Sabato, 24 Giugno 2017

Back Lavoro Almeno 150 Mila Negozi Rischiano la Chiusura Entro l'Anno

Almeno 150 Mila Negozi Rischiano la Chiusura Entro l'Anno


Negozio chiuso crisi, attività commerciali, artigiani

Almeno 150 mila piccole attività commerciali e artigianali rischiano la chiusura entro l'anno. É questa la previsione della Cgia di Mestre, secondo cui il perdurare della crisi e il probabile aumento dei canoni di locazione a causa del IMU, metteranno in ginocchio le piccole attività.
Sul fronte dei canoni di affitto mensili dei piccoli negozi commerciali e dei laboratori artigianali, l'associazione ha calcolato che nell'ultimo decennio (2001-2011) a Bari gli aumenti sono stati dell'89,1%, a Genova del 70,1% a Palermo del 68%, a Torino del 57,4% e a Roma del 53,4%. Non è andata meglio nelle periferie delle città, infatti, nello stesso periodo si sono registrati aumenti dei canoni dell'82,6% a Bari, del 57,8% a Torino, del 48,4% a Roma, del 48,1% a Genova e del 46,7% a Cagliari. Per fare un raffronto con l'andamento generale dell'indice dei prezzi, la Cgia ricorda che nello stesso arco di tempo l'inflazione è cresciuta del 24%.

Ora considerando che almeno 2 negozi o botteghe artigiane su 3 sono in affitto, secondo le stime dell'associazione si capisce come sia complessa la situazione, anche se negli ultimi 2-3 anni si è registrato un leggero calo del prezzo degli affitti.
Inoltre il problema va inquadrato nel contesto della crisi economica, che dall'altra parte ha comportato una forte riduzione dei consumi delle famiglie che sempre di più, ove possono si rivolgono in cerca di sconti presso la grande distribuzione.

Una tendenza rilevata anche dall'Istat, secondo cui tra il 2005 e il 2011 l'indice delle vendite del commercio fisso al dettaglio è diminuito del 4,7%, mentre le vendite della grande distribuzione sono aumentate del 6,6%.
Ciliegina sulla torta è per la Cgia l'arrivo dell'Imu che per i proprietari di negozi e di laboratori artigiani ha comportato un aumento medio di imposta del 75%. La conseguenza probabile è che in sede di rinnovo dei contratti di locazione i proprietari di questi immobili di rivarranno sui conduttori, ritoccando all'insù gli affitti.
Infine l'associazione degli artigiani mestrini ha fatto qualche calcolo sul costo medio dell'affitto sia nelle aree centrali che in quelle periferiche, delle grandi città. La più cara risulta essere Venezia, dove il canone di affitto di un negozio di 75 metri quadrati è di circa 7.228 euro, segue Roma con 4.133 euro (superficie di 78,5 mq), Milano con 3.099 euro (superficie di 68 mq). Per quanto riguarda le zone periferiche la più cara risulta essere ancora Venezia dove l'affitto mensile è pari a 1.794 euro, seguita da Roma con 1.524 euro e da Ancona con 1.098 euro.
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed