Giovedi, 15 Novembre 2018

Mutui

GUIDA AI MUTUI: L'OFFERTA A TASSO FISSO E VARIABILE DELLA BANCA DEL PIEMONTE

mutui | Page 6

mutuipiemonte.gifScorrendo le varie offerte dei soli mutui “tradizionali” (cioè a tasso fisso “puro” e a tasso variabile “puro”), giungiamo oggi ad analizzare brevemente le proposte della Banca del Piemonte. L’istituto di credito ora in questione offre diversi finanziamenti ipotecari per supportare l’importante operazione di acquisto di una proprietà immobiliare regolarmente accatastata al Nuovo Catasto Edilizio Urbano come ad uso di civile abitazione. Tra le varie tipologie di finanziamento proposte all’interno della gamma di Banca del Piemonte, spiccano quelle oggetto del nostro viaggio italiano: un mutuo a tasso fisso, e un mutuo a tasso variabile. Il mutuo a tasso fisso è offerto con un tasso costante per tutta la durata del piano di ammortamento, parametrato all’IRS di periodo, e maggiorato del solito spread stabilito dall’istituto di credito avendo particolare attenzione all’estensione complessiva dell’operazione finanziaria. Ad ogni modo, la durata della transazione non può essere inferiore ai 5 anni, e non può superare i 25 anni: al mutuatario è data facoltà di optare per scadenze intermedie, a patto che siano distanziate di 5 o 10 anni dalla durata minima e massima. Il mutuo a tasso variabile è invece offerto con un parametro che muta nel corso dei mesi, e che può essere l’Euribor o il tasso che la Banca Centrale Europea utilizza come riferimento per le proprie operazioni di rifinanziamento. In ogni caso, i due parametri vanno integrati con uno spread stabilito dall’istituto di credito con le modalità di cui sopra.

Add a comment

GUIDA AI MUTUI: L'OFFERTA A TASSO FISSO E VARIABILE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI ALBA

mutui | Page 6

mutuialba.gifTorniamo oggi ad occuparci dell’offerta dei mutui a tasso fisso e a tasso variabile – e pertanto delle principali categorie di finanziamenti fondiari – affrontando l’esame delle proposte di un istituto di credito cooperativo, la BCC di Alba, Langhe e Roero. Questa Banca, come tutti gli istituti di credito italiani offre il proprio mutuo a tasso fisso parametrando quest’ultimo al valore dell’IRS di periodo, maggiorato di uno spread stabilito dall’istituto di credito in un massimo di 3,5 punti percentuali. Previsti ulteriori 3 punti percentuali rispetto al tasso contrattuale in caso di mora. Tra le altre spese legate al contratto di finanziamento, le commissioni per l’incasso delle rate (massimo 5 euro), e le commissioni di istruttoria della pratica che possono giungere fino a 5 mila euro per i mutui fino a 1 milione di euro, e 1,50% dell’importo del finanziamento (con un massimo di 150 mila euro) per i mutui sopra 1 milione di euro. La durata massima del piano di ammortamento può giungere a 30 anni; al mutuatario è ovviamente data la facoltà di optare per durate inferiori, e all’istituto di credito è concessa la possibilità di derogare alla condizione da foglio informativo, stabilendo – in casi eccezionali – una durata maggiore. Il limite di finanziabilità è invece pari all’80% del valore commerciale dell’immobile.

Add a comment

GUIDA AI MUTUI: L'OFFERTA A TASSO FISSO E VARIABILE DELLA BANCA POPOLARE DEL MEZZOGIORNO

mutui | Page 6

mutuimezzogiorno.gifOggi parliamo dell’offerta di finanziamenti immobiliari a tasso fisso e a tasso variabile della Banca Popolare del Mezzogiorno che, come tutte le banche popolari d’Italia, ha predisposto una proposta piuttosto varia di mutui, sui quali spiccano le forme più ordinarie. Il mutuo a tasso fisso dell’istituto di credito ora in questione è un finanziamento che può essere richiesto per supportare operazioni di acquisto, costruzione e ristrutturazione di una proprietà immobiliare ad uso di civile abitazione, con la possibilità di usufruire della presenza dell’applicazione di un tasso immutato per tutta la durata del piano di ammortamento. In virtù della caratteristica di cui sopra, il mutuatario potrà godere di un piano di rimborso composto da rate di importo costante, potendo così programmare con certezza le proprie uscite finanziarie periodiche. Il mutuo a tasso fisso è pertanto, come abbiamo più volte detto, rivolto soprattutto a chi dispone di un reddito fisso, e potrebbe essere messo in difficoltà finanziarie da un improvviso aumento del tasso di interesse variabile. Il tasso verrà calcolato sulla base dell’IRS di periodo, cui viene aggiunto uno spread stabilito dalla Banca e dipendente essenzialmente dalla durata complessiva dell’operazione. La durata del piano di ammortamento viene stabilita dal cliente dell’istituto di credito erogante, ma deve in ogni caso essere compresa tra un minimo di 5 anni e un massimo di 20 anni.

Collegamenti Sponsorizzati

Add a comment

GUIDA AI MUTUI: LA GAMMA DI FINANZIAMENTI A TASSO VARIABILE DI BANCA MEDIOLANUM

mutui | Page 6

mutuimediulanum.gifBanca Mediolanum ha predisposto una serie di mutui a tasso variabile molto personalizzabili, e in grado di rappresentare una gamma piuttosto completa per coloro che desiderino ottenere un finanziamento a tasso parametrato e in linea con l’andamento dei mercati finanziari. I mutui a tasso variabile di Banca Mediolanum possono innanzitutto essere parametrati non solamente al tradizionale Euribor, ma anche al tasso che la Banca Centrale Europea utilizza come riferimento per le proprie operazioni di rifinanziamento, per una possibilità introdotta in tempi non remoti anche nel sistema bancario e finanziario italiano. Inoltre, per ciò che concerne la struttura del piano di ammortamento, Banca Mediolanum consente non solo di optare per un tradizionale programma di rimborso alla francese – cioè con quote capitali crescenti e quote interessi decrescenti – ma anche per un programma di rimborso flessibile, con rate di soli interessi e rimborsi capitali a condizioni predeterminate e per importi non inferiori a 2.000 euro. Possibile infine usufruire di un piano di ammortamento con rata costante, che rende tuttavia indeterminabile la durata del programma di rimborso, che subirà un allungamento o un accorciamento a seconda che il parametro di riferimento subisca un incremento o un decremento.

Add a comment

GUIDA AI MUTUI: L'OFFERTA A TASSO FISSO E VARIABILE DI WOOLWICH

mutui | Page 6

woolwichmutui.gifWoolwich, parte del gruppo Barclays, ha un’offerta mutui piuttosto ampia. Tuttavia il nostro viaggio di queste settimane è finora limitato all’esame dei finanziamenti fondiari a tasso fisso e a tasso variabile e, di conseguenza, ci occuperemo esclusivamente di queste principali due tipologie tecniche. Il mutuo a tasso fisso per acquisto è utilizzabile per supportare operazioni di acquisizione di una proprietà immobiliare da adibire ad uso di civile abitazione accatastata al Nuovo Catasto Edilizio Urbano. Non è importante che si tratti di una prima casa, o di una seconda casa. I clienti finanziabili sono sia i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato (purchè lavoratori da almeno sei mesi) sia i lavoratori autonomi con almeno due anni di attività. Sono tuttavia posti alcuni limiti anagrafici (alla scadenza del mutuo il richiedente non deve aver superato l’85^ anno di età) sia di merito creditizio (tra questi, il richiedente non deve aver subito protesti e non deve aver in corso procedure fallimentari o pignoramenti). Per quanto riguarda l’importo finanziabile, questo deve essere compreso tra un minimo di 30 mila euro e un massimo calcolato nell’80% del valore commerciale dell’immobile oggetto di garanzia. A proposito di garanzia, è richiesta l’iscrizione ipotecaria, per un importo pari al 150% di quanto erogato. La durata dell’ipoteca è ventennale, e si rinnova ad opera della Banca, almeno due mesi prima della scadenza. La durata del mutuo deve invece essere compresa tra 10 e 30 anni, mentre la periodicità della rata è mensile, a mezzo addebito automatico in conto corrente

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed