tanto che anche durante le vacanze saranno molti gli italiani che non riusciranno a “staccare” in maniera efficace. A rivelarlo è l'ultima indagine di Regus, secondo cui ben il 78% degli italiani non riuscirà a staccarsi dal lavoro durante le vacanze estive. Sembra paradossale questa situazione, ma secondo i dati riportati quasi la metà dei lavoratori italiani rappresentativi del campione ha dichiarato che durante le vacanze lavorerà tre ore al giorno, anziché godersi il meritato riposo. Vi è poi un 16% che lavorerà addirittura più di tre ore al giorno durante le vacanze.

Add a comment

Il Riciclaggio e l'Usura Nell'Italia Della Crisi

riciclaggio, usura, criminalitàLo scorso anno le segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio eseguite dagli intermediari finanziari sono state 48.344, in crescita del 303,3% rispetto al dato di 5 anni fa. Otto segnalazioni su dieci sono state eseguite dalle banche. A segnalare la situazione è stata la Cgia di Mestre secondo cui con la crisi economica in atto si corre il pericolo che le organizzazioni criminali riciclino i proventi delle attività illegali nei settori economici maggiormente colpiti dalla recessione.
Una situazione di vulnerabilità che soprattutto in alcuni settori è acuita dalla forte contrazione nell'erogazione del credito messa in atto dalle banche.
A livello territoriale la regione più a rischio è la Lombardia dove solo nello scorso anno si sono avute 8.778 segnalazioni di operazioni sospette (+55,1% sul 2009). Seguono Lazio con 6.350 (+108,5%) e Campania con 6.128 (+240,3%).

Add a comment

Lotta All'Evasione Fiscale: Ecco le Linee Guida

Evasione Fiscale, Agenzia delle EntrateLa lotta all'evasione fiscale è uno di quei campi sempreverdi sui cui i Governi cercano di puntare per recuperare fondi. Il governo Monti a differenza che in passato ha sciolto i legacci di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza per rendere più attiva questa lotta contro il sommerso che, solo per quanto riguarda l'evasione ammonta a 290 miliardi di euro. In proposito l'Agenzia delle EntrateAgenzia delle Entrate ha fornito le linee guida e le direttrici del piano per la lotta all'evasione fiscale, che comprendono un controllo maggiore sulle grandi imprese, indagini più approfondite su medie imprese, lavoratori autonomi e micro aziende.
L'Obiettivo dell'Agenzia è quello di proseguire sulla strada dei controlli, puntando verso le situazioni dove il rischio di evasione è maggiore al fine di non disperdere le risorse disponibili su violazioni di natura meramente formale.

Add a comment

Il Ruolo Delle Donne Nell'Economia Italiana: Pesano le Difficoltà Sul Lavoro

Donne, lavoro, economia, famigliaNella relazione annuale della Banca D'Italia, l'istituto di Via Nazionale ha dedicato un capitolo al ruolo delle donne nell'economia italiana, sottolineando che nonostante i progressi fatti negli ultimi decenni, l'Italia rimane uno dei Paesi più arretrati nella graduatoria dell'Indice Global Gender Gap. Siamo infatti al 74° posto su 145 Paesi e al 21° posto tra quelli dell'Unione Europea. I ritardi riguardano soprattutto l'accesso al mercato del lavoro, le opportunità economiche, il livello di retribuzioni, la carriera e l'iniziativa imprenditoriale.
Le cause che rendono difficile il ruolo della donna nel mondo del lavoro e nella società sono molteplici, a partire dalla mancanza di servizi di conciliazione tra lavoro e famiglia, soprattutto nei primi anni di vita dei figli, passando ai carichi domestici e all'attività di cura che all'interno della vita familiare pesano soprattutto sulle donne.

Add a comment

L'Università Ha Perso il Suo Ruolo di Ascensore Sociale

Università, iscrizioni, lavoroL’ università ha perso il suo ruolo di ascensore sociale. E’ questa la percezione che, più di ogni altra, si sta diffondendo tra i giovani. Sono sempre meno i neo-diplomati che si iscrivono ad un corso universitario e, cosa ancora peggiore, sono sempre di più gli studenti che abbandonano gli studi alle prime difficoltà.
Perché l’ università è sempre più bistrattata? Quali sono le origini del suo declino? Il problema principale è che l’ università ha perso la sua forza attrattiva. Non è più considerata come una porta verso il mondo del lavoro. La laurea, si pensa, non incide più di tanto nella ricerca di una professione. Insomma, è solo uno strumento per produrre disoccupati, per giunta frustrati: vedere ricompensati con nulla anni e anni di sacrifici sui libri è un’esperienza devastante.  

Add a comment

Calcio: Cresce il Fatturato e il Rapporto tra Ricavi e Costi

calcio, fatturato, ricavi, Nonostante la crisi (e gli scandali) il fatturato del calcio europeo continua a crescere e nell'ultimo anno ha fatto segnare un +4%, raggiungendo i 16,9 miliardi di euro. A sostenerlo è l'ultima edizione dell'Annual Foorball Finance 2012 di Deloitte riferita all'ultima stagione. Le cinque principali leghe calcistiche europee: Premier League, Bundesliga, Liga, Serie A e Ligue1 hanno fatto registrare una crescita dei ricavi del 2%, per un totale di 8,6 miliardi di euro.
La Premier League continua ad essere la regina degli incassi, con ricavi pari a 2,5 miliardi di euro, seguono la Bundesliga con 1,75 miliardi, la Liga con 1,72 miliardi, la Serie A con 1,55 miliardi e la Ligue1 con 1,04 miliardi. Quest'ultima è l'unica tra le cinque serie europee che ha visto diminuire i propri ricavi (-3%).

Add a comment

Quanto Dichiarano i Contribuenti Soggetti Agli Studi di Settore

redditi, contribuenti, fisco, studi di settoreC'è un'Italia in crisi a causa della contrazione dei redditi e del mercato del lavoro e un'Italia in crisi nera, da parecchio tempo, ovvero quella dei professionisti e dei lavoratori autonomi, quantomeno stando ai redditi dichiarati. Il dipartimento delle finanze ha, infatti, pubblicato i dati relativi alle dichiarazioni fiscali 2011 (anno d'imposta 2010) dei contribuenti soggetti agli studi di settore. Si tratta di quasi 3,5 milioni di contribuenti, i cui redditi sono cresciuti dell'1% rispetto al dato 2009.
L'aumento maggiore dei compensi/ricavi dichiarati si è avuto nel manifatturiero (+1,9%), seguono le attività professionali (+1,7%) e i servizi (+1%), mentre i dati del commercio sono rimasti stabili.
Sul fronte del reddito abbiamo un valore di 27.300 euro per le persone fisiche (+3,9%), 37.500 euro per le società di persone (+4,3%) e 31.600 per le società di capitali ed enti (+19,7%).

Add a comment

Terremoto: Ecco le Regole Basilari da Seguire

terremoto, comportamentoIl terremoto, tra gli eventi naturali, è quello che più getta nel panico l’essere umano e infonde nel suo animo un tremendo senso di impotenza. Prevedere un terremoto non è possibile, ma è possibile difendersi adottando i giusti atteggiamenti.
In occasione dei tristissimi fatti dell’Emilia Romagna (scossa di magnitudo 5.8, paesi interi del modenese distrutti, morti e dispersi), sono stati pubblicati guide sul comportamento da tenere in caso di terremoto. Una delle più autorevoli è quella pubblicata dal sito di Repubblica.
Cosa fare in caso di terremoto? La direttiva principale è quello di non cedere al panico. Proverete una paura intensissima, probabilmente la più intensa della vostra vita, ma non permette che intacchi la vostra lucidità. Non cercate di prendere con sé gli oggetti, occupatevi delle persone.

Add a comment

Professionisti: le Difficoltà Dei Giovani e la Fuga All'Estero

Professionisti, avvocati, tirocinioNegli ultimi quindici anni sono oltre 10 mila i professionisti italiani che hanno preso la via dell'estero per trovare uno sbocco professionale. La maggior parte ha trovato nella Gran Bretagna una seconda patria con 4130 domande di trasferimento, segue la Svizzera con 1515 e la Germania con 1140. A fare i calcoli è stato il Cnel in collaborazione con il Centro Studi del Forum Nazionale dei Giovani nella ricerca “Dall’Italia all’Europa, dall’Europa all’Italia. (Giovani) Professionisti in Movimento”. L'elemento chiave che emerge dall'indagine è che dall'Italia escono professionisti con un background formativo elevato, mentre entrano professionisti a medio-basso valore aggiunto. Infatti, il saldo è pressoché nullo tuttavia mentre da noi escono medici (2.640), insegnanti delle scuole superiori (1.327), avvocati (596) e architetti (214) ad entrare sono soprattutto infermieri (6.513). Per quanto riguarda le nazionalità la maggior parte dei professionisti che entrano in Italia, provengono dalla Romania (5.125), segue la Spagna (1.306) e la Germania (1.030).

Add a comment

I Ritardi Dei Pagamenti Della Pubblica Amministrazione e i Costi per la Collettività

Ritardo Pagamenti, Pubblica amministrazione, imprese, fallimentiIl ritardo dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione sta creando non pochi problemi alle imprese, costrette spesso dalla crisi di liquidità e dalla stretta del credito a dichiarare fallimento. Il Governo è recentemente intervenuto con quattro decreti che dovrebbero alleggerire un po' l'a pressione, tramite meccanismi di compensazione dei crediti e aiuti più concreti da parte del sistema bancario. La notizia più importante riguarda però la decisione di recepire entro la fine dell'anno la Direttiva europea sui ritardi dei pagamenti, che fissa un limite di 60 per i Pagamenti dei debiti da parte della Pubblica Amministrazione, trascorsi i quali scatta un interesse di mora dell'8%. Una notizia importante, che fa ben sperare le imprese, visto che attualmente la Pubblica Amministrazione ha un ritardo medio dei pagamenti di 90 giorni, record assoluto tra i grandi Paesi d'Europa ad un abisso di distanza da Francia (21 giorni), Regno Unito (18 giorni), Germania (11 giorni) e dalla media UE (31 giorni).

Add a comment

Auto a Gas: Italia prima in Europa

Auto, gas naturale, carburantiIn attesa che le auto elettriche prendano piede, anche grazie agli incentivi appena decisi dal Governo, continua in Italia l'avanzata di auto mosse da combustibili alternativi a benzina e gasolio.
Tra questi un significativo passo in avanti è stato fatto dai veicoli a gas naturale, che hanno superato nel nostro Paese le 779 mila unità, con una crescita di oltre il 3% rispetto ai dati di fine 2010 (circa 775 mila unità).
Una situazione che non stupisce visto che l'Italia è il Paese che nell'ultimo anno ha visto crescere maggiormente i costi dei carburanti (+18% per la benzina).
Ma non è solo l'Italia a subire il fascino dei veicoli a gas naturale, infatti si prevede che entro il 2030 si supereranno nel mondo i 70 milioni di auto a gas, vale a dire quasi cinque volte il numero attualmente in circolazione (15 milioni).

Add a comment

In Italia il 15,9% Dei Minori Vive in Condizione di Povertà Relativa

povertà infantile, minori, deprivazione materialeNell'Europa della crisi, tra le categorie di persone che stanno soffrendo in maniera più accentuata ci sono i bambini e i minori. A sottolinearlo è l'Unicef nel rapporto “Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescentiMisurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti” che indaga appunto la portata della povertà e della deprivazione materiale infantile nelle economie europee e nel mondo.
Nell'Unione Europea (più Norvegia ed Islanda) sono circa 13 milioni i bambini e gli adolescenti che non hanno accesso agli elementi base per lo sviluppo, poco meno della metà dei 30 milioni di minorenni dei Paesi Ocse che vivono in condizione di povertà.
Tra le economie avanzate, l'Italia mostra livelli di povertà infantile decisamente elevati, tanto che siamo al 29° posto tra i 35° Paesi Ocse nella classifica della povertà relativa tra bambini e adolescenti. Nel nostro Paese, infatti, ben il 15,9% dei minori vive in condizione di povertà relativa.

Add a comment

Più Della Metà Dei Pensionati Ha un Reddito Inferiore ai Mille Euro

Pensionati, Inps, PensioniIl 52,1% dei pensionati Inps, vale a dire 7,2 milioni di persone, ha un reddito pensionistico inferiore ai mille euro, mentre il 17,2% del totale (2,39 milioni di pensionati) sta sotto i 500 euro al mese. Sono questi alcuni dei numeri che emergono dalla relazione annuale dell'Inps. Il reddito pensionistico medio è di 1.131 euro, in aumento del 4,33% rispetto al 2010 (1.084 euro), rispettivamente pari a 930 euro mensili per le donne e di 1.366 euro per gli uomini. Le donne, infatti, pur essendo la maggioranza dei pensionati (il 59%), percepiscono il 44% del reddito pensionistico complessivo. Se si passa dal reddito pensionistico alle pensioni, il 77% degli assegni è sotto i mille euro mensili. Di questi il 49,1% è inferiore ai 500 euro, mentre il 27,9% è compreso tra i 500 e i 1000 euro.  

Add a comment

Le Attività di Tutela Degli Animali Messe in Atto Dai Comuni

cane, gatto, animali, comuniIn Italia almeno una famiglia su quattro possiede un cane o un gatto, per questo motivo sono importanti le attività di tutela dei Comuni per gli animali domestici e quelle per non lasciare animali abbandonati che soffrono e possono divenire causa di problemi sanitari e di sicurezza. A monitorare la situazione italiana ci ha pensato Legambiente con la prima edizione di “Ecosistema Animali”, un'indagine sui servizi e le attività di tutela degli animali messe in atto dai comuni capoluogo di provincia. Operativamente è stato inviato un questionario a 109 comuni capoluogo con 40 domande, a cui hanno risposto 89 municipi.
Il risultato, secondo il responsabile nazionale Fauna Legambiente, Antonino Morabito, è un quadro interessante in cui le competenze non mancano, anche se la strada da compiere è ancora lunga. Esiste, infatti, una situazione molto variabile con Comuni che offrono ai cittadini servizi di qualità e altri che invece sono ancora indietro da questo punto di vista.

Add a comment

Smarrimento Bagaglio: Cosa Sapere e Come Tutelarsi

smarrimento bagagli, viaggi, aeroporti Lo smarrimento del bagaglio, soprattutto se avviene al termine del volo di andata di un viaggio, può essere un imprevisto davvero fastidioso. Eppure, complici la disorganizzazione di aeroporti e compagnie aree da un lato e dell’eccessivo numero di valigie imbarcate dall’altro, non si tratta di un’ipotesi tanto remota.
Se il nastro dei bagagli non vi consegna il vostro bagaglio la prima cosa da fare è visionare gli altri tapiroulant: la valigia infatti potrebbe essere finita per errore insieme a quelle dei passeggeri di un altro volo. Se, dopo esservi guardati intorno, non avete traccia della vostra valigia rivolgetevi all’Ufficio Oggetti Smarriti ( Lost & Found ) dell’aeroporto per segnalare l’accaduto. Vi verrà richiesto di compilare un modulo di reclamo chiamato P.I.R., cioè Property Irregularity Report nel quale dovrete specificare le caratteristiche distintive del bagaglio e un indirizzo di riconsegna (che può anche essere l’aeroporto stesso).

Add a comment

Gli Aumenti Delle Bollette Degli Ultimi 10 Anni Dipendono Dal Petrolio

bollette elettriche, petrolioQualche settimana fa Legambiente ha calcolato il peso effettivo degli incentivi alle rinnovabili sulla bolletta elettrica, sottolineando che questo è nell'ordine del 10% del costo totale. L'associazione Ambientalista è tornata sull'argomento con il dossier : “la verità sulle bollette elettriche” in cui si analizzano i responsabili degli aumenti energetici degli ultimi dieci anni.
Il punto di partenza pacifico è l'aumento del prezzo delle bollette elettriche che è passato da una media di 338,43 euro nel 2002 a 515,31 euro del 2012, con una crescita di 176,88 euro (+52,5%).
La motivazione di questo aumento va ricercata, secondo Legambiente, nella dipendenza nella produzione di energia da fonti fossili che importiamo dall'estero e che ci rende un Paese in balia degli eventi che influenzano il prezzo del greggio.
La voce relativa ai servizi di importazione delle fonti fossili (“energia e approvvigionamento”) è passata nel decennio da 106,06 euro a 293,96 euro, per una crescita del 177,2% (+189,36 euro).

Add a comment

Buoni lavoro: Ecco le Nuove Regole

buoni lavoro, voucher, regolarizzazione lavoroI Buoni Lavoro o Voucher si sono dimostrati una buona soluzione per regolarizzare i lavori stagionali e le prestazioni accessorie. Si tratta in pratica di strumenti di pagamento che contengono per il 75% la paga del lavoratore e per il 25% una quota di copertura dei contributi INPS e Inail.
Nel tempo i voucher hanno permesso di ottenere buoni risultati sul fronte della regolarizzazione del lavoro nero ma hanno dato luogo anche ad abuso, per il fatto che fossero uno strumento poco regolamentato. Adesso si cambia, o almeno si dovrebbe cambiare dopo un braccio di ferro tra Ministri del governo nell'ambito della riforma del lavoro che poteva portare alla scomparsa dei voucher così come li conosciamo. L'idea è quella di portare più regolamentazione nel sistema, sperando che ciò non comporti un ritorno selvaggio al lavoro nero. Vediamo quale dovrebbe essere l'evoluzione dello strumento.

Add a comment

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed