Lunedi, 18 Giugno 2018

Back TECNOLOGIA Categorie News Eco guida Ai Prodotti Elettronici: Ecco le Marche Più Green

Eco guida Ai Prodotti Elettronici: Ecco le Marche Più Green


Greenpeace, eco.guida ai prodotti elettronici

Greenpeace ha pubblicato la versione aggiornata della sua eco-guida ai prodotti elettronici, in cui la celebre ONG ambientalista confronta i principali produttori di cellulari, Tv e PC, in base alle loro politiche in termini di riduzione dell'impatto ambientale, produzione di prodotti più eco sostenibili e sostenibilità della filiera. L'obiettivo principale della guida è quello di spingere i 15 top produttori mondiali a calcolare e a ridurre le proprie emissioni di gas serra attraverso l'efficienza energetica, l'utilizzo e la promozione delle energie rinnovabili. Inoltre la guida vuole spingere le imprese a realizzare prodotti più verdi, che durino di più e che siano allo stesso tempo efficienti e privi di sostanze chimiche pericolose.

Infine tra gli obiettivi di Greenpeace per le imprese vi è quello della riduzione degli impatti sull'ambiente durante il processo produttivo, dal recupero delle materie prime, al ritiro dei prodotti a fine vita. Come abbiamo già avuto modo di vedere nelle precedenti classifiche di Greenpeace le aziende vengono valutate e classificate in base ad un punteggio che va da 0 a 10, valutando anche progressi o peggioramenti rispetto al passato.

LA CLASSIFICA

Scorrendo i primi posti ci si accorge subito di un grosso cambiamento Nokia, colosso finlandese della comunicazione, perde la testa della classifica per la prima volta dal 2008, finendo terza con un punteggio di 4,9 su 10. A rubarle la scena sono in prima posizione Hp con un punteggio di 5,9, che guadagna tre posizioni rispetto alla precedente classifica grazie soprattutto alla sostenibilità della propria filiera e alle politiche energetiche. Dove deve ancora migliorare è nel campo dell'ecocompatibilità dei prodotti. Dell si piazza al terzo posto con un punteggio di 5,1, facendo numerosi passi avanti rispetto alla classifica dello scorso anno. Ciò è dovuto soprattutto ai miglioramenti nel settore : “ Energia”, dove l'azienda si è posta l'obiettivo di ridurre le proprie emissioni di gas serra entro il 2015.
Al terzo posto Nokia viene penalizzata proprio per quanto riguarda le politiche energetiche. Secondo Greenpeace Nokia deve sviluppare maggiormente il proprio piano di energia elettrica pulita e dimostrare come intende ridurre di almeno il 30% le proprie emissioni di gas serra entro il 2015, attraverso il ricorso alle energie rinnovabili e il risparmio energetico.
Scorrendo velocemente le altre posizioni della classifica troviamo Apple al 4° posto con un punteggio di 4,6, seguita da Philips con 4,5 punti, da Sony Ericcson con 4,2, da Samsung con 4,1 e da Lenovo con 4,8. Chiudono la top ten Panasonic e Sony entrambe con con 3,6 punti in nona e decima posizione. Nelle ultimi cinque posizioni troviamo infine Sharp, all'11° posto con un punteggio di 3 seguita da Acer e da Lg con un punteggio di 2,9, da Toshiba con 2,8 e da Rim con un misero 1,6.
L'azienda canadese debutta in classifica per la prima volta, anche se in ultima posizione, a causa, di bassi voti nella categoria Energia e in quella Prodotti. Prende poi zero punti sulla capacità di gestire le emissioni di gas serra della propria filiera produttiva.
La classifica completa in Italiano è disponibile a questo indirizzoquesto indirizzo.

RISORSE:



 CREDIT
oskayoskay by flickr
 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed