Domenica, 22 Aprile 2018

News

Il Futuro di Google in Quattro Progetti

Google, Android, telefonia, cloud“Cosa vuol fare Google da grande?” E’ questa la domanda che Steve Jobs pose a Larry Page quando quest’ultimo, fresco di nomina a Ceo della compagnia di Mountain View, gli chiese consigli per amministrare bene la ‘creatura’. Il defunto fondatore di Apple consigliò innanzitutto minore dispersione, maggiore integrazione tra gli strumenti di Google (che sono tutt’ora tantissimi). In breve di puntare su un numero ristretto di novità, ma farlo sul serio.
Il primo consiglio è stato certamente seguito, poiché è evidente come Google abbia optato per una fusione ‘a pacchetti’ di alcuni suoi prodotti. Per fare un esempio, Google + e Gmail sono ora integrati al cento per cento. A quanto pare, anche l’ultimo dei consigli del guro di Cupertino sarà seguito. Il futuro di Google, infatti, è scritto in quattro progetti. Quattro, infatti, saranno i punti su cui si dipanerà l’offerta futura di Google.

Add a comment

Steve Jobs Secondo l’FBI: Drogato e Disonesto

Steve Jobs, AppleLa biografia di Steve Jobs sta vendendo molto bene. Merito sicuramente dell’onda lunga della commozione per la sua morte, avvenuta il 6 ottobre scorso, ma anche all’immagine che il fondatore di Apple è riuscito a costruirsi e a ‘vendere’ un po’ a tutti: media, pubblico, stakeholder. Del resto giusto l'altra sera ha vinto un grammy postumo, per l'enorme contributo dato alla musica ed è stato eletto, una settimana fa in prima posizione tra i 100 personaggi più cool della Silicon Valley
Ma l’ Fbi aveva scoperto un altro Steve Jobs, forse più vero, forse no. Certo più interessante. “Molto più divertente della sua biografia ufficiale”, così si è espresso il New York Magazine riguardo al rapporto che i servizi segreti americani fecero una ventina di anni fa ma diffuso solo ora. La legge degli Stati Uniti proibisce la diffusioni di documenti del genere se ‘l’oggetto del rapporto’ è ancora in vita.
L’ Fbi ha cominciato a seguire Steve Jobs nel 1985. A quel tempo Jobs era presidente di NexT e proprietario dell’azienda di software Pixar.

Add a comment

Ecosia: Motore di Ricerca Ambientale per Salvare la Foresta Amazzonica

Ecosia, motore di ricerca, ambienteL'evento della settimana che ha scosso il web e il mondo dei media italiani e internazionali è stato il lancio di Volunia, il motore di ricerca sociale progettato da Massimo Marchiori. Sebbene le critiche siano giunte numerose e da più parti (compreso da noi) ciò ha permesso di riportarmi alla memoria un altro “motore di ricerca” di cui ci occupammo agli albori di Blogrisparmio.it. Non si trattava di nulla di innovativo, anche perchè si appoggiava sulla tecnologia di ricerca di Google, ma di qualcosa che aveva più che altro una finalità sociale, e più precisamente ambientale. Mi sto riferendo a Ecocho, un motore di ricerca australiano che aveva l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra, attraverso le ricerche degli utenti. In pratica ogni mille ricerche effettuate, la società che gestiva il sito si occupava a donare i proventi ricavati dalla pubblicità per piantare alberi.

Add a comment

Youtube: Al Via La Rivoluzione Dei Canali, Sarà la Morte Dei Dilettanti Allo Sbaraglio?

youtube, video, googleIl vecchio Youtube va (forse) verso la morte e con esso il mondo che ha costruito in questi otto anni di vita. Un mondo fatto di dilettanti allo sbaraglio balzati all’onore della cronaca, un mondo fatto di star scoperte direttamente sul web, un mondo popolato da utenti in grado di creare da soli una vera e propria web culture capace di influenzare anche la quotidianità offline. Tutto questo rischia di sparire, forse (ribadiamo). Il ceo di Youtube, Salar Kamangar, ha intenzione di trasformare il paradiso del “Broadcast yourself” in un’oasi di canali tematici. Insomma, Youtube diventerà una sorta di tv, assimilabile in tutto e per tutto alle tv via cavo che spopolano negli Stati Uniti. I contenuti saranno originali, professionali e a pagamento (fruibili attraverso un abbonamento premium).
Perché questo cambiamento? Al centro della decisione di Kamangar ci sono, ovviamente i soldi.

Add a comment

Internet: Italiani Impreparati Sul Fronte Della Sicurezza, a Rischio Soprattutto i Minori

Internet, sicurezza, minoriOggi è il Safer Internet day, evento organizzato nell'ambito dell'Iniziativa Insafe, promossa dalla Commissione Europea, per un utilizzo sicuro di internet e delle nuove tecnologie con particolare attenzione nei confronti dei bambini e per promuovere una maggiore consapevolezza dei rischi legati alla rete. In generale i dati che riguardano l'Italia non sono rassicuranti sia per quanto riguarda il livello di sicurezza e conoscenza dei sistemi di protezione dei dati, sia per quanto riguarda la tutela dei minori. Partiamo dal tema della sicurezza.
Come ogni anno Microsoft ha pubblicato il Computing Safety Index (MCSI), un indice di sicurezza informatica su scala 1-100, che contraddistingue il livello di sicurezza informatica di 27 Paesi, europei e mediorientali. Bene di fronte ad un punteggio medio pari a 44, il nostro Paese ha totalizzato 39 punti, piazzandosi al terzultimo posto davanti solamente a Bosnia (36) e Montenegro (38).

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed