Venerdi, 17 Agosto 2018

Back TECNOLOGIA Categorie Linux LA LIBERAZIONE DELL'AIRONE AUDACE, UBUNTU 8.04

LA LIBERAZIONE DELL'AIRONE AUDACE, UBUNTU 8.04


hardyairon.gif

Trascorsi i canonici sei mesi di gestazione ecco librarsi in volo l'Airone Audace, volatile di vaga origine sudafricana, appartenente al genere gnu/Linux della famiglia Ubuntu. Il lieto evento porta la data di giovedi 24 aprile, giorno della “lib(e)razione” dell'ultima versione di ubuntu, il celebre sistema operativo gnu/linux che strizza l'occhio agli ambienti desktop (sebbene sia disponibile anche in versione server) al quale ho deciso di convertimi tempo fa. La versione denominata 8.04 LTS "The Hardy Heron" (l'Airone Audace appunto) si presenta ricca di novità, col fine dichiarato di avvicinare quanti più utenti possibili alla filosofia del software libero, offrendo un prodotto potente, facile, completo e sicuro. Per superare la cronica diffidenza degli utenti windows, poco inclini alle novità e terrorizzati dall'idea di dover impazzire con terminale e riga di comando, verso l'universo linux, in questa ultima versione di ubuntu è stato introdotto Wubi, un installer di ubuntu per a Windows. Grazie a wubi sarà possibile installare ubuntu ( e rimuovere) come una normale applicazione per windows, permettendo così un test approfondito di questo sistema operativo, senza minimamente intaccare le funzionalità di windows, secondo una formula che potremmo definire” soddisfatti o rimborsati”.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Nel mio caso nessun rimborso, in quanto il mio test fu senza ritorno. Già perché proprio grazie a Wubi, allora alla prima versione beta, feci il mio primo approccio all'universo ubuntu e linux in generale. Da allora, nessun ripensamento, Ubuntu è divenuto il mio sistema operativo principale con windows xp a fare da umile scudiero al pinguino, nei casi (rari ma ci sono) in cui, per una ragione o per l'altra, necessito di qualche applicazione made in microsoft. I due sistemi sono entrambi installati su hard disk e tramite Grub, un bootloader che si carica automaticamente all'avvio del pc, è possibile scegliere quale sistema operativo far avviare. Certo, a onor del vero, devo dire che qualche volta c'è stata qualche incomprensione con il "Gibbone Coraggioso" 7,10 (nome della penultima versione di ubuntu) soprattutto le prime volte in cui facevo ricorso al terminale, ma devo ammettere che il senso di smarrimento è durato poco. Non perché io sia un fenomeno (anzi..) ma perché il fiore all'occhiello di questo progetto risiede proprio nella sua comunità di supporto, sempre pronta a fornire una risposta ai quesiti dei neofiti (come me) o anche degli smanettoni. Preciso che l'utilizzo del sistema operativo e dei software comprendenti il pacchetto è "a prova di Duca", ovvero semplicissimo e chiarissimo, le operazioni tramite “terminale” non sono assolutamente necessarie, ma costituiscono una delle possibilità offerte dal sistema operativo per richiamare strumenti e funzionalità. L'interfaccia grafica di ubuntu è , infatti, molto user friendly e permette il richiamo di applicazioni e dati senza alcun tipo di difficoltà. Per le novità della nuova versione vi rimando al sito ufficiale italiano del progetto, dove potrete scaricare la nuova versione e avere accesso alla documentazione completa per l'installazione (molto semplice per la verità). Per chi non avesse la possibilità di scaricare la versione dal sito, è possibile ricevere gratuitamente una copia direttamente a casa ,tramite il progetto CDUbuntu. Ricordo a coloro che devono effettuare l'aggiornamento dalla versione 7.10 che l'operazione di upgrade avviene tramite ubuntu in modo molto semplice tramite le seguenti istruzioni.

  • Seguire il percorso sistema-> amministrazione-> gestore aggiornamenti
  • Cliccare sul tasto verifica
  • Attendere la verifica del sistema e cliccare su esegui aggiornamento una volta apparso il messaggio indicante la presenza di una nuova versione
  • seguire le istruzioni che appariranno durante l'installazione


NOTE
La procedura di istallazione tramite aggiornamento potrebbe richiedere molto tempo per il download dei pacchetti dai server a causa delle tante richieste di aggiornamento/download di ubuntu 8,04 avvenute in questi primi giorni di rilascio. Per lo stesso motivo si consiglia a chi dovesse scaricare l'immagine di ubuntu 8.04 di procedere tramite protocollo bittorent.


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed