Domenica, 18 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Carburanti BENZINA MENO CARA CON UN SMS

BENZINA MENO CARA CON UN SMS


Image

Ci siamo occupati spesso di tematiche relative al carobenzina, sia con analisi sulle problematiche del sistema distributivo italiano.  sia proponendo alcune soluzioni per risparmiare qualcosa sul pieno. Oggi voglio tornare sull'argomento per illustrare un'ottima iniziativa, presentata qualche giorno fa a Roma da Faib Confesercenti, Figisc Confcommercio e Fegica Cisl in accordo con Himin holding. "Clic&Clic Fuel", questo è il nome del progetto, sorge in un periodo in cui il greggio ha toccato i suoi massimi storici, sfiorando la cifra record di 100 dollari al barile, con ripercussioni pesanti sui prezzi dei carburanti alla pompa. Ma come funziona questo "Clic&Clic Fuel" ? Il sistema è semplicissimo: quando si vuole far rifornimento, basta mandare un sms al numero del servizio (48472) indicando benzina o diesel e l'indirizzo in cui ci troviamo. Un sms ci avviserà circa la posizione dei distributori, i prezzi praticati ed eventuali  offerte  commerciali dei punti vendita. Il servizio fornisce anche indicazioni circa la compagnia più vicina, per cui, se stiamo raccogliendo i punti di una determinata marca, oppure abbiamo accordi aziendali con una certa compagnia, non dovremo far altero che affiancare a benzina o diesel il nome della compagnia ricercata ( agip, erg, esso, etc etc). Il servizio è attivo in ogni zona d'Italia,  autostrade incluse ad un costo variabile a seconda del proprio operatore telefonico.

Collegamenti Sponsorizzati

TIM

  • Sms inviato      : 12.4 centesimi di Euro (iva inclusa)
  • Sms ricevuto    : 15 centesimi  (iva inclusa)

VODAFONE

  • Sms inviato      : Costo variabile in base al proprio profilo
  • Sms ricevuto    : 16 centesimi  (iva inclusa)

WIND

  • Sms inviato      : 12.4 centesimi di Euro (iva inclusa)
  • Sms ricevuto    : 15 centesimi  (iva inclusa)

Insomma, si semplifica notevolmente la vita dell'utente, ma soprattutto si risponde ad un'esigenza primaria dei consumatori, spesso e volentieri è disattesa dai principali distributori di carburante, ovvero la trasparenza! Impegno che si è assunto in prima persona anche il presidente della Faib-Aisa Confesercenti, Martino Landi, che, attraverso questo servizio, intende garantire trasparenza e stimolare la concorrenza, nonché ovviamente contrastare l'ormai inarrestabile caro-petrolio, il tutto nella speranza di venire incontro ai cittadini utenti in un periodo di grande crisi del potere di acquisto delle famiglie. Speriamo solo che misure come questa non vengano vanificate da un livellamento dei prezzi verso l'alto da parte dei distributori.


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed