BlogRisparmio.it

Venerdi, 17 Agosto 2018

Back TECNOLOGIA

tecnologia

La Tecnologia Rende la Vita Più Facile Ma Non Più Felice

tecnologia, felicità, stress, vitaAvere una vita facile non significa necessariamente essere più felici. Il vecchio detto “si stava meglio quando si stava peggio” sembra svelare la sua autenticità nei giorni nostri. Ormai tutti abbiamo a disposizione a prezzi accessibili dispositivi tecnologici che un tempo non potevamo neppure permetterci di sognare. Ma forse avere i sogni a portata di mano fa perdere stimoli. Alcune ricerche recenti hanno dimostrato che gli utenti super tecnologici (per intenderci quanti di noi hanno due smartphone, l’iphone, un tablet, un e-book, il navigatore satellitare etc) sono più stressati di quelli rimasti, dal punto di vista hi-tech, a qualche generazione fa.

Add a comment

Banda Larga: Privilegio per Meno Del 46% Delle Famiglie Italiane, Al Sud Non Si Arriva Al 40%

banda larga, tecnologia, personal computerNegli ultimi tempi ci siamo occupati spesso di tecnologia sottolineando come l'Italia in più campi e nonostante gli sforzi continui a rimanere indietro rispetto ai Paesi più industrializzati d'Europa e a quelli più a tradizione innovativa. Il dato consuntivo sulla situazione lato utente, ci arriva puntualmente, come ogni anno, dall'Istat che ha fotografato il rapporto tra italiani e nuove tecnologieitaliani e nuove tecnologie.
Nonostante l'effetto trainante dei social network e dei gruppi di acquisto, rispetto al rapporto 2010 è cresciuto solo di poco più di un punto percentuale il numero di famiglie che possiede un personal computer, passando dal 57,6% al 58,8%. Ancora più significativo il dato che vede l'accesso ad internet disponibile per il 54,5% delle famiglie (+2,3% rispetto allo scorso anno) e quello relativo alla banda larga che rimane privilegio per meno della metà della famiglie italiane (il 45,8% in crescita rispetto al 43,4% del 2010).

Add a comment

Nuovo Profilo Facebook Diario: Cosa Cambia in Termini di Privacy?

Facebook Timeline, social networkVi sarete accorti che sul profilo Facebook di alcuni vostri contatti, da qualche giorno è disponibile il “diario”. Ma di cosa si tratta? E soprattutto: chi ha accettato in anteprima la nuova applicazione è consapevole delle implicazioni per la privacy? Premesso che chi possiede un account facebook in un modo o nell’altro accetta una intrusione della propria privacy (e che quindi essere protezionisti in senso assoluto è fuori luogo), va detto comunque che, prima di dare il consenso per certe opzioni, è bene essere consapevoli di cosa si sta accettando.
Tra qualche giorno questo cambiamento sarà automatico per tutti gli utenti: cosa cambia?

Add a comment

Futurict: Con la Scienza il Futuro Diventa Prevedibile

FuturIct, futuro, scienza, matematicaNei secoli è stato il desiderio di uomini potenti e comuni mortali, un sogno accarezzato dall’evanescenti mani della magia: la divinazione. Adesso rischia di diventare scienza grazie al progetto FuturIct, sostenuto e finanziato dall’Unione Europea.
Il meccanismo che sta alla base è all’apparenza molto semplice. Si tratta di recepire più dati possibili sul mondo, da ogni settore, campo, luogo. Elaborarli e generare, attraverso equazioni e calcoli matematici, ipotesi sul futuro su base probabilistica.
Un po’ quello che succede nell’universo inventato da Isaac Asimov, padre della fantascienza moderna. I romanzi dello scrittore russo (in particolare quelli del Ciclo della Fondazione) sono incentrati sulla psicostoria. Si tratta di una scienza fittizia, inventata a soli 21 anni (!), che unisce le scienze sociali e la matematica.  

Add a comment

Le 5 Tecnologie Che Cambieranno la Nostra Vita Nei Prossimi 5 Anni

scan retina, innovazione, tecnologiaFine anno è solitamente il periodo più idoneo per i bilanci e per fare qualche previsione per l'anno che verrà. IBM estremizza un po' questo concetto e ogni anno, propone sulla base di analisi di mercato, dei trend sociali in crescita e delle tecnologie sviluppate nei propri laboratori, una lista di quali saranno le 5 innovazioni tecnologiche che nei prossimi 5 anni cambieranno il modo in cui viviamo, lavoriamo e giochiamo. Questo rapporto prende il nome di “The Next 5 in 5The Next 5 in 5.”
Vediamo allora cosa prevede IBM nel nostro prossimo futuro.

Add a comment

il WI-FI Provoca Danni Alla Fertilità Maschile?

fertilità maschile, wi-fi, saluteTecnologia e salute. Un binomio che molti ricercatori e scienziati hanno cercato di esplorare. Da sempre, però, gli studi più importanti si incentrano sulla ‘questione cellulare’: fanno male o no all’organismo? Favoriscono l’insorgenza di tumori? Solo di recente la scienza pare aver trovato la quadra, smentendo, dopo un lavoro più che decennale, il pregiudizio sui danni recati alla salute dai telefonini.
L’Università di Cordoba, in Argentina, ha deciso di operare in un settore diverso: ha indagato sugli effetti del wi-fi sulla fertilità maschile. Il motivo di questa ‘curiosità’ è l’abitudine, ormai diffusa, di tenere il portatile sulle gambe, proprio vicino ai genitali.
Ebbene, i ricercatori sudamericani hanno trovato qualcosa che non va. Il wi-fi mette(rebbe) a rischio la fertilità maschile.

Add a comment

I Paesi Europei con il Maggior Numero di Persone Che Lavorano in Aziende Tecnologiche

tecnologia, imprese, innovazioneIn Italia l'Economia digitale è in crescita e secondo uno studio dell’agenzia McKinsey entro tre anni arriverà a pesare il 4% del PIL, pari cioè al doppio del valore attuale. Tuttavia nonostante le potenzialità del nostro Paese, il Gap con gli altri Paese europei si fa sentire, soprattutto per quanto riguarda il settore high tech. Questo ovviamente dipende da diversi fattori economici e sociali e strutturali del nostro settore produttivo, ma se il gap con certi Paesi è comprensibile, come ad esempio Regno Unito, Germania, Scandinavia ed Irlanda, lo è meno con altri Paesi dell'Est Europeo che pure stanno compiendo passi da gigante nel settore della tecnologia e dell'Innovazione

Add a comment

In Italia 4 Persone su 10 Non Hanno Mai Utilizzato Internet, Pesante il Digital Divide Con L'UE

accesso ad internet, banda larga, digital divideSecondo uno studio dell’agenzia McKinsey, l'economia digitale in Italia è in forte crescita e arriverà a pesare entro tre anni il 4% del PIL, il doppio di oggi, tuttavia allo stato attuale il digital divide con l'Europa è ancora forte per quanto riguarda l'accesso alla rete.
L'ultima release dell'EurostatEurostat infatti rivela che nell'Unione Europea la percentuale di persone che non hanno mai utilizzato internet, nella fascia di età 16-74 anni, si è ridotta dal 42% del 2006 al 24% del 2011. A fronte di questo dato, in Italia si è passati nello stesso arco di tempo dal 59% al 39%. Per cui in Italia quasi 4 persone su dieci non hanno mai utilizzato internet.

Add a comment

I Colossi di Internet Insieme per Tutelare i Minori

tutela minori, internet, social networkI nomi più importanti dell’universo internet hanno stretto un accordo per tutelare i minori che navigano sul web. Le trattative e la stipula dell’alleanza sono avvenute sotto l’egida di Neelie Kroes, membro della Commissione Europea e specializzata in agenda digitale.
Settant’anni, olandese, Neelie Kroes ha interpretato con lucidità le potenzialità e i rischi del mezzo internet, incrociandoli con l’irrinunciabile dovere di tutelare i più piccoli. E’ stata proprio lei, a giugno, la prima a lanciare l’allarme social network. “La maggiorparte di questi siti non garantisce che i profili dei minori siano accessibili esclusivamente dai contatti da loro approvati” aveva dichiarato all’epoca.

Add a comment

Videogiochi e Violenza: uno Studio Rivela l'Esistenza di un Legame

videogiochi violenti, violenzaE’ un argomento su cui si è speculato parecchio. I videogiochi violenti portano alla violenza chi ci gioca? Il senso comune, specie in quella fascia di persone che non hanno mai tenuto in mano un joypad, è propenso a rispondere affermativamente. Anche i media hanno spesso avvalorato questa credenza: il caso più lampante è il servizio mandato in onda nell’edizione serale del Tg1, nel quale veniva – nemmeno tanto implicitamente – veicolata l’associazione tra la strage di Oslo e la passione per i videogiochi di guerra che coinvolge l’autore della strage, Breivik.
La community di videogiocatori ha sempre respinto con perentorietà questa convinzione sui videogiochi. La necessità di combattere i pregiudizi sul mondo videoludico ha persino spinto alla creazione di associazioni.

Add a comment

Un App al Giorno Toglie il Medico di Torno: Ecco le Applicazioni per Controllare lo Stato di Salute

app, salute, smartphoneL’arrivo degli smartphone ha spianato la strada ad un uso del cellulare sempre meno limitato alle attività classiche del telefono: chiamare, mandare sms etc. Alcuni ironizzano con questa multifunzionalità esclamando che “uao, riescono persino a chiamare”.
Scherzi a parte, sono molte le applicazioni che semplificano la vita agli utenti (vedi Google Maps versione mobile). Tra queste, ce ne sono moltissime che intervengono in un campo che, in effetti, con la telefonia non ha nulla a che fare. L’esponente di spicco di questo genere è l’applicazione che trasforma il cellulare in un elettrocardiogramma portatile. Sono a disposizione molte app che semplicemente (si fa per dire) servono a monitorare lo stato di salute

Add a comment

Adolescenti e Media: Avanzano Pc, Smartphone e Videogiochi, Passo Indietro per Radio e Dvd

adolescenti, media, iphoneCome ogni anno torna puntuale l'Indagine Nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza, condotta da Telefono Azzurro ed Eurispes e giunta ormai alla dodicesima edizione, che fornisce il quadro degli atteggiamenti, dei pensieri e dei comportamenti dei bambini e adolescenti italiani. Quest'anno l'indagine non ha solo raccolto le opinioni dei minori over 12 ma le ha anche confrontate con quelle dei genitori, per vedere quale distanza esiste tra le generazioni. L'indagine è veramente completa e tocca tantissimi temi, dalla famiglia, ai media, alle nuove tecnologie, al tempo libero ai comportamenti a rischio fino alla scuola e agli episodi di bullismo.
Difficile riassumere anche uno solo di questi temi, tuttavia in questo articolo abbiamo voluto dedicarci al rapporto tra gli adolescenti italiani e i media, e la tecnologia in generale.

Add a comment

Amazon, Apple, Facebook, Google: in Futuro Più Dispositivi Mobili e Tracciamento Dei Dati

tablet, smartphone, dati, marketingFarhad Manjoo, giornalista americano tra i più esperti in tecnologia e nuovi media, ha realizzato un saggio (pubblicato sulla rivista Internazionale) nel quale indaga le intenzioni dei quattro colossi delle nuove tecnologie: Amazon, Apple, Facebook e Google.
Manjoo esordisce affermando che i prossimi due anni saranno dominati da quelli che lui chiama ‘i fantastici quattro’. Si preannuncia una sfida di proporzioni epiche: tutte e quattro le società agiscono nello stesso mercato ma hanno a disposizioni armi diverse. Per fare un esempio, Apple si distingue per la creatività, Facebook per l’attrattività nei confronti delle masse.
Differenze e concorrenza a parte, le quattro imprese hanno la stessa visione del mondo. Visione del mondo che, secondo Manjoo, si concretizzerà attraverso la realizzazione di tre idee. Vediamo quali.

Add a comment

Agenda Digitale: L’Italia Non Tiene il Passo

Agenda digitale, digital divideIn questo periodo l’Italia è un sorvegliato speciale dell’Europa. L’Unione chiede al Bel Paese le misure necessarie per superare la crisi economico-finanziaria. Ma questo non è l’unico motivo di richiamo: l’Italia è stata bacchettata dalla Commissione europea per una questione meno impellente ma comunque importante: il mancato rispetto dell’'Agenda digitale.
L’ Agenda digitale contiene una serie di direttive che hanno lo scopo di ammodernare lo strumento internet all’interno dei paesi membri dell’Unione Europea, sia in termini di efficienza tecnica che in termini di diritti per l’utenza. L’Agenda fa a sua volta parte del programma ‘Europa 2020’ che punta a velocizzare il processo di integrazione europea e a rendere omogenei i servizi da uno stato all’altro.
Il termine ultimo per realizzare le misure ‘digitali’ era il 25 maggio 2011.

Add a comment

E-Commerce da Smartphone e Tablet: l’Ultima Frontiera Dello Shopping

e-commerce, smartphone, tabletFino a pochi anni fa l’e-commerce sembrava un’idea futuristica: oggi sempre più consumatori fanno acquisti non semplicemente in rete ma anche usando dispositivi mobili. Siete in coda al semaforo o in attesa in uno studio medico? Ingannate il tempo facendo shopping dal tablet o dallo smartphone. E pensare che un tempo i cellulari servivano per telefonare!
E se prima gli acquisti che si facevano tramite dispositivi mobili erano limitati ad oggetti particolari, difficilmente reperibili nei negozi, ma di ridotto valore, oggi invece i sondaggi dimostrano che le persone sono sempre pi disponibili a spendere ingenti cifre in queste operazioni.

Add a comment

Ubuntu Sta Perdendo Popolarità, Nuove Distro Si Contendono lo Scettro di Regine Dei Sistemi Linux

ubuntu, linux, distroUbuntu la celebre distro linux targata Canonical ha annunciato qualche tempo la sua discesa in campo entro il 2014 nel mercato dei tablet e degli smartphone, sicura che ci siano ancora ampi margini di ingresso in un settore già ora molto competitivo. L'idea è sicuramente ambiziosa, ma più che guardare ai nuovi mercati, Ubuntu farebbe meglio anche a guardarsi alle spalle o meglio davanti, visto che da più di un anno non è più la distro Linux più utilizzata e apprezzata a livello globale. Ad analizzare l'indice di popolarità delle distribuzioni targate linux è il sito DistrowatchDistrowatch, uno dei punti di riferimento per quanto riguarda l'universo dei sistemi operativi con kernel linux ed open source.

Add a comment

Giovani Imprenditori: Rimane Bassa la Fiducia Verso Social Network, Gruppi d'Acquisto ed E-Commerce

giovani imprenditori, social networkAl Forum dei giovani Imprenditori l'Ufficio Studi di Confcommercio ha presentato l'indagine "Italia, Sud, Mediterraneo: dinamiche economiche”, in cui, tra le altre cose è stato fatto il punto tra il rapporto tra le imprese guidate dai giovani ed internet. Secondo i dati presentati quasi la totalità delle imprese dei giovani imprenditori usa internet, tra cui il 73,5% con notevole frequenza. Solo il 4,3% delle imprese dichiara di non utilizzare internet per lo svolgimento della propria attività. Si tratta soprattutto di micromprese, residenti nel Mezzogiorno e in qualche caso nel Nord-Est.
Quasi 6 giovani imprenditori su dieci (il 58,9%) sono convinti che internet abbia contribuito in modo determinante alla crescita della propria impresa.

Add a comment

Investimenti

investimenti

Famiglia

famiglia

Green Economy

greeneconomy

Consumatori

consumatori

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed