Venerdi, 24 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società

Politica

Piccoli Comuni: Realtà in Declino o Punto di Forza?

Positano, piccoli comuni, economiaL'IFEL ha pubblicato l'annuale versione dell'Atlante dei Piccoli ComuniAtlante dei Piccoli Comuni, realizzato in collaborazione con l'Area Piccoli Comuni e Gestioni Associate dell'Anci, in cui viene presentata in modo molto particolareggiato e completo la realtà dei comuni italiani con popolazione minore o uguale ai 5 mila abitanti.
Si tratta di 5.683 Piccoli Comuni dove risiede il 17% della popolazione italiana, ma che contribuiscono al carattere inconfondibile del Paese. Inoltre questi comuni rappresentano il 70% delle amministrazioni comunali, coprono il 70% del territorio italiano e, come abbiamo già visto nell'edizione dello scorso anno, sono quelli che hanno un maggior numero di impianti di energia pulita sui propri territori e quelli che dimostrano una maggiore attenzione al tema della raccolta differenziata.
I piccoli comuni sono spesso considerati come realtà in declino, governate da amministrazione sovradimensionate e costose.

Add a comment

Pubblica Amministrazione: Con l'1% di Efficienza in Più il PIL Aumenta Dello 0,9%

pubblica amministrazione, efficienza, crescita PilLa Pubblica Amministrazione è protagonista, in questi giorni di estate, dell’agenda politica. Si susseguono ipotesi di tagli che preoccupano alcuni partiti e vedono d’accordo altri. Tutto è inserito nella più generale questione della Spending review.
Il ‘caso Pubblica Amministrazione’ va considerato in termini di bilancio finanziario. Vanno trovati in fretta 9 miliardi di euro per scongiurare l’aumento dell’Iva a ottobre, che avrebbe effetti disastrosi sulla già apocalittica situazione dei consumi in Italia.
Tuttavia, entra in gioco anche in fattore di crescita. Se si razionalizza la Pubblica Amministrazione, aumenta il Pil. Efficienza, in questi casi come in molti altri, vuol dire produttività. A dichiararlo è stato nientemeno che Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, che è intervenuto all’assemblea degli industriali pugliesi, tenutasi a inizio luglio. “C'è una stima del centro studi di Confindustria -da cui risulta che una riduzione dell'uno per cento dell'inefficienza della Pubblica Amministrazione porterebbe automaticamente all'incremento dello 0,9% del Pil”.

Add a comment

La Crisi Economica, Sociale e Ambientale Secondo il Social Watch

Social Watch, crisi, economia, societàIl Social Watch è una rete internazionale di cui fanno parte oltre 500 organizzazioni presenti in più di 70 Paesi e che si occupa di monitorare l'operato dei governi per l'abbattimento delle barriere sociali, la realizzazione dei diritti e per l'equità. Il rapporto annuale 2012 di Social Watch Italia (relativo al 2011), presenta un Paese in forte crisi economica, sociale e ambientale, che ha visto attuarsi politiche che sono andate rendere inefficace la disponibilità e l'erogazione dei servizi essenziali, portando inevitabilmente ad un peggioramento della qualità della vita di una importante parte della popolazione. Cresce inoltre il divario tra gli italiani con redditi più elevati e quelli con redditi più bassi, che aumentano anche di numero. In Italia oramai il 10% dei nuclei più agiati possiede quasi la metà della ricchezza delle famiglie (il 45,9%).

Add a comment

Crescita e Credito Alle Banche: le Parole d’Ordine per Salvare l’Euro

Euro, crescita, credito alle bancheCrescita e accesso al credito per le banche. Sono questi gli ingredienti indicati da Stefano Micossi nelle pagine di Repubblica per tirare fuori l’euro dalla crisi profonda in cui versa. Stefano Micossi è un famoso economista italiano, docente al Collegio d’Europa (scuola di economia internazionale e d’elite), presidente del Comitato scientifico di Confindustria.
Stefano Micossi parte specificando l’obiettivo che, prima di ogni altro, va raggiunto: ridare credibilità all’eurozona. Per realizzare ciò è necessario mettere in campo, almeno all’inizio, misure a breve termine, considerato che ogni mese che passa la situazione peggiora (per colpa dello spread e di altri parametri fuori posto).
In via prioritaria specifica anche quali misure non vanno assolutamente prese. Vanno evitate nuove misure di austerity. Spagna, Italia, Grecia hanno già ‘subito’ abbastanza in termini di politiche restrittive.

Add a comment

Crisi Della Grecia: Perchè l’Uscita Dall’Euro Sarebbe Catastrofica

dracma greca, crisi Grecia, euroLa crisi non sembra disposta ad allentare la sua morsa. Il destino dell’Unione Europea e della Grecia in questi giorni convulsi di giugno si sta compiendo. Il vertice a quattro tra i maggiori leader europei, tenutosi a Roma nei giorni scorsi, ha aperto spiragli per un accordo che allontani l’Europa e l’euro dal centro della crisi. Contemporaneamente, gli ispettori della Troika (Fondo Monetario Internazionale, Banca Centrale Europea, Banca Mondiale) stanno testando forza e volontà del nuovo leader greco Adonis Samaras; sul tavolo c’è un prestito da 100 miliardi pronto per il paese ellenico. Riuscirà a ‘meritarselo’? E’ questa la domanda che tutti si pongono.
Sono molti, però, a temere che la Grecia non ce la farà. Molti, infatti, danno per altamente probabile l’uscita dall’euro e il ritorno alla dracma. Ma è un evento auspicabile? Rabbia populista a parte, non lo è affatto.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed