Domenica, 20 Agosto 2017

Back Lavoro Manager: in Tre Anni Persi 100 Mila Posti di Lavoro

Manager: in Tre Anni Persi 100 Mila Posti di Lavoro


manager, crisi, lavoro

Ci siamo spesso occupati della crisi e degli impatti che questa ha avuto sul lavoro, specie per quanto riguarda imprese e lavoratori dipendenti. Oggi vogliamo parlare di una categoria di dipendenti che ha subito la crisi sulla propria pelle e che per diverse ragioni continua a subirla, mostrando difficoltà di ricollocamento lavorativo. Stiamo parlando dei manager d'impresa. Secondo quanto riporta l'associazione di categoria dei manager, Federmanager, infatti, in tre anni nel settore privato sono andati persi 100 mila posti di lavoro. L'associazione ha preso in considerazione i dati Istat sull'occupazione a partire dal 2008 scoprendo che il calo dei dirigenti, in termini percentuali è stato del 20,8%, da 500 mila a 396 mila unità.
Il problema della perdita dei posti di lavoro diventa critico quando i manager licenziati non riescono a ricollocarsi.

Un tema che riguarda in qualche misura tutti i lavoratori dipendenti, ma in special modo quelli con qualifiche medio alte e che dipende dalla rigidità del mercato del lavoro nel nostro Paese. Il lavoro ad alta professionalità sta vivendo un momento di grave difficoltà e sono sempre di più i manager che accettano di rientrare nel mondo del lavoro con modelli contrattuali atipici. Il presidente di Federmanager, Giorgio Ambrogioni, afferma in proposito che sono sempre di più i manager atipici : “ una sorta di co.co.pro a partita IVA”.

Un altra soluzione riscontrata in questo tempo di crisi è quella di un passo indietro sul fronte della qualifica e della carriera. Sono molti, infatti, i dirigenti che ritornano alla qualifica di quadri. Fa sapere Federmanager accade molto spesso che i dirigenti siano costretti ad accettare una posizione inferiore a quella che ricoprivano in precedenza, pur di lavorare. Mentre i manager più anziani difficilmente riescono a rientrare nel mercato del lavoro, pur accettando una qualifica inferiore.
In proposito Ambrogioni tiene a precisare che : “i dirigenti sono gli unici lavoratori dipendenti che non hanno alcuna tutela reale del loro posto di lavoro, possono essere licenziati in qualunque momento. Paghiamo i contributi per mobilità ma ne siamo esclusi per legge”.
Certo anche da Federmanager sottolineano che la categoria necessità in questo tempo di crisi di “una cura dimagrante”, con i fasti del passato che difficilmente torneranno, quantomeno a breve, ma il rischio è che si “sfoci nell'anoressia”. Per un ex dirigente diventare collaboratore può essere difficile da accettare, ma, spiega Ambrogioni, “è quello che accade ai più fortunati”.
Per evitare un tracollo Federmanager, insieme a Confindustria sta lanciando una serie di progetti dedicati in cui i dirigenti disoccupati si mettono a disposizione delle PMI per attività di coaching e formazione nei confronti dei piccoli imprenditori e dei dipendenti. Una soluzione interessante, anche per le imprese che hanno bisogno di crescere, che però potrebbe non bastare a ricollocare i manager usciti dal mercato del lavoro.
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed