Martedi, 17 Ottobre 2017

Back ECONOMIA Categorie Viaggi e Turismo

Viaggi

Turismo Italiano: Crescono Dell'1,2% le Strutture Ricettive

Turismo italiano, strutture ricettizie, alberghiIl settore del turismo in Italia soffre a causa soprattutto del calo della domanda interna e, come abbiamo visto da questo punto di vista, è tornato ai livelli di 15 anni fa.
In ogni caso le attività legate al turismo crescono, tanto che nel 2011 si contano 42.646 strutture ricettive attive sul territorio, l'1,2% in più dello scorso anno. A sottolinearlo è un'elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati del registro delle imprese relativi al settore turistico alberghiero.
Per quanto riguarda i settori tipici del turismo, in testa per numero di strutture troviamo gli alberghi con 27.504 attività, il 64,5% del totale, seguiti dal settore delle strutture per vacanze brevi (o economicamente meno impegnative) che comprende case ed appartamenti, bed and breakfast e residence con 11.252 attività, il 26,4% del totale.

Add a comment

Viaggiare Gratis: Scopri Come Attraverso Internet

viaggiare gratis, vacanzeRinunciare alla vacanza in tempo di crisi? I più ingegnosi, e dotati di spirito di adattamento, piuttosto cercano il modo di viaggiare gratis. Se ormai siamo abituati a pacchetti vacanza low cost la vera sfida diventa quella di non aprire il portafoglio per tutta la vacanza, o quasi. E internet offre molte idee a chi vuole sperimentare ed è dotato di capacità di adattamento e di una buona dose di sfacciataggine.
Una delle prime soluzioni offerte dalla rete è il couchsurfing, una comunità sorta nel 2003 e che ad oggi conta circa 4,5 milioni di iscritti. L’idea di base, come suggerisce il nome, è quella di mettere a disposizione il proprio divano (ma ovviamente va benissimo anche un letto) agli altri utenti della community. Si tratta di un mezzo utilissimo per chi viaggia solo anche perché spesso chi non ha a disposizione spazio in casa per ospitare si offre semplicemente come guida turistica o compagnia per un aperitivo.

Add a comment

Il Turismo Italiano Torna Ai Livelli di 15 Anni Fa

spiaggia, turismo italiano, crisiIl turismo italiano sta facendo i conti con la crisi e il crollo dei consumi. Secondo l'indagine estiva della Fipe (Federazione Italiana dei pubblici esercizi), mentre si vedono segnali di ripresa dai Paesi extra-UE, si osserva un forte rallentamento dei consumi interni. Il turismo degli italiani sta tornando quello di 15 anni fa.
In generale il numero degli arrivi con pernottamento è rimasto sui livelli dello scorso anno, grazie alla presenza degli stranieri e ciò nonostante le giornate di presenza sono calate dell'8,2%. La spesa invece è calata di circa 2 punti percentuali. Ma a preoccupare è soprattutto il turismo degli italiani che rappresenta il 70% dei flussi turistici del Paese.
Secondo i dati presentati negli ultimi 5 anni per colpa della crisi gli italiani hanno rinunciato a 41 milioni di viaggi e di 195 milioni di notti di vacanze.  

Add a comment

Il Turismo Produce il 6% Del Valore Aggiunto Dell'Italia

turismo italiano, valore aggiunto, economiaDopo aver visto che il turismo italiano è da 8 in pagella, vogliamo oggi vedere in dettaglio il peso del turismo nell'economia italiana. Secondo le stime dell'Istat presentate nel Conto Satellite del Turismo (CST), il valore aggiunto prodotto in Italia delle attività connesse al turismo è stato, nel 2010, pari a 82,833 miliardi di euro, vale a dire pari al 6% del valore aggiunto totale dell'economia.
Il turismo internazionale (turismo inbound) copre il 36,8% del totale della spesa interna per turismo. Nel 2010 i turisti stranieri hanno speso oltre 29 miliardi di euro in Italia, il 63,6% dei quali in alloggio e ristorazione.
Il turismo domestico, invece copre il 63,2% della spesa interna per turismo con circa 50 miliardi di euro. Anche per i turisti italiani la spesa maggiore risulta essere quella per l'alloggio e la ristorazione (52,3%).

Add a comment

Noleggio Camper: con la Crisi è l’Alternativa Più Gettonata per una Vacanza

camper, vacanza, turismoLa crisi economica colpisce anche il settore del caravanning: comprare un veicolo ricreazionale è un investimento troppo impegnativo e gli appassionati delle vacanze en plein air optano per il noleggio di camper e caravan.
E’ quanto emerge dal Rapporto nazionale sul Turismo en plein air in camper e in caravan 2012, pubblicato in Italia per la prima volta grazie alla collaborazione di APC-Associazione Produttori Camper e Caravan.
Nel 2011 sono stati venduti un totale di 8.709 veicoli, di cui 7.010 camper (-7,2% rispetto all’anno precedente) e 1.699 caravan (-5,7%). Il business del caravanning continua in ogni caso a generare in Italia più di 600 milioni di euro di fatturato.
Il noleggio di camper rappresenta senza dubbio una risposta alla crisi, che permette di risparmiare sui costi di gestione senza rinunciare alle vacanze ecosostenibili.

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed