Venerdi, 28 Luglio 2017

Back TECNOLOGIA Categorie Linux Spark: il Primo Tablet Linux Completamente Open Source

Spark: il Primo Tablet Linux Completamente Open Source


Spark, tablet, Kde, Open Source, Linux

Il mondo dei tablet si sta arricchendo sempre di più di nuove soluzioni che tentano di posizionarsi sul mercato, attraverso segmentazioni dei prodotti per dimensione, potenza, prezzo, sistema operativo, app market etc. Uno dei debuttanti più interessanti in questo mercato potrebbe essere Spark, un tablet Open Source con le iniziali maiuscole, che si propone ad un prezzo minuscolo. Spark, infatti, sarà il primo tablet con sistema operativo Linux completamente open source lato software e con hardware sbloccato. Il prodotto è attualmente in fase di preordine, dovrebbe costare circa 200 euro e arrivare a maggio sul mercato. Abbiamo detto completamente Open Source volutamente, perchè i tablet basati su Android, oltre a non avere hardware sbloccati ( ma in molti casi sbloccabili con tecniche di hacking), si basano su un sistema operativo che diventa open source solo quando lo decide Google, che rilascia il codice sorgente dopo averne terminato lo sviluppo che avviene in ambito interno.

Tornando a noi, Spark è un tablet da 7 pollici basato su l'interfaccia KDE Plasma Active, adattata per i prodotti touch da KDE Plasma Workspaces per desktop e dispone di uno schermo capacitivo con una risoluzione 800x480 WVGA. La distro presente su Spark si chiama Mer, un progetto per dispositivi mobili lanciato a ottobre 2011 a partire dal progetto Meego e sviluppato col supporto del progetto Tizen.
Le caratteristiche hardware prevedono la presenza di un processore da 1 Ghz Arm Cortex A9, di una scheda grafica Mali 400, di 512 mb DDR2 di Ram e di una memoria da 4Gb Nand Flash Disk espandibile con micro Sd. Sarà dotato di Wireless Wi-fi 800.11 b/g e di possibilità di connessione 3G esterna via USB (due le porte usb presenti). Completano il lotto una batteria da 3000mAH @ 7.4v e due fotocamere, una frontale ed una posteriore da 1,3 mega pixel. Il tutto in 355 grammi di peso.

Insomma non proprio un mostro di potenza ma una potenziale palestra per gli smanettoni che potranno sbizzarrirsi installando applicazioni terze o nuove distro. Il prodotto ovviamente sarà idoneo anche per gli utenti non esperti che potranno accedere ai contenuti gratuiti del market e a quelli a pagamento, anche se per gli utenti Mainstream la scelta ottimale potrebbe essere quella di tablet con sistema operativo Android. Da questo punto di vista senza andare troppo lontano è disponibile lo Zenithink C71,un prodotto non molto conosciuto, che monta Android Ice Cream Sandwich e che citiamo perchè è praticamente il gemello di quello che sarà il nuovo Spark.
In ogni caso il progetto Spark che è attualmente pre ordinabile a questo indirizzoquesto indirizzo, potrebbe avere successo visto il caso del Kindle Fire, un ottimo tablet a basso costo (199 dollari) che negli ultimi tempi è stato praticamente rivoltato come un calzino per poter installare l'ultima versione di Android (il Kindle fire è dotato infatti di una versione particolare di Android). E in molti hanno mostrato interesse sulle possibilità di hacking del Kindle, per cui un sistema aperto, come quello offerto da Spark potrebbe riscuotere un interesse maggiore di quello che si pensa.
 


RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed