Sabato, 25 Novembre 2017

Back TECNOLOGIA Categorie Innovazione Cloud Computing: le PMI Sono Ancora Dietro

Cloud Computing: le PMI Sono Ancora Dietro


Cloud Computing, PMI, Ict

Il Cloud Computing è ancora poco sfruttato nel nostro paese. Le PMI (piccole medie imprese), in particolare, non hanno maturato competenze e voglia necessarie per adoperare questo importante strumento. Tutto ciò è emerso nel corso di un convegno tenutosi a fine maggio all’Università Bocconi di Milano, dal nome “Cloud Computing e Diritto: questioni attuali e sfide future”. Proprio al convegno sono stati presentati alcuni dati poco rassicuranti. Il 69% delle aziende utilizza il Saas (Software as a service), il 49% utilizza invece lo Iaas (Infrastructure as a service), il 24% utilizza il Paas (Platform as a service). Tutte e tre e le sigle indicano servizi Cloud ma solo la terza è quella veramente evoluta.
Qual è l’ostacolo più grande all’implementazione del Cloud Computing? Secondo le interpretazioni emerse al convegno gli ostacoli sono più di uno. Innanzitutto, una percezione culturale non favorevole.

Sia chiaro, intorno al Cloud Computing si addensa con sempre maggiore abbondanza un clima di interesse che forse, tuttavia, è indirizzato nella direzione sbagliata. Sono meno della metà, infatti (46%), le aziende che pensano che questo importante strumento informatico garantisca un ritorno di costo. Insomma, generalmente il Cloud Computing è visto come un lusso e non come una opportunità che, tra le altre cose, permette di razionalizzare i costi.

Questa evidenza si traduce in una trascuratezza generale anche a livello di organigramma: molte aziende, soprattutto le più piccole (le PMI appunto) nemmeno hanno, nei propri ranghi, una funzione Ict ufficiale.
I problemi, però, sono anche di tipo strutturale. Le PMI, infatti, soffrono di scarso potere contrattuale quando devono andare a interagire con i Csp, che altri non sono che Cloud Service Provider. Sarebbe auspicabile che le aziende piccole si rivolgessero a fornitori piccoli, che però non sono molto diffusi in Italia.
I problemi non finiscono qui, e infatti a ergersi a muro tra PMI e Cloud Computing è persino l’ordinamento legislativo. In particolare, leggi e regolamenti italiani, in merito alle nuove tecnologie, risultano datati e dunque poco adatti a favorire lo sviluppo ‘digitale’ delle aziende. La legislazione non è solamente obsoleta, è anche carente. Tutto ciò impedisce alle PMI di approcciarsi al Cloud Computing con atteggiamento sicuro e sereno. Insomma, c’è anche un fattore ‘pericolosità’, che è sia reale che percepito.
Ecco cosa ha dichiarato Giuseppe Rizzo, Partner Graziadei Studio Legale (uno dei relatori del convegno): “Nella Common Law c'è comunque forte attenzione ad evitare sbilanciamenti eccessivi nelle prestazioni contrattuali fra l'impresa soggetto debole e l'impresa in posizione di dominanza relativa. In Italia e, in generale, in Europa, non esiste una tale garanzia”.
 
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed