Mercoledi, 20 Giugno 2018

Back TECNOLOGIA Categorie Linux UBUNTU 10,04 LTS LUCID LYNX: AGGIORNAMENTO E PRESENTAZIONE DELLE CARATTERISTICHE

UBUNTU 10,04 LTS LUCID LYNX: AGGIORNAMENTO E PRESENTAZIONE DELLE CARATTERISTICHE


ubuntu10.04lts.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Ubuntu 10,04 LTS Lucid Lynx: Aggiornamento e Presentazione delle Caratteristiche | LInux | Opne Source | Gnome |

Uno delle scadenze più attese di fine aprile è sicuramente il momento del rilascio della nuova distribuzione di Ubuntu (29 aprile), uno dei sistemi linux based più diffusi tra gli ambienti desktop e server, nonché mio fedele compagno di lavoro. Mai come quest'anno devo dire ero ansioso di passare alla nuova versione del sistema operativo targato Canonical, la 10.04 Lucid Lynx o LInce Lucida se preferite. Questo per due motivi principali. Il primo è perché si tratta di una versione LTS, (Long Team Support) sigla che identifica le distribuzioni supportate per un periodo più lungo di tempo e che per questa ragione solitamente offrono un maggior livello di sicurezza e stabilità per ciò che riguarda i pacchetti installati. Il secondo motivo, strettamente legato al primo, riguarda il mio rapporto con la versione precedente di Ubuntu, la 9.10 Karmic Koala9.10
Karmic Koala.
Nello specifico devo dire che questa versione è stata la prima, in quasi tre anni a crearmi dei problemi nell'utilizzo di Ubuntu. Niente di grave ma qualche fastidio che più di una volta mi ha fatto arricciare il naso( problemi di istallazione gnome, difficoltà di avvio,crash di xserver). Bene ora però il passato è passato per cui vediamo cosa offre questa nuova distribuzione di Ubuntu. Prosegue incessante il lavoro dei tecnici per il miglioramento dei tempi di boot, con la rimozione totale di hal (Hardware Abstraction Layer) che secondo le prime prove effettuate dovrebbe permettere l'avvio di ubuntu 10.04 da notebook in un tempo medio inferiore ai 20 secondi. Cambiano anche le schermate di boot che diventano ancora più accattivanti dal punto di vista grafico, pensionando gli storici sfondi a base marrone .Le basi del sistema sono il kernel 2.6.3 e l'ambiente grafico gnome 2.30 mentre finalmente è stata migliorata la compatibilità con i driver delle schede grafiche nVidia, grazie all'introduzione di Nouveau come driver video .
Gli sviluppatori non potevano ignorare la svolta social che ha caratterizzato il web e il mondo intero, perciò ecco comparire Gwibber che integra servizi come facebook, twitter, digg, flickr, friendfeed e altri servizi affini. Fa un po' specie invece non trovare tra le applicazioni grafiche GIMP, uno dei programmi di grafica più completi e onnipresente nelle ultime distribuzioni. Ovviamente GIMP è installabile ( o già installato dalle vecchie distribuzioni in caso di aggiornamento) , ma la scelta di tenerlo fuori dal pacchetto base della distribuzione desta qualche perplessità. Probabilmente si è deciso di optare per uno strumento più snello che mostrasse una miglior compatibilità con servizi social come picasa e flickr, ecco dunque allora comparire tra i programmi di grafica, l'ottimo software di editing grafico e gestione delle foto F-Spot.
Altra grande novità, che ci ricorda come alla fin fine Canonical sia una società commerciale, è il debutto di un Music Store nell'ambito delle funzionalità di Ubuntu One. In ubuntu 10.04 è possibile infatti comprare musica e stoccarla online nello spazio gratuito di Ubuntu One, per poi recuperarla ed ascoltarla da ogni computer.
Bene detto questo è ora di armarci di pazienza e aggiornare la nostra vecchia distribuzione ubuntu per cui da terminale lanciamo:

sudo update-manager -d

Oppure seguiamo il percorso sistema → amministrazione → gestore aggiornamenti, per far partire la procedura di avanzamento della distribuzione

I passaggi per aggiornare la distribuzione sono i soliti 6:

  • Preparazione all'avanzamento di versione
  • Impostazione nuovi canali software
  • Recupero nuovi pacchetti
  • Installazione degli aggiornamenti
  • Pulizia
  • Riavvio del sistema


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Tuttavia consigliavo di armarsi di pazienza, perché soprattutto nei primi giorni di rilascio della distribuzione i server di ubuntu sono presi d'assalto, per cui la procedura di aggiornamento, indipendentemente dalla velocità della linea, sarà piuttosto lunga. Nulla vieta però di utilizzare la nostra versione precedente di ubuntu durante la fasi di download dei nuovi pacchetti. Al riavvio del sistema potremo notare le nuove performance di avvio, la grafica rinnovata nella gestione delle finestre (comandi in alto a sinistra) e la nuova svolta social di Ubuntu con gwibber.
Per chi fosse nuovo dell'ambiente Ubuntu e fosse arrivato a leggere questa recensione da sistemi operativi Windows, consiglio vivamente di dare una chance a questo sistema operativo che ha raggiungo standard di efficienza e di usabilità molto elevati. Non si configura, infatti, come un sistema operativo per smanettoni, ma come un sistema semplice, veloce e completo per svolgere la maggior parte delle faccende che solitamente faremmo in ambiente Microsoft. Ricordo che per chi volesse provare Ubuntu senza installarlo è possibile utilizzare WubWubii , un installer di windows presente nel cd live di Ubuntucd live di Ubuntu che permette di testare il sistema operativo come se fosse un'applicazione di Windows. Ricordo in chiusura che per chi avesse difficoltà a reperire Ubuntu 10.04 tramite download è possibile richiedere gratuitamente la spedizione a casa della distribuzione, tramite il servizio Ship It. La vostra copia di Ubuntu vi arriverà a casa in un tempo stimato tra le 4 e le 6 settimane senza spese.
    CondividiCondividi


RISORSE:

Ubuntu 10,04 LTS Lucid Lynx: Aggiornamento e Presentazione delle Caratteristiche | LInux | Opne Source | Gnome | Ubuntu 10,04 LTS Lucid Lynx: Aggiornamento e Presentazione delle Caratteristiche | LInux | Opne Source | Gnome |

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed