Sabato, 25 Novembre 2017

Back Libri e Cultura Ebook: i Grandi li Comprano ma per le Favole Resistono i Libri di Carta

Ebook: i Grandi li Comprano ma per le Favole Resistono i Libri di Carta


e-book, libri, favole

Il mercato degli ebook è forse l’unico esempio in cui gli adulti sono più avvezzi alla tecnologia rispetto a bambini e adolescenti. Lo rivela una ricerca condotta da Matt Richtel e Julie Bosman e pubblicata sul New York Times, secondo la quale anche se gli adulti comprano gli ebook, per le favole continuano a preferire i libri cartacei
Anche coloro che sono soliti leggere su dispositivi digitali, non vogliono che i più piccoli perdano il piacere di sfogliare le pagine, di sentire l’odore dei libri, di fare le orecchie alle pagine per tenere il segno etc.

I motivi che spingono l’adulto a scegliere un ebook (economicità, facile reperibilità, ampia disponibilità di titoli) non si adattano alla lettura dei bambini, che è molto più sensoriale di quella adulta e coinvolge non solo la vista ma anche il tatto e l’udito.

Questa preferenza per i libri in formato cartaceo si deve anche a motivi meno romantici e nostalgici e ad esigenze prettamente pratiche: affidare ai bambini ebook o dispositivi tecnologici non è sicuro perché possono romperli o sporcarli. Poiché inoltre spesso il libro di favole è un’idea regalo (come dimostra il successo delle gift card su Amazon), scegliendo l’ebook viene meno la possibilità di fare il pacchetto.
In ogni caso questa tendenza si riflette sui dati relativi alle vendite: gli ebook di favole o libri per bambini stentano a decollare. Se il mercato degli ebook ha raggiunto il 25% di quello cartaceo (negli Usa), per i libri dedicati ai bambini sotto agli 8 anni, non si supera il 5%. E poiché il mercato degli ebook per l’infanzia non è ancora pienamente sviluppato, ne consegue che i titoli disponibili sono pochi.
Sicuramente un limite al formato digitale è la presenza abbondante di immagini e disegni. Il professor Junko Yokota, direttore del Center for Teaching Through Children’s Books, presso l’Università National Louis di Chicago, ha sottolineato che il format digitale non rende giustizia alle immagini. Del resto per i produttori di ebook caricare troppe figure diventa costoso.
Va detto peraltro che certi dispositivi tecnologici, specie quelli di ultima generazione (es il Kindle Fire o i tablet) sono pensati non solo per la lettura ma anche per ascoltare musica e giocare: in questo modo la tentazione di distrarsi con i videogame sarà a portata di click.
 

RISORSE: 

    


CREDIT
timonokotimonoko by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed