Martedi, 21 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Offerte di Lavoro: le Imprese Faticano a Coprire Il 20% Dei Posti Disponibili

Offerte di Lavoro: le Imprese Faticano a Coprire Il 20% Dei Posti Disponibili


Imprese, lavoro, ufficio vuoto

Nei giorni scorsi abbiamo visto quali sono i titoli di studio che offrono le maggiori opportunità di lavoro, partendo dai dati di assunzione previsti dalle aziende, raccolti e analizzati da Unioncamere. Oggi vogliamo approfondire il discorso, guardando alle professioni per le quali la domanda da parte delle imprese è superiore all'offerta di lavoro presente sul mercato, col risultato che migliaia di posti di lavoro rimangono non assegnati. Pur se a molti possa sembrare impossibile che, in un periodo di crisi, le imprese facciano fatica a trovare personale, la realtà dei fatti ci descrive uno scenario di questo tipo.

In concreto, spiega sempre Unioncamere, mancano all'appello circa 117 mila lavoratori considerati di difficile reperimento da imprese dell'industria e dei servizi, di cui oltre 28 mila richiesti da aziende artigiane. Un numero importante se si pensa che è pari al 19,7% del totale delle assunzioni previste e, che, se pur in calo rispetto al 26,7% dello scorso anno, implica che il sistema delle imprese fa fatica a trovare candidati adeguati per un posto di lavoro su cinque.
Ma chi sono questi lavoratori introvabili e perchè non si trovano?
Le maggior criticità, spiega UnioncamereUnioncamere, riguardano da un lato le professioni high skill intellettuali, sia scientifiche che tecniche e dall'altro quelle operaie, specializzate e non, senza dimenticare quelle qualificate nelle attività commerciali e nei servizi. Vanno però distinte due situazioni. La ricerca di personale High Skill è spesso connessa alla richiesta di competenze specifiche legate alla tipologia di lavoro, cosa che rende di per sé più difficile trovare candidati, anche per un'offerta che spesso è limitata in valore assoluto. Dall'altra parte, si nota (o così almeno sembrerebbe) minor offerta per i profili professionali ritenuti meno gratificanti o più duri. Un dato quest'ultimo confermato anche da una recente ricerca del Censis, secondo la quale sempre meno italiani sono disposti a svolgere lavori manuali.

Un ulteriore problema di questo mancato incontro tra domanda e offerta va ricercato, secondo  il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, nel sistema scolastico che appare troppo lontano dal mondo lavorativo. Si rende necessario perciò integrare meglio il momento della formazione scolastica e universitaria con la formazione sul lavoro, ad esempio attraverso percorsi di alternanza scuola, stage e tirocini formativi.

 

PROFILO DEGLI INTROVABILI
Tra le figure professionali, per le quali sono previste più di mille assunzioni annue, sono 59 quelle che presentano difficoltà di riferimento superiori alla media.
Tra i posti di lavoro più qualificati, i lavoratori più introvabili sono i farmacisti (ne mancano all'appello 600), gli sviluppatori di sofware (1000), i progettisti meccanici (570) e metalmeccanici (circa 500), gli infermieri (1.600) e gli addetti alla consulenza fiscale (370).
Scendendo di un livello si scopre che quasi 4 addetti alla reception su 10 sono irreperibili (oltre 600), così come la metà degli operatori di mensa (circa 3 mila) e degli addetti alle vendite specializzate (più di mille). A mancare, sono secondo le imprese molte figure di operai specializzati. Tra questi si registra una forte richiesta di lavoratori connessi al profilo dell'idraulico, quali l'installatore di impianti termici, l'installatore di impianti idraulici e il termoidraulico. Per queste figure le imprese segnalano difficoltà di reperimento superiori al 50%.
Difficoltà pari al 40% si segnalano nel reperimento di montatori di macchine industriali (ne mancano quasi 500) e di carpentieri in metallo (1300). Infine per quanto riguarda i lavori low skill, le imprese lamentano la mancanza di tornitori (circa 1200), di autisti dei pullman (470) e di cucitori di macchine per abbigliamento (420).

InfoJobs - 468x60_IJIT_blue
RISORSE:

 

CREDIT
cackhandedcackhanded by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed