Giovedi, 21 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Viaggi e Turismo Balneazione: gli Stati Europei con la Migliore Qualità Dell'Acqua

Balneazione: gli Stati Europei con la Migliore Qualità Dell'Acqua


cipro2006.gif

L'Unione Europea dispone di migliaia di siti di balneazione incantevoli presso laghi, fiumi e mari, ma non tutti offrono lo stesso livello di qualità delle acque. Per cercare di orientare al meglio turisti e cittadini residenti, l'Agenzia Europea dell'Ambiente (AEA) e la Commissione Europea hanno realizzato un utilissimo report dal titolo “European bathing water qualityEuropean
bathing water quality”, dove viene analizza la qualità dell'acqua di oltre 21 mila aree di balneazione nei 27 Paesi Membri dell'Unione Europea.
In generale il rapporto sottolinea che più del 90% delle aree di balneazione ha superato gli standard minimi previsti per la qualità dell'acqua. Nello specifico si tratta del 92,1% delle coste e del 90,2% dei siti di balneazione interni al territorio, mentre solo l'1,2% delle acque di balneazione costiere e il 2,8% di quelle interne sono risultate non idonee agli standard previsti. Risultati dunque positivi che, non nascondono il fatto che la qualità dell'acqua sia comunque peggiorata rispetto allo scorso anno e che quindi incitano a migliorare l'opera di monitoraggio, controllo ed intervento. Va detto che però, passi avanti nel medio lungo periodo ne sono stati compiuti, visto che il numero delle acque di balneazione costiere non conformi alle direttive è diminuito dalle 565 del 1990 (9,2% del totale) alle 173 del 2010 (1,2%). Mentre il numero di aree di balneazione interna non conformi agli standard è diminuito dall'11,2% del 1990 al 2,8% del 2010.
In generale il rapporto evidenzia che più della metà dei luoghi di balneazione costieri europei sono concentrati in Italia (regina d'Europa con il 33,7% del totale) e in Grecia (14,1%), mentre quasi la metà delle aree di balneazione interni sono distribuiti tra Germania (29.4 %) e France (20.1%). In generale il maggior numero di siti di balneazione sono concentrati in Italia, dove se ne contano quasi 5500 e in Francia , dove superano i 3300. Danimarca, Malta, Croazia e Grecia hanno il più alto numero di luoghi di balneazione per milione di abitanti (circa 200), mentre Italia e Belgio hanno la più alta densità di siti di balneazione costieri , con più di 6 ogni 10 km di costa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nella classifica della qualità delle acque di balneazione la spunta Cipro con il 100% dei siti balneazione conformi ai valori guida, segue la Croazia con il 97,3% e Malta con 95,4%. Completano la top ten la Grecia (94,2%), l'Irlanda (90,1%), la Bulgaria (85,1%), il Portogallo (83,9%), la Finlandia (83,8%), il Regno Unito (81,7%) e la Lettonia (80,9%).
L'Italia si piazza solo al 16° posto, con il 77,2% dei siti di balneazione che mostra un livello di qualità buono o ottimo e l'85% che supera comunque i livelli minimi previsti, mentre l'1,2% delle aree non è conforme. Il nostro Paese risulta essere però lo Stato membro con il maggior numero di siti di balneazione chiusi tra il 2009 e 2010, con 583 nel 2009 (su un totale europeo di 642) e 38 nel 2010 (su 150). Il Raffronto tra 2009 e 2010 dimostra comunque l'ottimo miglioramento compiuto dall'Italia.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
disparkys (365)disparkys
(365) by flickr

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed