Mercoledi, 24 Luglio 2019

Back Lavoro Infermiere: una Professione Apprezzata con Ottimi Sbocchi Lavorativi

Infermiere: una Professione Apprezzata con Ottimi Sbocchi Lavorativi


Infermieri, sanità

Il Censis dopo aver evidenziato che la spesa privata per la sanità è aumentata di oltre il 10% dall'inizio della crisi, senza un contestuale aumento della qualità, che anzi in molti casi è diminuita, si è concentrato sulla figura dell'Infermiere. In questo contesto di difficoltà economica e di efficienza non ottimale del Sistema Sanitario Nazionale, soprattutto in alcune aree, la professione dell'infermiere sembra godere di un ottimo Appeal nella società. Infatti, secondo i dati dell'ultima ricerca promossa dall’Ipasvi (Federazione Nazionale Collegi Infermieri), l'84,2% degli italiani incoraggerebbe un amico, un figlio o un parente che volesse iscriversi al corso di laurea in Scienze Infermieristiche, considerandola una buona scelta. Più di tre quarti del campione ritiene che la professione abbia un alto valore sociale, perchè dà aiuto agli altri, mentre poco meno di un italiano su due (il 47%) sostiene che il corso di laurea in scienze infermieristiche consenta di trovare facilmente lavoro. 

Anche gli studenti guardano con favore questa strada formativa, soprattutto quelli provenienti dai licei e i maturati con un voto alto.
Sul fronte lavorativo, il Censis sottolinea che ben 9 laureati in scienze infermieristiche su 10 trovano lavoro entro un anno dalla laurea e la situazione in futuro potrebbe addirittura migliorare dal punto di vista occupazionale. Infatti entro il 2020 si stima la necessità di ulteriori 266 mila unità di infermieri, rispetto agli attuali 391 mila (il 68% in più rispetto alla quota attuale). Una stima che incontra anche il consenso sociale, visto che il 68,5% dei cittadini ritiene che attualmente nel nostro Paesi sia necessario aumentare il numero di infermieri.

Se c'è una cosa su cui gli italiani sono critici è il numero chiuso per l'accesso alla facoltà di Scienze infermieristiche. Il 61,3%, infatti, lo considera un errore, in primo luogo perchè c'è bisogno di avere più infermieri in futuro e i test di accesso rischiano di limitare fortemente questa possibilità. Il 29,7% del campione ritiene che la selezione dovrebbe essere fatta non a priori ma eventualmente sulla capacità degli studenti di andare avanti nel percorso di studi. Tra chi invece è d'accordo sul numero chiuso, il 29,3% ritiene che si tratti di un buon metodo per selezionare gli studenti e il 9,4% lo valuta positivamente, anche se preferirebbe che venissero aumentati i posti disponibili. Quello che rileva il Censis è che la presenza del numero chiuso rende inevitabile il ricorso a infermieri stranieri, che infatti nel periodo 2007-2010 sono cresciuti di 8 mila unità (+25%).
L'infermiere piace agli italiani per la professionalità e la capacità di relazionarsi, infatti più di 3 italiani su quattro, tra quelli che hanno avuto rapporti con gli infermieri (diretti o indiretti) valutano come ottima o buona l'attività svolta. Sono state apprezzate soprattutto le capacità tecnico professionali, la capacità di relazionarsi con i pazienti e i famigliari, la cortesia e la gentilezza.
Infine, la ricercaricerca sottolinea che il 90% degli italiani ritiene che nel prossimo futuro la professione dell'infermiere avrà un ruolo rilevante all'interno dell'ambito sanitario. Già oggi quasi un italiano su due è d'accorso con la possibilità che i casi meno gravi in Pronto Soccorso, i cosiddetti “codici bianci” possano venir trattati dagli infermieri, nel rispetto delle linee guida indicate dai medici, in modo da smaltire le file di attesa, ma senza abbassare la qualità del servizio.
 
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue

 RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed