Martedi, 21 Maggio 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Solare Indigo: Il Nuovo Fotovoltaico Off Grid Che Si Ricarica Con La Prepagata

Indigo: Il Nuovo Fotovoltaico Off Grid Che Si Ricarica Con La Prepagata


fotovoltaico, off grid, risparmio

In regioni poco accessibili, lontane dagli impianti convenzionali e con una bassa densità di potenziali clienti, la soluzione off-grid, ossia “fuori rete”, spesso è l’unica possibilità conveniente di fornitura energetica. Ottimo, quindi, per scuole, ospedali, case private, isole di confine e operazioni varie che lavorano in un luogo selvaggio, ma non sempre alla portata di tutti. In genere si tratta di sistemi per abitazioni individuali o di micro-reti che riforniscono un piccolo agglomerato con uno o più sistemi fotovoltaici collegati. Questi sistemi necessitano di un modulo fotovoltaico, di un regolatore solare e di una capacità di stoccaggio, come può essere una batteria e/o altri dispositivi che generano energia. La batteria generalmente è al piombo e ad serve accumulare l’energia dei moduli e rilasciarla quando serve.

IndiGo è il nuovo sistema fotovoltaico off-grid che si può pagare ricaricando una carta prepagata. La Banca Mondiale ha stimato che oltre 1,6 miliardi di persone non hanno accesso all'elettricità e denaro per acquistare i pannelli e che, quindi, troverebbero conveniente la novità. Questo potenziale bacino ha insormontabili difficoltà a comprare il normale sistema fotovoltaico off-grid e attualmente, ottiene l’energia elettrica da combustibili come il kerosene, che provoca però danni ambientali e di salute. I vantaggi sarebbero tanti, compresa la diffusione di energia pulita e la migliore luminosità del led, oltre che enormi opportunità anche per i produttori e i gestori dei dispositivi.

L’inventrice di IndiGo è la Eight19, azienda britannica che collabora con la Cambridge University e che ha progettato questo sistema fotovoltaico di materia organica, a basso costo e con batteria integrata. “L'energia solare offre benefici enormi dal punto di vista economico, sociale e sanitario ai più poveri”, commenta Steve Andrews, di Solar Aid, ong che sta collaborando con Eight19 per la distribuzione di IndiGo.
Di questi tempi, l'elettricità è sempre più necessaria in particolar modo per la diffusione dei telefoni cellulari. Esistono già kit che garantiscono un po’ di autonomia elettrica, ma a costi troppo elevati Con IndiGo, quindi, è possibile essere raggiungibili con poco denaro anche nelle zone più isolate grazie alla sua dotazione base: un caricatore universale per cellulari, la lampada a led e due carte prepagate gratuite, che valgono per due giornate di elettricità. Le carte prepagate si utilizzano come quelle telefoniche, ossia si compera la prepagata, si gratta e si comunica il codice via sms; poi si riceverà un altro codice da digitare sulla tastiera del dispositivo. A questo punto l’energia sarà disponibile per un certo periodo di tempo, terminato il quale si dovrà ricomprare una carta prepagata.
Rimane da capire, ora, se i finanziamenti per far decollare il progetto ci sono o meno: entro il 2011 la Eight19 ricapitalizzerà 10 milioni di sterline per buttarsi nei mercati dei paesi emergenti, iniziando dal Kenya, dove è già presente, dallo Zambia, Malawi e India per arrivare nel 2012 a pieno ritmo di commercializzazione.
In chiusura vi lasciamo con il link al canale video di Eight19canale video di Eight19, in cui viene spiegato il funzionamento di Indigo.
Attivati subito

RISORSE


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Energia

energia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed