Sabato, 25 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Donne Manager: la Conciliazione tra Lavoro e Famiglia è una Delle Principali Fonti di Stress

Donne Manager: la Conciliazione tra Lavoro e Famiglia è una Delle Principali Fonti di Stress


donnelavoroue2901.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Una ricerca realizzata da Assidai, fondo integrativo di Federmanager, e Sda Bocconi, ha evidenziato l’odierna condizione delle donne manager in relazione alla conciliazione tra lavoro e famiglia.
Alla luce di quanto emerso, le donne italiane appartenenti a questo preciso ambito lavorativo, che richiede di norma impegno, flessibilità ed anche molte ore della giornata, fanno molta fatica a conciliare la loro carriera con la vita familiare.
Sembra dunque confermato un aspetto che fu evidenziato proprio poco tempo fa dall’Ocse, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, secondo cui lo status di madre sarebbe contrastante con lo svolgimento di un’attività lavorativa retribuitalo status di
madre sarebbe contrastante con lo svolgimento di un’attività
lavorativa retribuita .
La ricerca mette in luce che le donne in carriera maggiormente stressate sono quelle appartenenti alla fascia di età compresa tra i 35 ed i 45 anni, dunque il culmine della fatica mentale e psichica coincide con la maternità.
Questa condizione di stress non ha a che fare con l'aspetto economico, visto che è tale anche per le donne che hanno buone disponibilità finanziarie. Il nodo della questione sembra essere piuttosto il tempo, troppo limitato per permettere di svolgere contemporaneamente più cose insieme, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di attività che richiedono grande impegno e dedizione, tanto il lavoro quanto il far crescere il proprio bambino.
I risultati di una condizione lavorativa e di vita così stressanti sono chiari, infatti il 48% delle donne analizzate finisce per non riuscire a rilassarsi neanche dopo il lavoro e il 44,3% ha disturbi del sonno. 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Non sono da sottovalutare nemmeno le ricadute sulla vita sociale con il 31,8% delle professionisti che trascura le relazioni con le persone più care e il 14,5% che finito il lavoro, si isola. Senza dimenticare poi l'apatia verso l'esercizio fisico e l'alimentazione sbilanciata.
Che fare dunque?
Oltre a prevedere dei periodi che consentano alla donna di allontanarsi dal lavoro durante i primi anni di vita del bambino concepito, una soluzione a questo problema potrebbe essere quella di proporre alla lavoratrice maggiori opportunità di telelavoro. Di modo da consentirle di essere produttiva pur trovandosi a casa con i propri figli, dunque fisicamente lontana dal luogo di lavoro abituale.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed