Lunedi, 20 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società

Politica

Il Riciclaggio e l'Usura Nell'Italia Della Crisi

riciclaggio, usura, criminalitàLo scorso anno le segnalazioni di operazioni sospette di riciclaggio eseguite dagli intermediari finanziari sono state 48.344, in crescita del 303,3% rispetto al dato di 5 anni fa. Otto segnalazioni su dieci sono state eseguite dalle banche. A segnalare la situazione è stata la Cgia di Mestre secondo cui con la crisi economica in atto si corre il pericolo che le organizzazioni criminali riciclino i proventi delle attività illegali nei settori economici maggiormente colpiti dalla recessione.
Una situazione di vulnerabilità che soprattutto in alcuni settori è acuita dalla forte contrazione nell'erogazione del credito messa in atto dalle banche.
A livello territoriale la regione più a rischio è la Lombardia dove solo nello scorso anno si sono avute 8.778 segnalazioni di operazioni sospette (+55,1% sul 2009). Seguono Lazio con 6.350 (+108,5%) e Campania con 6.128 (+240,3%).

Add a comment

I Ritardi Dei Pagamenti Della Pubblica Amministrazione e i Costi per la Collettività

Ritardo Pagamenti, Pubblica amministrazione, imprese, fallimentiIl ritardo dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione sta creando non pochi problemi alle imprese, costrette spesso dalla crisi di liquidità e dalla stretta del credito a dichiarare fallimento. Il Governo è recentemente intervenuto con quattro decreti che dovrebbero alleggerire un po' l'a pressione, tramite meccanismi di compensazione dei crediti e aiuti più concreti da parte del sistema bancario. La notizia più importante riguarda però la decisione di recepire entro la fine dell'anno la Direttiva europea sui ritardi dei pagamenti, che fissa un limite di 60 per i Pagamenti dei debiti da parte della Pubblica Amministrazione, trascorsi i quali scatta un interesse di mora dell'8%. Una notizia importante, che fa ben sperare le imprese, visto che attualmente la Pubblica Amministrazione ha un ritardo medio dei pagamenti di 90 giorni, record assoluto tra i grandi Paesi d'Europa ad un abisso di distanza da Francia (21 giorni), Regno Unito (18 giorni), Germania (11 giorni) e dalla media UE (31 giorni).

Add a comment

Più Della Metà Dei Pensionati Ha un Reddito Inferiore ai Mille Euro

Pensionati, Inps, PensioniIl 52,1% dei pensionati Inps, vale a dire 7,2 milioni di persone, ha un reddito pensionistico inferiore ai mille euro, mentre il 17,2% del totale (2,39 milioni di pensionati) sta sotto i 500 euro al mese. Sono questi alcuni dei numeri che emergono dalla relazione annuale dell'Inps. Il reddito pensionistico medio è di 1.131 euro, in aumento del 4,33% rispetto al 2010 (1.084 euro), rispettivamente pari a 930 euro mensili per le donne e di 1.366 euro per gli uomini. Le donne, infatti, pur essendo la maggioranza dei pensionati (il 59%), percepiscono il 44% del reddito pensionistico complessivo. Se si passa dal reddito pensionistico alle pensioni, il 77% degli assegni è sotto i mille euro mensili. Di questi il 49,1% è inferiore ai 500 euro, mentre il 27,9% è compreso tra i 500 e i 1000 euro.  

Add a comment

Livello di Benessere: Italia Vicino Alla Media Ocse

Ocse, benessere, A distanza di un anno dal lancio, l'Ocse ha rilasciato una versione aggiornata dell'Your Better Life Index, un indice interattivo che permette alle persone di comparare i vari Paesi secondo undici indicatori economico sociali, indicativi del livello di benessere. L'idea è quella di andare oltre al concetto di benessere legato al prodotto interno lordo assoluto o pro capite. I parametri sono i medesimi dello scorso anno, ovvero casa, reddito, lavoro, comunità, istruzione, ambiente, governo, salute, soddisfazione di vita, sicurezza, conciliazione tra lavoro e vita privata, ma la versione aggiornata li approfondisce e li integra con dati di genere e sulla disuguaglianza. Inoltre sono stati inseriti i dati di Brasile e Russia. L'indice ordina i Paesi secondo i vari parametri in una scala di valore che va da 0 a 10.
Per quanto riguarda il nostro Paese, l'Ocse sottolinea che l'Italia è vicina alla mediavicina alla media in diversi parametri dell'indice.

Add a comment

L'Italia Non è un Paese per Giovani

classe dirigente, età media, giovaniL'Italia non è un Paese per giovani. Lo dimostrano i dati sull'occupazione e quelli sulle possibilità di accesso alla casa, ma anche nel crescente numero di storie di successo di giovani all'estero. Uno dei problemi di questa situazione può essere ricondotto al fatto che la classe dirigente italiana pensa ai giovani (forse), ma non è composta da giovani, anzi risulta essere la più vecchia d'Europa. Che l'Italia sia un po' da sempre gerontocratica non è un fatto nuovo, ma una nuova ricerca realizzata dalla Coldiretti e dall'Università di Calabria ha messo in luce quanto effettivamente lo sia, nei più svariati campi. L'Età media della classe dirigente italiana è infatti di 59 anni.
L'analisi della Coldiretti parte dalla politica dove l'età media dei parlamentari è di 57 anni al Senato e di 54 anni alla Camera.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed