Giovedi, 23 Novembre 2017

Back TECNOLOGIA Categorie Innovazione

Innovazione

Agenda Digitale: Investimenti in Deroga al Fiscal Compact

banda larga, Agenda digitale, economia digitaleL'Agenda Digitale è per il governo una priorità, per far crescere il Paese a partire dallo sviluppo dell'economia digitale e della banda larga, ma sull'Italia pesa la spada di Damocle del Fiscal Compact, il piano che l'Unione Europea ha delineato su spinta tedesca per contenere il debito pubblico dei Paesi Membri.
Per questa ragione il Governo vorrebbe chiedere alla Commissione Europea sostanzialmente di poter sforare dal piano di austerity per effettuare investimenti mirati e dal sicuro ritorno in termini di Pil. La richiesta di deroga, che prende il nome di “Golden Rule”, è in pratica una concessione che l'Europa ci farebbe per poter effettuare alcuni investimenti a debito e con precisi termini temporali, per riuscire a stimolare la crescita economica. Il nostro Paese, infatti, si trova in recessione e non può effettuare investimenti per riuscire a centrare il pareggio di bilancio nel 2013, rimanendo di fatto bloccato e senza spazi di manovra. 

Add a comment

Information Technology in Italia: il Punto Della Situazione

information Technology, Agenda digitaleMaurizio Cuzari, amministratore delegato di Sirmi, azienda che opera nel settore IT (Information Technology), ha rilasciato una lunga intervista a ChannelCityChannelCity nel quale ha fatto il punto sulle “tecnologie dell’informazione e della comunicazione”.
Il Ceo ha dapprima rammentato una sua vecchia ‘profezia’, pronunciata qualche anno fa, secondo la quale l’Italia sarebbe passata entro pochi anni da un cinquantennio di Information Technology ‘artigianale’ a un cinquantennio di Information Technology ‘industriale’. La prima era IT, secondo Cuzari, si è caratterizzata dalla necessità per gli addetti ai lavori di creare strumenti ad hoc per le aziende, vista l’assenza di modelli di riferimento uguali per tutti. La seconda, di contro, si sarebbe dovuta concretizzare attraverso una omogeneità degli strumenti e una loro ‘messa in serie’. Ebbene, l’Italia, rileva oggi Cuzari, sembra approdata direttamente alla terza era, quella dei ‘servizi’.

Add a comment

Cloud Computing: i CIO Non lo Reputano Cruciale per la Carriera

cloud computing, manager, CIO, carrieraUno studio della CA Technologies ha indagato sul rapporto tra Cio (Chief Information Officer) e il Cloud Computing. La domanda a cui la ricerca ha cercato di dare risposta è la seguente. Il Cloud è considerato dai Cio come uno strumento di avanzamento della carriera?
Lo studio è stato condotto intervistando 685 Cio appartenenti ad aziende con almeno 500 dipendenti. Esso rivela l’esistenza di una spaccatura tra i Cio italiani e quelli del resto del mondo. A livello mondiale, infatti, il 39% dei dirigenti ICT ha affermato che vede nel cloud un’opportunità per l’avanzamento di carriera. A livello italiano, invece, la percentuale scende al 27%.
Il problema, in ogni caso, è più ampio. I Cio, a prescindere dal cloud, vedono il loro ruolo come un punto d’arrivo e non come un punto di partenza per assurgere al ruolo di Ceo (Chief Executive Officer)

.

Add a comment

Banda Larga: il Ritardo Nello Sviluppo Ci Costa l'1,5% Del PIL

banda larga, telecomunicazioni, mobileÉ un'Italia a due facce quella descritta dall'Agcom per quanto riguarda le telecomunicazioni. Il nostro Paese, infatti ha mostrato dei miglioramenti soprattutto per quanto riguarda le telecomunicazioni mobili, ma accusa ritardi sul fronte della banda larga e dell'economia digitale. I dati sono stati presentati dal Presidente Corrado Calabrò nel bilancio sui suoi 7 annibilancio sui suoi 7 anni alla guida dell'Agcom.
In Italia, secondo quanto si legge nella relazione, il settore delle telecomunicazioni è cresciuto ad un tasso superiore al 6% annuo dal 2000 al 2006, riuscendo a tenere anche nel triennio seguente con l'insorgere della crisi economica. Inoltre le telecomunicazioni rimangono l'unico servizio con una dinamica anti-inflattiva. Infatti negli ultimi 15 anni la diminuzione dei prezzi finali del settore è stata di oltre il 33% contro un aumento dell'indice generale dei prezzi del 31%, per una forbice di oltre 60 punti.

Add a comment

Social Media e Politica: i Tweet Della Classe Dirigente

social media, twitter, tweetminsterI social media al servizio dell’opinione pubblica. E’ questo il succo dell’iniziativa che ha intrapreso, Alberto Nardelli, che qualche anno fa ha dato il via alla start up  digitale Tweetminster.
Tweetminster è un sito che raccoglie ed elabora i tweet di tutte quelle persone che, iscritte e attive nel più famoso social media di microblogging  Twitter, contribuiscono a formare l’opinione pubblica. Dunque: politici, amministratori, giornalisti e opinion leader in generale. Un occhio di riguardo è dedicato, ovviamente, alle prime due categorie.
L’enorme mole di dati – o meglio di post – che Tweetminster deve prendere in considerazione è ordinata secondo criteri non solo di quantità ma anche, e soprattutto, di qualità. In parole povere, ad ogni ‘item’ (coincidente con un tweet) è assegnato un punteggio in base al peso, rispetto all’opinione pubblica, di chi l’ha postato.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed