Mercoledi, 24 Ottobre 2018

Back Viaggi e Turismo Smarrimento Bagaglio: Cosa Sapere e Come Tutelarsi

Smarrimento Bagaglio: Cosa Sapere e Come Tutelarsi


smarrimento bagagli, viaggi, aeroporti

Lo smarrimento del bagaglio, soprattutto se avviene al termine del volo di andata di un viaggio, può essere un imprevisto davvero fastidioso. Eppure, complici la disorganizzazione di aeroporti e compagnie aree da un lato e dell’eccessivo numero di valigie imbarcate dall’altro, non si tratta di un’ipotesi tanto remota.
Se il nastro dei bagagli non vi consegna il vostro bagaglio la prima cosa da fare è visionare gli altri tapiroulant: la valigia infatti potrebbe essere finita per errore insieme a quelle dei passeggeri di un altro volo. Se, dopo esservi guardati intorno, non avete traccia della vostra valigia rivolgetevi all’Ufficio Oggetti Smarriti ( Lost & Found ) dell’aeroporto per segnalare l’accaduto. Vi verrà richiesto di compilare un modulo di reclamo chiamato P.I.R., cioè Property Irregularity Report nel quale dovrete specificare le caratteristiche distintive del bagaglio e un indirizzo di riconsegna (che può anche essere l’aeroporto stesso).

Al termine di questa formalità vi sarà assegnato un codice identificativo della pratica. Nel frattempo partirà la ricerca della valigia smarrita mediante il sistema di tracciamento World Tracer. Solitamente sul sito delle maggiori compagnie aree, inserendo i vostri dati, quelli del volo o il numero di pratica, è possibile avere notizie aggiornate sull’iter di ricerca.
Ma quanto bisogna attendere? Solitamente le pratiche sono piuttosto veloci: si tratta di un giorno o due al massimo.

Se (dopo tre giorni dall’arrivo a destinazione in caso di voli nazionali e dopo sette giorni in caso di voli internazionali) non vi è stato riconsegnata la valigia avete l’onere di inviare tramite raccomandata A/R una lettera di reclamo alla Compagnia Aerea indicando la lista di quanto contenuto nel bagaglio e allegando copia del biglietto aereo, della ricevuta del bagaglio rilasciata al check in e del modulo P.I.R. Può accadere però, soprattutto nel caso di scali molteplici, che la ricerca sia più complessa. Ufficialmente dopo 21 giorni lo smarrimento del bagaglio viene confermato a tutti gli effetti e quindi si attivano le pratiche di risarcimento.
Se prima di partire avete stipulato una polizza assicurativa che copre anche l’ipotesi di smarrimento bagaglio, leggete attentamente le condizioni per il diritto al risarcimento.
Iter analogo va seguito in caso di danneggiamento della valigia.
Il risarcimento presenta comunque dei limiti fissi: circa € 1.176 se la Compagnia Aerea ha aderito alla Convenzione di Montreal (si scende a circa 400 € in caso contrario). L’importo può essere superiore se, al momento del check in, è stata fatta una “dichiarazione di valore” del bagaglio, pagando una cifra aggiuntiva per imbarcarlo. L’ammontare del risarcimento può essere espresso in DPS, ossia il Diritto Speciale di Prelievo: questa misura corrisponde all’unità di conto convenzionale del Fondo Monetario Internazionale il cui valore (oscillante e consultabile sul Il Sole 24 Ore) dipende da un paniere di valute e dalla quotazione dell’oro.
E’ comunque consigliabile leggere i termini e le condizioni della Compagnia Area interessata perché in alcuni casi certi specifici oggetti sono esclusi dalla responsabilità della stessa.
I tempi di attesa per il risarcimento possono essere anche abbastanza lunghi: il termine massimo previsto per legge è di due anni dalla data di arrivo a destinazione.  
 
468x60 Trova offerte sotto 60 euro
RISORSE:

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed