BlogRisparmio.it

Venerdi, 17 Agosto 2018

Back CREDITO

Trading

Tasse Universitarie: i Prestiti ad Honorem

tasse universitarie, prestiti, laureaIl pagamento delle tasse universitarie può diventare un vero salasso per gli studenti (o per i genitori che li mantengono): purtroppo il taglio dei fondi per l’istruzione ha avuto come conseguenza un calo nella qualità dei servizi offerti da molti atenei senza che però a questo corrispondesse una riduzione delle rette. Secondo i dati resi noti da Adiconsum la carriera universitaria costa almeno 7 mila euro l’anno per i fuori sede meno esigenti che si accontentano di un posto letto in una camera in condivisione. Per frequentare un master si devono aggiungere mediamente altri 6.500 euro l’anno solo di tasse.
E la meritocrazia? Visti i sopra citati tagli la possibilità di accedere a borse di studio pubbliche diventa molto ridotta. Da questa situazione, che di fatto equipara il diritto allo studio ad un mutuo dal punto di vista economico, nasce l’idea dei prestiti ad honorem.  

Add a comment

Clonazione Carte di Credito: Allarme per le Truffe Contactless

contactless, carte di credito, sicurezzaIl mondo dei pagamenti elettronici si sta evolvendo grazie alla tecnologia Rfid (Radio Frequency IDentification – identificazione a radiofrequenza ): come funziona? E soprattutto in che modo incide sulle garanzie per la sicurezza e il rischio di clonazione delle carte di credito?
Le carte di credito di ultima generazione permettono di effettuare i pagamenti semplicemente avvicinando la carta al pos (con raggio di circa 10 cm), senza strisciarla, apporre la firma o inserire il codice PIN. Addirittura basta avvicinare il portafoglio o la borsa, senza neppure estrarre la carta di credito. Per questo motivo si chiamano anche carte contactless (“senza contatto”). Alla base c’è appunto la tecnologia Rfid, ideata per scopi diversi e in particolare in ambito militare e poi estesa ad utilizzi eterogenei.  

Add a comment

Accesso al Credito PMI: il 90% Delle Banche Aderisce Alla Moratoria

accesso al credito, moratoria, PMIAccesso al credito: è questo uno dei grandi problemi che affliggono le PMI (piccole e medie imprese). Le aziende fanno sempre più fatica a finanziarsi, e dunque a ricevere prestiti dagli istituti finanziari. Il ché, sommato alle difficoltà comunque grosse causate dalla crisi economica e dal calo dei consumi, minaccia di distruggere quella che è a tutti gli effetti la spina dorsale del sistema economico italiano.
La moratoria proclamata qualche mese fa prometteva di sbloccare l'accesso al credito. Molti analisti si sono dichiarati scettici verso questo provvedimento. Tuttavia, ora che la moratoria sta per entrare nel vivo, si è aperto uno spazio affinché si ricredano.
La notizia è che il 90% delle banche che fanno capo all' ABI (Associazione Banche Italiane) hanno accettato i termini della moratoria. In questa percentuale si ritrovano tutte le grandi banche d' Italia, ma anche tantissimi istituti medi e piccoli.

Add a comment

Il Rapporto tra Carte di Pagamento e Crescita Dell'Economia

carte di pagamento, economia, crescitaSecondo gli ultimi dati pubblicati dall'ABI, in Italia è in continua crescita il numero di carte di pagamento, sebbene il denaro contante sia ancora il mezzo più utilizzato per le transazioni. In attesa di vedere quali effetti porterà l'introduzione, previsto dalla Manovra Salva Italia, del limite dei mille euro per i pagamenti in contanti sull'utilizzo dei pagamenti elettronici, è interessante notare come secondo CPP Italia in Italia il 90% delle transazioni sia effettuato in contanti, contro una media del 70% dei principali Paesi europei.
La diffusione delle carte di pagamento può essere inoltre correlata con la crescita dell'economia, ed è proprio quello che ha fatto CPP Italia analizzando i dati di 40 Paesi nel mondo. La tendenza prevalente vede un aumento repentino della diffusione delle carte di pagamento nelle economie emergenti ed un arretramento nei Paesi occidentali in difficoltà.

Add a comment

Conto Corrente Base: Presentazione Delle Caratteristiche

conto corrente base, contanti, pensionatiLa Manovra Salva Italia ha introdotto il limite di mille euro ai pagamenti per contanti con l'obiettivo di aumentare la tracciabilità del denaro e l'utilizzo dei pagamenti elettronici per limitare i pagamenti in nero e l'evasione fiscale. Ciò ha posto un problema per tutti coloro che non dispongono di un conto corrente per prelevare ad esempio una pensione sopra i mille euro o lo stipendio. Per questa ragione è in arrivo il conto corrente base, una tipologia di conto corrente, potenzialmente senza canoneimposta di bollo e caratterizzato da prelievi bancomat illimitati. In realtà il conto base che nasce per l'inclusione finanziaria e sociale della popolazione viene proposto per tutti i consumatori, anche per quelli che hanno un conto già in essere. Per costoro però è previsto il pagamento di un canone annuale onnicomprensivo (che sarà definito dai vari istituti di credito), che diventa gratuito per le fasce svantaggiate della popolazione.

Add a comment

Finanziamenti Agevolati Nel Settore Energie Rinnovabili, il Fondo Kyoto

Finanziamenti, fondo Kyoto, energie rinnovabili Esaminando gli ultimi 3 anni e precisamente dal 2009 al primo trimestre 2012, risulta che moltissimi privati, professionisti e imprese abbiano richiesto finanziamenti per lo start up di nuove imprese o per lo sviluppo della propria attività già esistente o finanziamenti legati all’ambiente ed in particolare alle energie rinnovabili.
Sorvolando sulle richieste di finanziamento imprese, occupiamoci delle richieste di finanziamento legato alle fonti di energia rinnovabili.
Dalle statistiche risulta chiaro che negli ultimi 48 mesi siano stati finanziati oltre 2000 progetti per una media di circa 50.000 euro a progetto per la realizzazione di impianti fotovoltaici, impianti a biomasse o solare termico. Nel Nord le principali richieste, circa l’85% contro circa 9% di richieste provenienti dal Sud.
Detto ciò, a febbraio di quest'anno è stato pubblicato un bando nel settore energia rivolto a imprese, persone giuridiche, persone fisiche (anche condomini) e soggetti pubblici che permette di ottenere un finanziamento per l’attuazione del Protocollo di Kyoto.

Add a comment

Bce: Rallentano i Prestiti ad Imprese e Famiglie

prestiti, imprese, BceL’ultimo bollettino della Banca Centrale Europea disegna un quadro sconfortante dell’accesso al credito per famiglie e imprese. In buona sostanza, le banche non prestano denaro come dovrebbero. Ciò si traduce in un freno per l’intero sistema economico italiano: senza liquidità le imprese non possono sopravvivere e creare occupazione; senza denaro le famiglie non possono progettare e, di conseguenza, non possono spendere.
Per carità, ancora non si parla di decremento del volume di prestiti. Una simile notizia sarebbe alquanto disastrosa. Semplicemente – ma basta solo questo – è diminuito il tasso di crescita dei prestiti. Insomma, siamo in presenza non di una diminuzione ma di un rallentamento.
In particolare, il tasso di crescita è passato dal +1,7% di gennaio al +1,3% di febbraio. Questo dato è frutto di due statistiche diverse, ossia quelle relativi ai prestiti alle imprese e quelle relative ai prestiti alle famiglie.  

Add a comment

Assicurazioni Sulla Vita A Garanzia di Mutui: le Nuove Regole

Assicurazioni sulla vita, mutuiTra le novità apportate dal decreto liberalizzazioni approvato dal governo Monti ve ne sono alcune relative al sistema delle assicurazioni mutui. In particolare il dl liberalizzazioni prevede l’obbligo per le banche di mettere a disposizione dei clienti più preventivi di polizze per assicurazioni sulla vita a garanzia di mutui. E’ infatti consuetudine diffusa quella di proporre al cliente un’assicurazione sulla vita come garanzia aggiuntiva e obbligatoria per il pagamento delle rate del mutuo a lungo termine (che tutela ovviamente anche l’istituto di credito).
Spesso la polizza sulla vita è inserita in una più generale assicurazione che copre più eventi (detta appunto multirischi).

Add a comment

Cresce la Prudenza Delle Famiglie e l'Accesso Alla Banca Online

investimenti, famiglie, crisi, banca onlineLe famiglie colpite dagli effetti della crisi o spaventate per i possibili sviluppi che questa può avere stanno riorganizzando i propri rapporti finanziari, razionalizzando le scelte e concentrandosi su ciò che serve per salvaguardare il proprio tenore di vita e il benessere raggiunto. É questa l'immagine (forse parziale, o troppo ottimistica) della famiglia italiana che deriva dal convegno Abi “ Dimensione Cliente” dedicato proprio al rapporto banca-cliente.
Secondo il presidente dell'Associazione Bancaria Italiana, Giuseppe Mussari : “la propensione al risparmio, il diffuso orientamento di cautela verso il rischio, la resistenza all’indebitamento e la propensione alla patrimonializzazione, che tradizionalmente rappresentano i tratti principali dell’approccio economico dei nostri nuclei famigliari, pur subendo delle attenuazioni, rimangono centrali anche nell’attuale fase di crisi economica”. Insomma la crisi avrebbe fatto crescere il livello di prudenza e di avversione al rischio già tipico della famiglia media.

Add a comment

Denaro All'estero: il Caso Delle Banconote da 500 Euro

500 euro, denaro all'esteroUna delle misure probabilmente più efficaci della Manovra Salva Italia è stata quella che ha imposto la tracciabilità dei pagamenti e il limite al pagamento per contanti a 1000 euro. Una necessità in un Paese come il nostro innamorato dei contanti, tanto che sei italiani su dieci non escono mai di casa senza e dove circola il 20% delle banconote dell'intera Unione Europea (Dati Bce). Una necessità, la limitazione del denaro contante, per limitare i pagamenti in nero e per contrastare i tentativi di aggiramento delle misure finalizzate alla tracciabilità dei trasferimenti di ricchezza e di denaro all'estero.
Il contante attualmente continua a circolare, anzi sempre secondo i dati della Banca Centrale Europea il numero di banconote in circolazione al 30 dicembre 2002 era di 8,2 miliardi, mentre nove anni dopo si è arrivati a 15 miliardi di pezzi, per una crescita dell'83% ed un valore di circa 870 miliardi di euro.

Add a comment

Rc Auto: Quattro Consigli per Ridurne il Costo Fino Al 40%

Rc auto, criminalità, frodi, risparmioIn Italia le assicurazioni Rc Auto costano il doppio che in Europa, per una serie di ragioni che più volte abbiamo analizzato. Una di queste ragioni è l'alto numero di frodi che il settore RC Auto deve affrontare ogni anno nel nostro Paese. Ania e consumatori in proposito da anni chiedono l'istituzione di un'Agenzia Nazionale Antifrode, ma finora nessuno si è mosso se non con la proposta di scontare i premi delle polizze per chi accetterà di montare sulla propria auto una specie di scatola nera. Eppure senza “grossi sforzi” si potrebbe ridurre il costo dell'Rc Auto in Italia fino al 40%, con una media nazionale del 30%. Ad esserne convinto è l'ACI che ha avanzato quattro proposte al Governo prendendo spunto dal lavoro del giornalista di Repubblica Vincenzo Borgomeo che ha pubblicato “il libro nero della Rc Autoil libro nero della Rc Auto”, proprio sul tema delle frodi ai danni delle assicurazioni e delle ripercussioni sui costi delle polizze.

Add a comment

Come Ottenere un Finanziamento per l’Avvio di una Attività Imprenditoriale

finanziamenti, start up, impresa, attività imprenditorialePartiamo dal concetto base che per attività imprenditoriale, legata al discorso dei finanziamenti di start up, si intende qualsiasi forma di impresa sia in forma di ditta individuale che di microimpresa. Precisamente parliamo sia di lavoro autonomo come uno studio professionale o una libera professione che di negozi, attività commerciali e piccole/medie imprese. Fatta questa doverosa premessa, occupiamoci dei finanziamenti agevolati e dei finanziamenti a fondo perdutofinanziamenti a fondo perduto per lo Start Up di nuove imprese. Ottenere un finanziamento per l’apertura di una attività sfruttando il canale prestiti o finanziamenti bancari è diventato praticamente impossibile visto le “difficoltà” delle banche a erogare credito. Ma oltre ad essere pressoché impossibile, risulta anche una soluzione non conveniente alla luce del fatto che è possibile ottenere notevoli agevolazioni e contributi da Enti e Agenzie Nazionali per lo Sviluppo delle Imprese come ad esempio Sviluppo Italia o InvItalia tanto per citarne un paio.

Add a comment

Borsa: con Mille Società Quotate Aumento Del PIL Dell'1,5% e Dell'Occupazione

Borsa, capitalizzazione, PILPiazza Affari non sta vivendo uno dei suoi periodi migliori, infatti lo scorso anno, secondo Borsa Italiana è stato perso il 25% della Capitalizzazione. Inoltre si osserva una stagnazione del numero di società quotate (erano 328 lo scorso anno) ed un calo nel debutto di nuove matricole (9 le IPO registrate nel 2011). Questa situazione di difficoltà e di diffidenza di fronte al mercato azionario può penalizzarci anche sul lato della crescita. A riferilo è una ricerca realizzata dall'Università Bocconi, in collaborazione con Borsa Italiana secondo la quale se l'Italia portasse a mille il numero delle aziende quotate si avrebbe un incremento del Pil reale tra lo 0,9% e l'1,5%, con una creazione di 137 mila posti di lavoro ed un aumento delle entrate fiscali per 2,85 miliardi di euro.
L'indagine fa riferimento al 2010 è mostra che le imprese quotate sul listino italiano sono meno della metà di quelle quotate in Germania, un terzo di quelle quotate in Francia e addirittura poco più di un decimo di quelle quotate a Londra.

Add a comment

Creare Impresa Conviene con i Finanziamenti Agevolati per lo Start Up

Creare impresa, giovani, finanziamentiSentiamo e leggiamo quotidianamente che in Italia per via della crisi economica è difficile poter trovare lavoro, che l’economia è ferma, che c’è una grossa pressione fiscale e così via. Tutte cose sicuramente vere. Tutte cose che è giusto ricordare e sottolineare.
Tuttavia, anche per una completa informazione, sarebbe auspicabile sentire e leggere molto più frequentemente aspetti positivi che potrebbero rilanciare l’economia italiana come ad esempio ricordare che creare impresa, adesso, conviene ed è relativamente semplice.
Infatti, molti giovani, anche per “superare” il noto problema della mancanza di posti di lavoro, hanno deciso di creare impresa: un negozio commerciale, un bar, una lavanderia, uno studio professionale o un b&b, tanto per citarne alcuni esempi.
Perché creare un’impresa, adesso, conviene?

Add a comment

Btp Italia: Che Cos'è e Quali Sono le Caratteristiche

Btp Italia, Titoli di Stato, investimentiSta per debuttare in Italia un nuovo titolo di Stato particolarmente interessante perchè indicizzato all'inflazione e acquistabile direttamente online dai cittadini: Il Btp Italia. Vediamo di scoprirne le caratteristiche principali. Si tratta come detto di un titolo di Stato che avrà durata quadriennale e una cedola semestrale. Inoltre è previsto un premio fedeltà per le persone fisiche che acquisteranno i titoli al momento dell'emissione e li terranno fino alla scadenza, pari al 4x1000 lordo sul valore nominale dell'investimento non rivalutato. Il premio fedeltà è una novità assoluta nel panorama dei titoli di Stato è ha il chiaro obiettivo di attirare i risparmiatori verso gli acquisti di debito pubblico. Altra novità è l'indicizzazione all'inflazione nazionale (e non a quella europea) che preserva il rischio che il capitale possa svalutarsi rispetto all'andamento dei prezzi.  

Add a comment

L'Indebitamento Delle Famiglie Negli Ultimi Dieci Anni È Più Che Raddoppiato

indebitamento famiglie, crisi, famiglie, credito al consumoNell'ultimo decennio le famiglie italiane si sono indebitate sia sul versante dei mutui che in quello del credito al consumo e l'indebitamento complessivo è più che raddoppiato.
Ma se l'indebitamento relativo all'accensione dei mutui è finalizzato all'acquisizione di un patrimonio (la casa), i debiti contratti per il credito al consumo rappresentano finanziamenti richiesti dalle famiglie per mantenere i propri standard di vita. É questo il quadro che emerge da un'analisi dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori, a partire da dati Abi, Assofin e Istat.
Sul fronte del credito al consumo, il debito delle famiglie è passato dai 48,4 miliardi di euro del 2002 ai 112,2 miliardi di euro del 2011, per un aumento del 150%. L'andamento nel tempo dei debiti nel settore del credito al consumo è cresciuto costantemente fino al 2009, l'anno più duro della crisi, per poi calare.  

Add a comment

Credit Default Swap: uno Strumento di Garanzia Inutile? Il Caso Della Grecia

Cds, Titoli di Stato, DefaultI Credit Default Swap sono derivati assicurativi che hanno il ‘compito’ di garantire una copertura a quei crediti che, per loro stessa costituzione o per problemi che coinvolgono il debitore, rischiano di rimanere insoluti.
In estrema sintesi un Credit Default Swap funziona così: un terzo si pone a garante del debito che un soggetto ha contratto con un altro soggetto. I Cds sono saliti alla ribalta della scena finanziaria da quando il loro destino si è intrecciato con quello della Grecia. Il paese ellenico rischia il default, e i Cds agiscono proprio in caso di bancarotta. Il soggetto terzo ripaga, in parte o per intero, il debito ‘cancellato’ dalla bancarotta. In questo caso il terzo in questione sono le banche degli Stati Uniti d’America.
La Grecia farà default? I media e gli operatori internazionali ci hanno fatto credere per parecchi mesi che sì, la Grecia avrebbe dichiarato bancarotta e che quest’ultima fosse solo questione di tempo.  

Add a comment

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed