Domenica, 28 Maggio 2017

Back TECNOLOGIA Categorie News L'Internet Economy Raggiungerà Nel 2016 un Fatturato di 4.200 Miliardi di Dollari

L'Internet Economy Raggiungerà Nel 2016 un Fatturato di 4.200 Miliardi di Dollari


Internet Economy, crescita, social network

Da quanto nel 1985 è stato registrato il primo dominio, l'Internet Economy non ha spesso di crescere, nonostante qualche recessione e il quasi collasso connesso alla bolla delle Dot.com, a cavallo del millennio. Internet è uno strumento ormai radicato nella vita di tutti i giorni ed è diventato per molti indispensabile soprattutto nelle società sviluppate. Ma il tasso di penetrazione dello strumento grazie soprattutto alla diffusione dei dispositivi mobili è enorme ed in continuo aumento, tanto che si stima che entro il 2016 ci saranno 3 miliardi di utenti internet a livello mondiale, quasi la metà della popolazione del pianeta. Secondo quanto riporta il Boston Consulting Group nel report “The 4,2 trillion opportunity: The Internet Economy in the G-20” l'Internet Economy nei Paesi del G20 raggiungerà entro quell'anno i 4.200 miliardi di dollari, contro i 2.300 miliardi di dollari del 2010. 

L'esplosione dell'Internet Economy è andata di pari passo con l'evoluzione tecnologica, prima dei pc (si pensi solo all'incremento di potenza dei processori negli ultimi 15 anni), poi dei motori di ricerca (Yahoo e Google in testa) fino a social network e ai dispositivi mobili.

Sono soprattutto questi ultimi due ad aver portato l'Internet Economy ad un livello successivo e a portarla ancora più lontano nei prossimi anni.
Nel 2010 come dicevamo l'Internet Economy rappresentava il 4,1% del Pil dei Paesi del G20 (pari a 2.300 miliardi di dollari), con in testa il Regno Unito dove l'Internet Economy contribuiva all'8,7% del Pil, seguito da Corea del Sud (7,3%), Cina (5,5%) e Giappone e Stati Uniti (entrambi al 4,7%). In Italia nel 2010 l'Internet Economy, come abbiamo visto, contribuiva al 2,1% del Pil, un risultato non entusiasmante (eravamo al 16° posto su 20 Paesi) ma con tassi di crescita decisamente interessanti (10% annuo). Nei prossimi anni faremo meglio, con un tasso di crescita dell'11%, un punto in meno rispetto al Regno Unito, ma superiore di almeno un punto rispetto alla media dei Paesi del G20. L'Internet Economy italiana, secondo il Boston Consulting Group, crescerà ad un tasso superiore anche a quello di Germania (7,8%) e degli Stati Uniti (6,5%). I Paesi con il tasso di crescita maggiore risulteranno essere Argentina e India con un tasso pari rispettivamente al 24% e al 23% annuo.
A beneficiare maggiormente delle opportunità offerte da Internet saranno soprattutto le piccole e medie imprese che avranno investito nei servizi online, che potranno vedere il proprio business crescere del 22% in più rispetto alle imprese che non sfrutteranno il canale online.
 
Valore Conto 468 x 60


 
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed