Domenica, 22 Aprile 2018

Prestiti

GENESI DI UN PRESTITO: COME DEFINIRE GLI INTERESSI DI UN FINANZIAMENTO ATTRAVERSO IL MONTANTE

montante.gifIl montante rappresenta la cifra che il debitore dovrà rimborsare alla banca o alla società finanziaria alla scadenza del finanziamento ed è determinato dalla somma del capitale prestato, quello che nel contratto viene chiamato “netto erogato” o “netto ricavo”, e degli interessi definiti in base al tasso annuo nominale. Durante la valutazione di una richiesta di prestito, l’istituto di credito dovrà indicare esattamente i seguenti parametri:

  • Importo esatto della rata da rimborsare
  • Numero di rate previste in quel dato finanziamento
  • Capitale netto erogato (escluse tutte le spese inerenti l'operazione finanziaria)

 

Per procedere con il calcolo del montante, è sufficiente moltiplicare l'importo della singola rata per la durata prevista dal prestito. Il montante è comprensivo anche degli interessi, quindi sottraendo poi al montante totale il capitale netto erogato avremo il calcolo degli interessi da rimborsare.

Add a comment

GUIDA AI PRESTITI PERSONALI: L'OFFERTA TUTTOFARE DI MONTE PASCHI SIENA

mpsprestiti.gifI prestiti personali di Monte dei Paschi di Siena sono relativi alla gamma TuttoFare. Vediamo in dettaglio le caratteristiche del finanziamento non finalizzato. Innanzitutto, l’importo: con TuttoFare è possibile richiedere dai 1.500 ai 30.000 Euro, per un ventaglio di importi certamente non ampissimo, ma comunque in linea con i principali attori del settore bancario italiano. Anche il periodo di ammortamento non offre sorprese, con rate a partire dai 12 e fino ai 72 mesi. Caratteristiche di TuttoFare comuni anche agli altri prestiti personali che abbiamo già avuto modo di evidenziare sono la promessa rapidità in sede di erogazione, il preammortamento di due mesi dall’erogazione del prestito, la copertura assicurativa facoltativa, una assistenza clienti dedicata, la possibilità estinguere in anticipo il prestito. Come opzione di flessibilità è invece prevista la possibilità di saltare una rata mensile a scelta, senza costi aggiuntivi, scegliendo di pagarla alla fine. Veniamo dunque ai dati delle condizioni economiche che emergono dai fogli informativi di trasparenza. Abbiamo prima di tutto un tasso annuo nominale pari all’11,65%, che ci pare un po’ troppo caro rispetto a quanto abbiamo avuto modo di vedere in casa Intesa SanPaolo, BNL e Unicredit.

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

Add a comment

ARRIVA IL SOCIAL LENDING TUTTO ITALIANO: PRESTIAMOCI.IT

prestiamoci.gifNell'Articolo precedente abbiamo analizzato la situazione del mercato del social lendingmercato del social lending in Italia. Una situazione che potremmo definire paralizzata, vista la decisione della Banca D'Italia di “cancellare” dall'elenco degli intermediari finanziari, direttamente o indirettamente, le tre società presenti nel panorama italiano. In attesa di decisioni giudiziarie in merito e delle contromosse degli operatori estromessi dal mercato, una società italiana, prestiamoci.it mira a rilanciare il prestito sociale, inserendosi nel mercato italiano. Nell'articolo di oggi andremo ad analizzare le caratteristiche dell'offerta di prestiamoci.it ad un giorno dal lancio, fissato per il 1 ottobre 2009. Iniziamo col dire che prestiamoci.it ha ottenuto dalla Banca d’Italia l'autorizzazione a operare nell'ambito del prestito tra persone, per cui si ritengono superati i limiti che hanno portato alla sospensione di Zopa (parcheggio dei fondi su conto terzo prima dell'erogazione del credito). Proprio questo punto è chiarito da un'informativa che specifica come i flussi di denaro tra prestatori e riceventi , verranno custoditi da Banca Sella, che svolgerà sempre da tramite tra i fondi, mentre il resto della transazione sarà gestito tramite una applicazione web totalmente integrata con il sito. Questo aspetto costituisce una novità nel social lending, in quanto , l'idea principale vuole appunto mettere in contatto diretto gli utenti, tagliando fuori le banche e garantendo così tassi di mercato migliori. E' probabile che questo ricorso alla Banca, come garante dei fondi, rappresenti l'unica garanzia per non ricevere future obiezioni di legittimità da parte della Banca D'Italia.

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

Add a comment

PRESTITI PERSONALI ALLE MIGLIORI CONDIZIONI DI MERCATO: IL SOCIAL LENDING E' DAVVERO LA SOLUZIONE?

sociallendingpre.gifL'ultima fatica del nostro Roberto, qua su blogrisparmio, è una serie di recensione sui prestiti personaliprestiti personali offerti dai principali istituti di credito. La crisi, infatti, ha spinto verso l'alto la richiesta di prestiti personali e soprattutto il ricorso alla cessione del quinto (in aumento del 25% rispetto all'anno precedente), di qui la nostra decisione di affrontare in modo più approfondito il fenomeno. Esiste tuttavia una terza via, che tende a tagliar fuori banche e finanziarie dalle transazioni monetarie tra soggetti in deficit e soggetti in surplus, la via del social lending. Questo tipo di prestito permette teoricamente di offrire tassi migliori del mercato, in quanto non “esistono” intermediari, se non la società che mette in contatto direttamente i privati. In passato abbiamo descritto i due principali attori sul mercato italiano ZopaZopa e BooberBoober, società già attive con successo in altri mercati europei. Oggi vorrei cogliere l'occasione del prossimo ingresso sul mercato del social lending di prestiamoci.it, una nuova realtà tutta italiana, per analizzare brevemente l'andamento del prestito sociale nel nostro Paese. Questa tipologia di prestito, disponibile ormai da un paio di anni, ha stentato a sfondare nel nostro Paese, a differenza di altre regioni europee in cui fin da subito l'idea ha riscosso successo. Questo a mio parere è dovuto a tre ragioni principali: un ritardo di fondo per ciò che riguarda la cultura di internet, una certa diffidenza verso le novità che riguardano investimenti alternativi (accadde anche per le azioni ordinarie e le azioni di risparmio) ed infine una grande fiducia, spesso mal posta, verso i canali tradizionali di accesso al credito. Nonostante tutto, il fenomeno stava prendendo piede allargando il proprio numero di utenti e capitale prestato, quando, nei primi giorni di luglio 2009, per Decisione della Banca D'Italia il social lending è stato spazzato via dal mercato.

Add a comment

GUIDA AI PRESTITI PERSONALI: BNL REVOLUTION LARGE

bnlprestiti.gifProseguiamo i nostri appuntamenti periodici con il mondo dei prestiti personali disponibili nel panorama bancario italiano. Oggi è la volta di BNL, Gruppo BNP Paribas, che dispone di una gamma di finanziamenti davvero vasta. A noi tuttavia interessa il classico prestito personale, che nell’istituto di credito in questione ha il nome di BNL Revolution. Disponibile anche nelle versioni Large (per finanziamenti fino ai 100.000 Euro) e XXL (per piani di ammortamento fino ai 120 mesi), il BNL Revolution è un prestito personale di ampio spettro, con la possibilità di consentire erogazioni di importi dai 500 euro ai 100.000 Euro, promettendo così di soddisfare praticamente quasi qualsiasi esigenza finanziaria non legata all’acquisto o alla costruzione di un appartamento. Il piano di ammortamento inoltre ci sembra piuttosto ampio, prevedendo rimborsi dai 6 ai 120 mesi: i 10 anni sono un periodo di tempo che non tutte le banche contemplano per i rimborsi rateali legati ai prestiti personali. BNL promette inoltre di sbrigare la pratica nel giro di 48 ore: anche se fosse vero, questa non ci sembra una novità, ma è comunque positivo ribadire a chiare lettere gli intenti di velocizzare il processo di erogazione.

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
 

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed