Sabato, 25 Novembre 2017

Back TECNOLOGIA Categorie Innovazione I Paesi Europei con il Maggior Numero di Persone Che Lavorano in Aziende Tecnologiche

I Paesi Europei con il Maggior Numero di Persone Che Lavorano in Aziende Tecnologiche


tecnologia, imprese, innovazione

In Italia l'Economia digitale è in crescita e secondo uno studio dell’agenzia McKinsey entro tre anni arriverà a pesare il 4% del PIL, pari cioè al doppio del valore attuale. Tuttavia nonostante le potenzialità del nostro Paese, il Gap con gli altri Paese europei si fa sentire, soprattutto per quanto riguarda il settore high tech. Questo ovviamente dipende da diversi fattori economici e sociali e strutturali del nostro settore produttivo, ma se il gap con certi Paesi è comprensibile, come ad esempio Regno Unito, Germania, Scandinavia ed Irlanda, lo è meno con altri Paesi dell'Est Europeo che pure stanno compiendo passi da gigante nel settore della tecnologia e dell'Innovazione

Allo stesso tempo economie che sulla carta dovrebbero essere molto più deboli della nostra (prescindendo dal momento attuale) sono molto più avanti di noi per quanto riguarda innovazione e tecnologia.
Secondo quanto riporta l'Eurostat, il nostro Paese non compare nemmeno tra le prime 20 nazioni Europee per numero di addetti impiegati nel settore tecnologico, e questo è un dato su cui si dovrebbe riflettere.
Vediamo allora quali sono le prime 5 nazioni più tecnologiche d'Europa, per numero di addetti impiegati.
Al primo posto troviamo l'Irlanda che grazie ad una politica fiscale di favore verso le imprese, avviata tempo fa, ha attirato tantissimi colossi dell'High tech che proprio, nel Paese di San Patrizio hanno impiantato i propri distaccamenti Europei (un esempio su tutti Google). In Irlanda il 7,2% dei cittadini lavora nei settori ad alta tecnologia, soprattutto nella zona del Sud e dell'Est.

Dietro l'Irlanda troviamo Malta, altro stato che grazie ad una politica fiscale e ad una burocrazia semplice ha attirato molte aziende attive nella tecnologia. Il risultato è che ben il 6,7% della popolazione lavora in aziende high tech. Chiude il podio la Danimarca, che come gli altri paesi Scandinavi ha una forte tradizione nell'innovazione e nella tecnologia, tanto che il 6,1% della popolazione lavora in aziende high tech, ma in alcune regioni questa percentuale sale fino al 10% (es Hovedstaden). Al quarto posto segue la vicina Finlandia con il 6% di addetti attivi nel settore high tech, mentre chiude la top five la Svizzera con il 5,8% di persone che lavorano in aziende tecnologiche. La Svizzera è un altro di quei Paesi che investe moltissimo in innovazione e tecnologia e che può godere anche di un regime fiscale di favore per le imprese.
Passando ora alle 5 “peggiori” nazioni tecnologiche, tra le 20 considerate dall'Eurostat per numero di utenti occupati nell'High tech, troviamo in testa la Spagna con il 3,9% di persone che lavorano in aziende tecnologiche. Percentuale che arriva però a sfiorare il 10% (9,5%) nella regione di Madrid. Davanti alla Spagna troviamo il piccolo Lussemburgo, uno dei paradisi fiscali d'Europa dove il 4% delle persone lavora nelle aziende high tech e l'Estonia con il 4,1% degli addetti che lavorano nell'ambito della tecnologia. Proseguendo nela classifica dei "peggiori" troviamo la Norvegia con il 4,2% di persone che lavorano in aziende tecnologiche (il 7,3% nella regione di Oslo) e l'Austria con il 4,3% di addetti High tech.
 
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

 

 

 CREDIT
italianjob17italianjob17 by flickr

  


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed