Venerdi, 27 Aprile 2018

Back ECONOMIA Categorie Libri e Cultura SOLO IL 46,8% DEGLI ITALIANI LEGGE ALMENO UN LIBRO ALL'ANNO. LEGGONO DI PIÙ LE FEMMINE E I GIOVANI

SOLO IL 46,8% DEGLI ITALIANI LEGGE ALMENO UN LIBRO ALL'ANNO. LEGGONO DI PIÙ LE FEMMINE E I GIOVANI


ragazzalibri1803.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Dopo aver visto che la spesa delle famiglie italiane per cultura e servizi ricreativi è tra le più basse d'Europa,spesa delle
famiglie italiane per cultura e servizi ricreativi è tra le più
basse d'Europa, vogliamo oggi approfondire il rapporto tra italiani e lettura. In generale la lettura di libri gioca un ruolo fondamentale nel processo di crescita individuale, infatti gli individui che leggono di più sono solitamente in grado di mantenersi più aggiornati, più flessibili ed efficienti, anche nel modo di rapportarsi con la società.
In Italia, il mondo dell'editoria ha offerto nel 2008, circa 59mila libri si cui quasi 38 mila sono stati offerti in prima edizione, per un tiratura complessiva di 213 milioni di copie (dati Istat). Ovvero sono state stampate circa 3,6 copie per abitante e circa 5,6 copie per i ragazzi di età compresa tra i 6 e i 14 anni. Nonostante una produzione così ampia, nel 2010 solo il 46,8% della popolazione ha dichiarato di aver letto un libro nel tempo libero nell'arco di dodici mesi. Tra costoro meno della metà (il 44,4%) ha letto al massimo tre libri nell'ultimo anno mentre solo uno su sei (15,1%) ne ha letto almeno uno al mese. Negli ultimi quindici anni, però la quota di coloro che hanno letto almeno un libro in 12 mesi è cresciuta dal 39,1% al 46,8% e quella di coloro che hanno letto almeno un libro al mese dall'11,3% al 15,1%. In questo arco di tempo è aumentata anche di oltre 8 punti percentuali la quota di bambini e ragazzi dai 6 ai 17 che hanno letto almeno un libro nel tempo libero (dal 50,2% al 58,5%). Ma chi leggi di più in Italia? In generale rileva l'Istat le femmine leggono più dei maschi (53,1% contro 40,1%) e i giovani leggono di più degli anziani.
La fascia di età in cui risulta maggiore la percentuale di persone che dichiarano di aver letto un libro negli ultimi 12 mesi, nel proprio tempo libero , è quella dei ragazzi tra gli 11 e i 14 anni. Infatti, nel 2010 si è dichiarato lettore il 60% dei maschi e il 71,3% delle femmine di questa fascia di età (valore medio 65,4%). A leggere di meno, invece sono gli ultra settantacinquenni (22,9%, 21,9% maschi e 23,5% femmine).



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



In generale comunque, rileva l'Istat, dopo i 14 anni la percentuale di lettori di ambo i sessi decresce all'aumentare dell'età.
A livello territoriale la zona in cui si legge di più è il Nord-ovest con il 54,3%, seguita dal Nord-est con il 53,5%, dal Centro col 50,6% e dal Mezzogiorno con il 35,2%. La regione con la percentuale di lettori più alta è il Trentino Alto Adige (57,9%), seguito dal Friuli Venezia Giulia (56,3%) e dalla Valle d'Aosta con il 55,7%. dall'altra parte le regioni con la percentuale più bassa di cittadini che hanno letto almeno un libro negli ultimi 12 mesi, sono la Basilicata (31,4%), la Sicilia (32,8%) e la Campania con il 33,3%.

 

RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 

CREDIT
margolovemargolove by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed