Lunedi, 16 Luglio 2018

Back ECONOMIA Categorie Alimentari SPESA A KM ZERO: ACQUISTI PER 3 MILIARDI DI EURO IN UN ANNO CON UN RISPARMIO DEI COSTI DEL 30%

SPESA A KM ZERO: ACQUISTI PER 3 MILIARDI DI EURO IN UN ANNO CON UN RISPARMIO DEI COSTI DEL 30%


coldirettibancomatkm0.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Spesa a KM Zero: Acquisti per 3 Miliardi di Euro in un Anno con un Risparmio dei Costi del 30% | Coldiretti | Prodotti locali |

Ogni pasto che consumiamo percorre in media quasi duemila chilometri per arrivare sulle nostre tavole, utilizzando aerei, navi, camion mentre l'adozione di prodotti locali, di stagione e a km zero potrebbe permettere ad ogni famiglia di abbattere fino ad una tonnellata di emissioni di CO2 l'anno. A sostenerlo è la Coldiretti, alla presentazione della prima indagine sulla “Spesa a km 0 in Italia” in occasione della giornata mondiale dell’Onu dedicata all’ambiente, al Festival Internazionale dell'Ambiente organizzato insieme a Symbola -Fondazione per le Qualità Italiane.
In questa indagine indagine  sono emersi dati decisamente positivi per quanto riguarda il rapporto tra italiani e acquisti di prodotti a km zero. Il 41,4 % degli italiani ha fatto un acquisto di prodotti a km zero nell'ultimo anno, mentre la spesa complessiva ha superato i 3 miliardi di euro annui. In più l'85% degli italiani è convinto che gli acquisti a chilometri zero attraverso al vendita diretta e il consumo di prodotti locali e di stagione possano essere uno uno strumento efficace per combattere la moltiplicazione dei prezzi, tipici della filiera lunga della grande distribuzione.
Proprio il risparmio sui prezzi è al secondo posto tra le motivazioni di acquisto di prodotti a km zero (40%) mentre al primo posto prevale la genuinità dei prodotti (71%). Chiude con il 26% delle preferenze il gusto.
Decisamente ampia l'offerta di prodotti proposti grazia al contributo di ben 63mila imprese agricole, 18mila agriturismi, 500 mercati degli agricoltori di Campagna Amica e quasi 1200 distributori di latte fresco, facenti parte dell'universo dei produttori a km zero. Senza dimenticare il contributo apportato da ristoranti, mense, osterie, botteghe, consorzi agrari, cooperative, agriasili, vinerie, pescherie, pizzerie e gelaterie che hanno adottato la filosofia dei prodotti di stagione, locali e a km zero.
Al di là delle opinioni dei consumatori, Coldiretti fa sapere che il Progetto Km zero si pone l'obiettivo di avvicinare i cittadini alla produzione agricola tagliando le intermediazioni e riducendo le distanze, di modo da garantire effetti positivi sul piano economico, salutistico e ambientale. Secondo le stime della Coldiretti , il risparmio medio si attesta intorno al 30% del prezzo a parità di qualità, in più i prodotti alimentari freschi acquistati direttamente in azienda agricola (come frutta e verdura) possono durare fino ad una settimana in più rispetto a quelli acquistati dai canali tradizionali. Questo perché provengono direttamente dalle aziende limitrofe e non devono subire processi che compromettono la freschezza dei prodotti, come intermediazioni commerciali e conservazioni intermedie in luoghi di trasporto o magazzini.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Un conto è, insomma, comprare prodotti di stagione che provengono dalla zona ed un altro è acquistare, ad esempio, ciliegie provenienti dal Cile che, come ci indica la Coldiretti, devono percorrere quasi 12mila chilometri per raggiungere le nostre tavole, con un consumo di 6,9 kg di petrolio e l'emissione di 21,6 kg di CO2. La stessa cosa dicasi per i mirtilli argentini che arrivano da noi dopo un volo di 11mila chilometri, con un consumo di 6,4 kg di petrolio che liberano 20,1 chili di anidride carbonica. Gli esempi potrebbero essere diversi vista l'offerta di prodotti anche non stagionali nei supermarcati, ma il concetto di fondo rimane  cambiamenti climatici si possono combattere anche nel piatto. Sta a noi adeguare le nostre abitudini di consumo ad uno stile di vita più sostenibile, che , come abbiamo visto può anche comportare minor costi e maggior genuinità


IL BANCOMAT A KM ZERO
La crescita dei consumi a km Zero, viene favorita anche dal proliferare di nuove offerte ed esperienze ai consumatori. Oltre al crescere del numero degli esercizi commerciali che sposano la filosofia dei km zero, anche il nascere di esperienze alternative può aiutare la diffusione dei prodotti. La novità dell'Estate è sicuramente il “bancomat a Km zero”, un self service multifunzione, che rilancia l'idea dei semplici distributori di latte e formaggi, aggiungendo all'offerta anche, yogurt, marmellate, salumi, frutta, verdura e carne, tutti rigorosamente locali e a chilometri zero. Questi distributori lunghi poco più di quattro metri, conservano i prodotti a seconda della tipologia ad una temperatura intorno ai tre gradi
.

[Via: Coldiretti.itColdiretti.it ]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


RISORSE:

 

Spesa a KM Zero: Acquisti per 3 Miliardi di Euro in un Anno con un Risparmio dei Costi del 30% | Coldiretti | Prodotti locali |


CREDIT
Si ringrazia l'utente maistoramaistora di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Investimenti

investimenti

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed