Mercoledi, 11 Dicembre 2019

Back Lavoro Occupazione Giovanile: Occorre Abbassare il Costo Del Lavoro e Favorire la Formazione On The Job

Occupazione Giovanile: Occorre Abbassare il Costo Del Lavoro e Favorire la Formazione On The Job


occupazione giovanile, apprendistato, costo del lavoro

La crisi economica che stiamo attraversando ha indebolito fortemente l'Economia Italiana, rendendola sempre meno capace di competere con altri Grandi Paesi Europei come Germania e Francia. Tra le cause di questa minor competitività, oltre a quelle strutturali (debolezza del Mezzogiorno, debito pubblico, pressione fiscale ect) si aggiunge una domanda interna fortemente contratta, a causa della riduzione dei redditi disponibili e una maggior difficoltà delle imprese italiane nel competere sui mercati interni ed esterni. Il sistema Italia ha retto fino ad ora, grazie al massiccio uso degli ammortizzatori sociali che hanno permesso la conservazione del capitale umano, tuttavia, in questo momento occorre adottare strategie innovative che accrescano la produttività delle imprese.

Ne è convinta Rete Imprese Italia, che ha presentato alla Camera dei deputati (XI Commissione Lavoro Pubblico E Privato ) un'indagine conoscitiva sul mercato del lavoro.
indagine conoscitiva sul mercato del lavoro.
Secondo quanto presentato, Rete Imprese Italia, ritiene che le politiche del lavoro debbano sapere creare un'interconnessione tra i tre pilastri che concorrono ad aumentare l'occupazione (anche giovanile), ovvero : formazione professionale, istruzione e flessibilità. 

Sul fronte dell'occupazione giovanile, l'indagine sottolinea come a fronte di un mercato del lavoro di per sé rigido, si sia assistito nel tempo ad un aumento del fenomeno dei Neet , ovvero coloro che non studiano, né lavorano, né seguono percorsi di formazione professionale, che, secondo alcune stime hanno raggiunto le 2 milioni di unità.
Le difficoltà nel trovare un'occupazione sono ancor maggiori per i giovani, a causa delle forte discrepanza tra i mercati di domanda e di offerta di lavoro (cd mismatch). Situazione che vede da un lato un eccesso di offerta di lavoro da parte dei giovani e dall'altro le imprese che Faticano a Coprire Il 20% Dei Posti Disponibili
Senza dimenticare poi il fenomeno della cosiddetta overeducation, che porta molti lavoratori, soprattutto giovani a svolgere mansioni per le quali è richiesto un titolo di studio o competenze, inferiori rispetto a quelle possedute. Il risultato di queste due situazioni è che, in Italia il tasso di attività dei giovani con alta istruzione è molto basso rispetto alla media europee, così come altrettanto bassa risulta essere la media dei nostri laureati (20% contro una media Ue a 27 del 32%).
Che fare allora?
Per Rete Imprese Italia occorre in primo luogo ridurre il gap tra domanda ed offerta di lavoro, attraverso un raccordo reale tra il momento della formazione scolastica e la “formazione on the job”, valorizzando i percorsi di alternanza scuola-lavoro. Insomma va ripensata l'impresa non solo come luogo produttivo, ma anche come ruolo formativo che sappia valorizzare le competenze specifiche e professionali del “mestiere”. É altresì necessario, spiegano da Rete Imprese Italia, che la formazione dei lavoratori sia continua, di modo da poter rispondere in maniera ottimale alle evoluzioni del mercato. In proposito, viene apprezzata l'esperienza portata avanti dalle Parti Sociali con la creazione dei Fondi Interprofessionali per la Formazione Continua, la cui efficacia però deve essere migliorata, così come debbono essere semplificate le procedure operative.
Infine l'aspetto politico e strategico della questione. Pur apprezzando l'impegno del Governo volto a riformare la disciplina dell’apprendistato da un lato e dall'altro nel cercare di rilanciare l'imprenditoria giovanile, Rete Imprese Italia chiede che venga fatto qualcosa per ridurre il costo del lavoro alle imprese. Si tratta di un passo imprescindibile per rendere più competitive le nostre imprese e per favorire la ripresa del mercato del lavoro.
InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

  


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed