Martedi, 21 Novembre 2017

Back Politica e Società Nasce il Marchio per Identificare i Luoghi Che Sono Patrimonio Europeo

Nasce il Marchio per Identificare i Luoghi Che Sono Patrimonio Europeo


Campidoglio

Di marchio per il patrimonio europeo a livello ufficiale si è iniziato a parlare nel 2010, con la proposta della Commissione Ue per identificare i luoghi (siti) che rappresentino un elemento di identità del vecchio continente e valorizzino la storia comune. L’ Europarlamento ha appena approvato una risoluzionerisoluzione che prevede l’introduzione del marchio a partire dal 2013.
Con cadenza biennale i 27 Stati membri potranno volontariamente proporre due siti che presentano i requisiti per l’assegnazione del marchio: la selezione avverrà in modo trasparente (il voto verrà dato da una commissione data da 13 esperti indipendenti ) e avrà carattere revocabile. Sarà infatti onere degli Stati tutelare il sito assegnatario per fare in modo che mantenga le caratteristiche simboliche originarie e sponsorizzarlo.  

La promozione del marchio invece spetta alla Commissione europea. Può essere selezionato ogni volta un solo sito per Paese. Nessun limite riguardo alla tipologia del bene o del luogo candidato, che può essere un monumento ma anche un luogo naturale o un sito archeologico. O ancora un luogo industriale o urbano, un paesaggio ricco di cultura, un luogo della memoria ed anche un luogo contemporaneo che abbia una rilevanza per la storia e il patrimonio comune d'Europa.

Sarà possibile anche candidarsi per l’assegnazione di un unico marchio “a tema”, che inglobi più siti nazionali con soggetto comune. Quel che caratterizza il marchio del patrimonio europeo, differenziandolo anche dal patrimonio dell’Unesco, è che i siti non saranno selezionati in base a criteri artistici o estetici ma per il valore simbolico per la storia dell’Europa. Andando ancora più indietro nel tempo, si riscontrano i primi cenni a questa valorizzazione internazionale, nel progetto intergovernativo a cui avevano preso parte nel 2006, 17 Stati membri. Sulla base di questo sistema erano stati riconosciuti i marchi a sessantaquattro siti tra cui i cantieri di Danzica in Polonia, dove nacque il primo sindacato indipendente in uno stato firmatario del Patto di Varsavia e dove quindi vennero messe le basi per l’unificazione del continente in seguito alla conclusione della Guerra fredda. Per quanto riguarda nello specifico l’Italia, finora erano stati candidati i paesi che hanno dato i natali rispettivamente a Rossini, Puccini, Verdi e Alcide De Gasperi nonché l’isola di Ventotene e il Palazzo del Campidoglio a Roma. Sicuramente il riconoscimento ufficiale di questo marchio serve a conferire maggiore credibilità, valore e prestigio e a sentirci tutti più europei.
468x60 Trova offerte sotto 60 euro
RISORSE:

 

  

CREDIT
Corscri Daje Tutti! [Cristiano Corsini]Corscri Daje Tutti! [Cristiano Corsini] by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed