Mercoledi, 24 Gennaio 2018

Back ECONOMIA Categorie Trasporto Pubblico Trasporti Locali: la Manovra Economica Porterà ad un Taglio Del Budget Del 15%

Trasporti Locali: la Manovra Economica Porterà ad un Taglio Del Budget Del 15%


manovra economica, trasporto pubblica, inquinamento

Secondo il rapporto Ifel la manovra economica porterà, nel prossimo biennio, ad un taglio dei servizi per i cittadini di circa 100 -120 euro, pro capite, soprattutto per ciò che riguarda mezzi pubblici, i contributi per l'asilo nido, per le mense scolastiche o l'assistenza domiciliare. Un approfondimento sulle ripercussioni che la manovra avrà sul trasporto pubblico locale è stato avanzato da Federmobilità, l'associazione che raggruppa i maggiori assessorati ai trasporti italiani.
Secondo le stime dell'associazione, il taglio dei trasferimenti potrebbe comportare una diminuzione del 15% del budget destinato ai trasporti locali, con ricadute per quanto riguarda la riduzione del personale, la diminuzione dell'offerta di servizi, l'incremento della mobilità privata e quindi l'aumento del traffico e dell'inquinamento.

Un problema quest'ultimo già piuttosto grave nelle nostre città, che sono considerate le più inquinate d'Europa a e nelle quali ogni anno si registrano quasi 6mila morti a causa del pm10 .
Bus, Tram, metropolitane e treni locali che, già ora non sono sinonomo di efficienza a buon mercato, come dimostrato dalla recente indagine di Altroconsumo “Siamo uomini o Pendolari?” , rischiano di diventare merce ancora più rara ( e soprattutto cara).
Il presidente di Federmobilità (nonché assessore ai Trasporti e Infrastrutture dell’Emilia-Romagna), Alfredo Peri, ha sottolineato, in proposito, che i tagli che il trasporto pubblico locale dovrà subire sono allarmanti, soprattutto vista la situazione già critica dei trasporti.


In termini di trasferimenti dallo Stato alle Regioni, l'articolo 14 della manovra economica ha disposto un taglio totale di 4 miliardi per il 2011, (pari al 67% delle risorse) e di 4,5 miliardi per il 2012 (75% delle risorse).
La seconda voce per importanza, tra quelle finanziate dallo Stato con i trasferimenti è il trasporto pubblico (la prima è la Sanità) con circa 1,35 miliardi di euro. Ora, considerando anche una riduzione limitata al 75%, il risultato è che verrà a mancare circa 1 miliardo di euro. Una cifra che se rapportata alla somma che finanzia il settore del trasporto pubblico, ovvero 7,5 miliardi di euro (5,5 dei quali solo su gomma) porta ad una contrazione del budget disponibile del 15%.
Un dato, già di per sé molto significativo ma che non esprime compiutamente la situazione finanziaria in cui s troverà il settore dei trasporti pubblici. Infatti, a questi tagli andranno aggiunti quelli indiretti provenienti dai vincoli del patto di stabilità per gli enti locali e dalla riduzione dei trasferimenti a carico delle Province (fino a 500 milioni nel 2012) e dei Comuni (fino a 2., 5 miliardi nel 2012). Senza dimenticare che la crisi economica ha comportato una riduzione degli introiti delle accise sui carburanti che rappresentano introiti extra per il trasporto locale, così come la flessione delle tasse di immatricolazione per le Province. 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed