Giovedi, 21 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Viaggi e Turismo Gli Italiani Al Mare: Ogni Estate Vengono Smarriti in Spiaggia Oggetti per 7 Milioni di Euro

Gli Italiani Al Mare: Ogni Estate Vengono Smarriti in Spiaggia Oggetti per 7 Milioni di Euro


spiaggia1007.gif

Sulle spiagge italiane, ogni anno, i bagnanti smarriscono oggetti e beni di ogni tipo, al punto che al termine della stagione si accumula un “tesoro” di ben 7 milioni di euro.
L’indagine in questione è stata condotta dalla rivista Vdg Magazine, su un campione di 200 lavoratori tra bagnini e gestori di stabilimenti balneari, i quali hanno evidenziato come ogni anno vengano abbandonati nei lidi non solo oggetti di scarso valore, quali ad esempio sandali, ma anche portafogli, occhiali, gioielli, oggetti tecnologici come cellulari e lettori musicali e molto altro ancora.
È proprio il portafoglio l’oggetto in assoluto più smarrito dai bagnanti (74%) seguito da occhiali (62%), teli mare (43%) e telefonini (42%). Ma anche le chiavi di casa o dell’auto sono spesso abbandonate presso i lidi (49%), e si può ben immaginare quali rischi possa comportare una dimenticanza di questo tipo.
I bagnini intervistati hanno sottolineato come non siano mancate denunce decisamente particolari: alcuni bagnanti hanno perduto addirittura il computer, altri il materassino, senza considerare le mamme che si sono rivolte al personale del lido per ritrovare il proprio figlio.
Il periodo della stagione in cui si verifica il maggior numero di smarrimenti è agosto, sia perché le presenze sulle spiagge sono più numerose e sia perché il caos aumenta la possibilità di perdere degli oggetti. Non a caso il periodo dell’estate in cui si smarriscono meno oggetti è la fine di giugno.
Alla luce di quanto affermato dai bagnini e dai gestori degli stabilimenti balneari, le località italiane le cui spiagge sarebbero più ricche di oggetti smarriti di ogni tipo sono la Riviera Romagnola (34%), la Versilia (19%), la Costa Smeralda (17%), l’Isola d’Elba (14%) e le Cinque Terre (13%).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Tra i momenti della giornata in cui si è maggiormente probabile dimenticare qualcosa, secondo gli intervistati, al primo posto si colloca la mattina (31%), ovvero il momento in cui si arriva al lido e ci si spoglia per prendere il sole, seguito dal classico temporale estivo (25%), il quale spinge i bagnanti a spostarsi dalla spiaggia in maniera repentina con il conseguente rischio di dimenticare qualcosa, e dalla sera, quando si recuperano tutti gli oggetti per fare ritorno a casa (24%).
Insomma, questi dati devono certamente rappresentare uno stimolo per tutti i cittadini a prestare massima attenzione quando si è in spiaggia, e soprattutto ad evitare di portare con se al mare degli oggetti di valore. (ANSA)

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
kennymatickennymatic by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed