Giovedi, 19 Ottobre 2017

Back Lavoro Imprese Sociali: per Uscire Dalla Crisi Serve Più Imprenditorialità e Cultura Manageriale

Imprese Sociali: per Uscire Dalla Crisi Serve Più Imprenditorialità e Cultura Manageriale


impresa sociale, non profit

Secondo i dati di una recente ricerca Cnel-Istat la propensione al volontariato in Italia è triplicata dal 1993 al 2008, con un numero di volontari e di associazioni non -profit sempre in crescita. Tuttavia in una società così travagliata dal punto di vista economico a causa della crisi, il solo impegno può non bastare, serve infatti anche, nell'ambito sociale più imprenditorialità e cultura manageriale. Sono questi gli elementi fondamentali usciti dall’XI edizione delle Giornate di Bertinoro per l’economia civile, promossa dall’Aiccon - l’Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit.

Nello specifico il Segretario Generale di Unioncamere, Claudio Gagliardi, ha sottolineato che la crisi sta ponendo anche l'impresa sociale di fronte a : “ sfide inedite, sfide manageriali e, probabilmente, sfide di diversificazione”. Si aprono, per Gagliardi, nuovi spazi per operare non solo nell'assistenza e nei servizi alla persona, ma anche in attività quali la cultura, il turismo e la promozione del territorio. Ed è proprio di fronte a questi nuovi scenari che si rende necessario un supplemento di imprenditorialità, che dovrà quasi sicuramente fare a meno della forte dipendenza dal settore pubblico, a causa di risorse sempre più scarse, mentre dall'altra parte : “crescerà la domanda di servizi e beni a forte contenuto sociale e civile”.

“L’impresa sociale – ha concluso il Segretario Generale di Unioncamere - può dare un contributo strategico di grande rilievo per riorientare la crescita verso un nuovo modello di sviluppo, più sostenibile ed equo, che metta al centro il lavoro e la persona umana.
Ma quali sono le imprese sociali in Italia e che ruolo svolgono nel tessuto produttivo italiano?
Secondo Unioncamere, in termini quantitativi, il numero di imprese sociali ha superato le 13 mila unità, per le quali lavorano quasi 400 mila dipendenti, ovvero il 3,3% del totale dei dipendenti dell'economia privata non agricola. Più del 90% di queste imprese opera nella forma giuridica della cooperativa sociale, in lievissima flessione nel 2011 (-0,2%) dopo anni di crescita costante e anche a due cifre, come negli anni pre crisi. Del resto, rileva Unioncamere negli ultimi sei anni le cooperative sociali sono cresciute del 57,7%, passando dalle 7.489 unità del 2005 alle 11.808 di quest'anno, con una crescita media che ha sfiorato il 10% annuo (9,8%). La crisi poi ha frenato gli indici di crescita delle cooperative sociali, un po' come ha fatto con il resto della nuova attività imprenditoriale italiana.
Crisi che ha fatto precipitare le capacità delle imprese sociali di creare valore, sviluppare innovazione e sostenere occupazione, anche per il fatto che la spesa pubblica in questi anni è andata a contrarsi. Guardando i risultati economici, spiega UnioncamereUnioncamere, nel 2010 le imprese sociali che hanno dichiarato un aumento annuale di fatturato sono state solo il 33% contro il 49% dell'anno precedente. Difficoltà economiche che hanno avuto riflessi anche sulla capacità innovativa, visto che nel 2010 le imprese che hanno realizzato innovazioni di prodotto o servizio sono risultate la metà rispetto all’anno precedente (in media il 12% contro il 23% del 2009), con le regioni meridionali ferme ad un poco esaltante 9,4%.
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
 
RISORSE:

CREDIT
andi.vs.zfandi.vs.zf by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed