Giovedi, 19 Ottobre 2017

Back CREDITO Categorie Prestiti Prestiti: Ora il Supermarket Fa da Banca

Prestiti: Ora il Supermarket Fa da Banca


grande distribuzione, banca, finanziamenti

In un momento in cui le banche stentano a concedere prestiti ecco che si fa avanti la grande distribuzione cercando di coprire il vuoto soprattutto per quanto riguarda il credito al consumo. Ma la strategia della grande distribuzione è più ampia e mira anche a gestire i risparmi oltre che a concedere finanziamenti. Non si tratta di una novità, visto che all'estero la cosa è già diffusa specie in Francia (regina della grande distribuzione) e Regno Unito, ma per l'Italia è un fenomeno abbastanza nuovo.
Uno dei grandi gruppi importatori del fenomeno è Carrefour, leader del mercato delle vendite al dettaglio, che ha aperto in Italia 23 filiali della propria Banca Carrefour, mentre, spiega RepubblicaRepubblica, altre 7 dovrebbero aprire entro la fine dell'anno. Le Banche Carrefour sono autorizzate dalla Banca d'Italia, hanno sportelli fisici e godono di un duplice vantaggio.

La possibilità di avere un orario di apertura molto flessibile (anche la domenica e fino alla sera) e le agevolazioni di cui godono gli istituti stranieri che le permettono di concedere finanziamenti a tassi vantaggiosi. Anche l'altro grande gruppo francese della Gdo presente in Italia non ha voluto farsi scappare l'occasione, sebbene l'offerta di Auchan sia meno strutturata di quella di Carrefour.

Auchan offre la possibilità di ottenere un prestito fino a 30 mila euro o una carta di credito, grazie alla collaborazione con Unicredit che dispone di sportelli all'interno dei centri commerciali. In questo caso non si devono obbligatoriamente aprire conti correnti dedicati e facendo la spesa si possono accumulare i punti Nectar che permettono di accedere ad una vasta gamma di premi.
Ma se la Francia è avanti nel settore, l'Italia non resta a guardare, infatti la Coop permette di aprire un libretto di prestito depositando fino ad un massimo di 33 mila euro. Fino ad ora l'iniziativa ha avuto successo con 11 miliardi di euro depositati dai soci per una media di 9.800 euro a deposito. Il vantaggio di avere un libretto di prestito è che le movimentazioni di denaro, così come l'apertura e la chiusura sono gratuiti. Inoltre il libretto permette di pagare la spesa e di richiedere prestiti e mutui a tassi agevolati.
Insomma la strada è tracciata e sempre più italiani sembrano fidarsi dei gruppi della grande distribuzione per depositare risparmi e richiedere prestiti, per cui c'è da aspettarsi un incremento dell'offerta e una sempre maggiore risposta da parte dei consumatori. L'unico grande gruppo italiano che al momento non sembra interessato ad entrare nel settore è Esselunga, che pare più focalizzato sul proprio core business della grande distribuzione.
468x60_spesa
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed