Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Scuola ed Istruzione OCSE: BOCCIATA LA SCUOLA ITALIANA. IL NOSTRO PAESE ULTIMO PER SPESA PUBBLICA NELL'ISTRUZIONE

OCSE: BOCCIATA LA SCUOLA ITALIANA. IL NOSTRO PAESE ULTIMO PER SPESA PUBBLICA NELL'ISTRUZIONE


ocsescuolabocciata0809.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Ocse: Bocciata la Scuola Italiana. Il Nostro Paese Ultimo per Spesa Pubblica nell'Istruzione | Università | Studenti |

Ocse: Italia bocciata senza appello sul fronte Scuola, a causa di investimenti nell'istruzione troppo risicati, poco appeal internazionale, troppo tempo perso sui banchi di scuola e insegnanti sottopagati. A rivelarlo è il rapporto “Education at a Glance” dell’Ocse, in cui sono stati confrontati gli investimenti nell'istruzione con l'efficienza del sistema educativo. Secondo l'organizzazione la preparazione e l'adeguata formazione conseguita in ambito scolastico costituiscono gli elementi essenziali per uscire dalla crisi.
Stando alle rilevazioni dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo , l'Italia spende il 4,5% del Pil nelle istituzioni scolastiche contro una media dei Paesi Ocse del 5,7%. Solamente la Slovacchia spende di meno tra i Paesi industrializzati (4%), superata anche da Estonia (5%) e Brasile (5,2%). Ai vertici della classifica troviamo Islanda, Israele, Stati Uniti e Danimarca, con valori superiori al 7%.


SPESA PUBBLICA TRA LE PIÙ BASSE E PER L'80% IMPIEGATA PER STIPENDI
Il nostro Paese occupa l'ultimo posto sui 35 Paesi Ocse, per quanto riguarda la spesa pubblica nella scuola (inclusi sussidi alle famiglie e prestiti agli studenti) destinando solamente il 9% della spesa pubblica totale, contro il 13,3% della Media dei Paesi. L'80%assorbito dalle retribuzioni del personale della spesa pubblica italiana per l'istruzione è (corpo insegnati e collaboratori), contro una media Ocse del 70%. Ciò nonostante professori e maestri italiani risultano tra i meno pagati, sia ad inizio che a fine carriera. Ad inizio carriera un maestro guadagna poco più di 26mila dollari l'anno, contro una media Ocse di 29 mila, mentre a fine carriera lo stipendio è di circa 38381 dollari, circa 10mila dollari in meno all'anno della media Ocse. Un docente delle superiori italiano percepisce poco più di 28mila euro all'anno di stipendio e arriva a 44mila a fine carriera, contro rispettivamente 35mila e oltre 54 mila della media Ocse. In Germania un prof delle superiori prende uno stipendio iniziale superiore a quello che un omologo italiano percepisce dopo 35 anni di carriera (51mila), chiudendo, però, dopo 28 anni di lavoro a oltre 72mila dollari l'anno di stipendio



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



SPESA PER STUDENTE
Ogni alunno costa in media all'anno in Italia 6.622 dollari, poco meno della Media Ocse di 6.687 dollari. Nel nostro Paese la spesa cumulativa per uno studente dalla scuola primaria fino alla maturità è di 101mila dollari, contro i 94500 della media Ocse. Il costo dell'università è pari in Italia a 39mila dollari, mentre la Media Ocse è di 53mila. La spesa per ogni ciclo di studi in Italia è superiore alle media Ocse, + 568 dollari per la scuola primaria e + 545 nella scuola media, tranne per quanto riguarda i licei dove la spesa italiana per studente risulta inferiore di 312 dollari. La motivazione


ORE DI ISTRUZIONE
Gli studenti italiani tra i 7 e i 14 anni passano sui banchi di scuola ben 8200 ore, contro una media Ocse di 6777. Solo in Israele gli studenti trascorrono più ore in classe di noi italiani. Il rapporto tra studenti e insegnanti è tra i più bassi in Italia con 10,6 studenti per insegnante nella scuola primaria, contro una media di 16,4


DIPLOMATI VS LAUREATI E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALE
In Italia il numero di diplomati è pari all'85%, contro una media Ocse dell'80%, mentre quello dei laureati è pari al 32,8% contro una media del 38%.
La scuola italiana rimane anche poco attraente per gli stranieri, principalmente perchè ci sono pochi corsi offerti in inglese. Dei 3,3milioni di studenti che hanno scelto di studiare all'estero nel 2008, solamente il 2% ha scelto l'Italia, mentre ben il 18,7% ha optato per gli Usa, il 10% per Il Regno Unito e il 7,3% per Germania e Francia

[Via: Sommario Rapporto OcseSommario Rapporto Ocse ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

Ocse: Bocciata la Scuola Italiana. Il Nostro Paese Ultimo per Spesa Pubblica nell'Istruzione | Università | Studenti |

 


CREDIT
Si ringrazia l'utente Funky64 (www.lucarossato.com)Funky64
(www.lucarossato.com) di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Green Economy

greeneconomy
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed