Mercoledi, 19 Settembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Lavoro LA NUOVA STRATEGIA DELL'UNIONE EUROPEA PER PORTARE IL TASSO DI OCCUPAZIONE AL 75% ENTRO IL 2020

LA NUOVA STRATEGIA DELL'UNIONE EUROPEA PER PORTARE IL TASSO DI OCCUPAZIONE AL 75% ENTRO IL 2020


europalavoro2411.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

L'Unione Europea ha varato un nuovo piano per rendere i mercati del lavoro più flessibili e creare nuova occupazione. L'obiettivo primario è quello di raggiungere entro il 2020 un tasso di occupazione del 75% per le persone di età compresa tra i 20 e i 64 anni.
Attualmente in Europa ci sono 23 milioni di disoccupati, Il 10% della popolazione attiva (dai 20 ai 64 anni), con gravi ripercussioni sia sulla crescita economica dell'Europa che sul sistema del Welfare. In Italia, il tasso ufficiale è all'8,5%, mentre quello reale che considera anche gli sconfortati è all'11%il
tasso ufficiale è all'8,5%, mentre quello reale che considera anche
gli sconfortati è all'11%.
In più in Europa continuano ad aumentare le difficoltà per le aziende nel trovare personale altamente qualificato, soprattutto nell'area dell'Information Technology e in quella della ricerca nei settori della salute (compreso medici). Nel prossimo futuro l'Europa stima che ci sarà un deficit di 700mila specialisti nel settore dell'ICT entro il 2015 e di un milione di ricercatori entro il 2025.
Abbiamo visto, per quanto riguarda il settore medico che anche in Italia dal 2012 al 2018 ci si attende una carenza di 18mila unità di personale medico nel SSNci
si attende una carenza di 18mila unità di personale medico nel SSN e di circa 22mila medici (considerando anche il settore privato) dal 2014 al 2018.
La situazione si presenta difficile in quanto la crisi economica ha spazzato via tutti i progressi fatti nel campo dell'occupazione negli scorsi anni e, per il prossimo futuro, si attendono ulteriori complicazioni a causa dell'invecchiamento demografico della popolazione. La percentuale di persone occupate deve aumentare, infatti, per poter compensare l'ondata di pensionamenti prevista per i prossimi anni.
Secondo il Commissario Europeo per il lavoro, László Andor, diventa cruciale per i cittadini dell'UE, ricevere una formazione di alto livello che permetta di raggiungere le capacità necessarie per trovare lavoro. l'aggiornamento continuo dei lavoratori deve diventare, ha proseguito László Andor, una realtà in Europa. Per questa ragione tra gli obiettivi dell'UE vi è la diminuzione del tasso di abbandono della scuola sotto il 10% e l'aumento del numero di giovani che conseguono alti livelli di istruzione ad almeno il 40%.
L'agenda Europea ha fissato quattro priorità e 13 azioni concrete per raggiungerle da qui al 2014. Vediamo sinteticamente le priorità.


MODERNIZZARE I MERCATI DEL LAVORO
Fare in modo di conciliare le esigenze di flessibilità dei datori di lavoro con quelli di sicurezza dei lavoratori. Un contratto di lavoro unico e a tempo indeterminato offre ai dipendenti, infatti, una maggiore protezione dal licenziamento quanto più cresce la loro anzianità . È necessario però anche che il contratto rimanga abbastanza flessibile tale da spingere i datori di lavoro ad assumere.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



ADEGUARE LE COMPETENZE ALLE ESIGENZE DEL MERCATO
Predisporre una banca dati online con previsioni sull'offerta e la domanda di competenze che possa aiuterà i futuri lavoratori a scegliere il proprio percorso di istruzione e formazione in base alle tendenze future del mercato, migliorando in tal modo le prospettive di occupazione. L'idea è che anche le imprese possano accedere alla banca dati di modo da poter ridurre le difficoltà di reperimento delle risorse umane necessarie. Questa soluzione dovrebbe contribuire a ridurre la penuria di manodopera qualificata.
Allo stesso tempo il piano prevede anche il conoscimento delle competenze a livello europeo attraverso un ”passaporto europeo delle competenze"


MIGLIORARE LA QUALITÀ DEGLI IMPIEGHI E LE CONDIZIONI DI LAVORO
Obiettivo della Commissione è quello di rivedere la normativa esistente in materia di orario di lavoro, salute e sicurezza e integrazione dei lavoratori extra-UE.


CREARE OCCUPAZIONE
La Commissione si propone anche di creare nuovi posti di lavoro mediante la semplificazione delle procedure burocratiche. Si ridurranno così i costi non salariali della manodopera e verranno rimossi gli ostacoli giuridici in materia di assunzione, licenziamento, costituzione di nuove imprese e lavoro autonomo.

[Via: EuropaEuropa]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente ~diP~diP di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed