Giovedi, 21 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori COME TI AMMAZZO IL CALDO IN DIECI MOSSE

COME TI AMMAZZO IL CALDO IN DIECI MOSSE


Image
Image
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

E' scoppiato il gran caldo e il mio cervello comincia a perdere gli ultimi colpi, già mi immagino la puntata di oggi di studio aperto, interamente dedicata all'allarme caldo, con collegamenti multipli e ripetuti in ogni città italiana per sapere se i gelati riescono a quietare i bollori della gente. L'oggetto del desiderio in queste lunghe giornate afose, per chi come il sottoscritto, vive in zone dimenticate da Dio, è il condizionatore. Forse questo non è il periodo più giusto per acquistarlo, visto che, i venditori "fiutano" la disperazione di chi compra anche a distanza, ma tant'è, se non si resiste più è meglio ascoltare i consigli fidati di chi non ti vuole convincere all'acquisto. A questo ci ha pensato l'AdocAdoc (l'associazione per la difesa ed orientamento dei consumatori) che ha stilato un decalogo per chi acquista un condizionatore.

Collegamenti Sponsorizzati
 

I consigli proposti permettono di acquistare il condizionatore in modo consapevole evitando le classiche fregature del tipo,:"Guardi il modello di condizionatore che voleva lei, lo abbiamo finito, ma questo con le pale che girano è uguale".  Tra questi consigli, oltre alla preferenza del periodo invernale come momento d'acquisto, l'Adoc consiglia di privilegiare i modelli split che, a parità di prestazioni (in termini di refrigerio ceduto), consumano di meno, soprattutto quelli dotati di alimentazione ad inverter. Consiglia ancora di verificare nei manuali, il coefficiente di rendimento (cop), più questo valore è alto, più l'impianto è economico, altri consigli rimandano, poi, alla verifica della presenza dei marchi di sicurezza, che attestano la rispondenza dell'apparecchio alle norme nazionali ed europee. Per gli altri consigli vi rimando alla lettura del documento ufficialedocumento ufficiale, mi soffermo solo su un punto, che non fa parte del decalogo ma è molto importante. Si dice spesso che tra i soggetti più a rischio, ci sono gli anziani e allora perché invece che dare banali consigli tipo, "non uscite nelle ore più calde", quasi a considerare gli anziani degli idioti, non si fa qualcosa di più concreto? L'adoc ci prova, chiedendo, per bocca del presidente dell'associazione Pileri, al ministero della Salute e al governo "di porre in essere incentivi fiscali per gli anziani ultrasettantacinquenni che acquisteranno condizionatori per la casa di residenza nonché  sgravi totali fiscali sulle bollette della luce dei mesi di luglio e agosto se gli intestatari delle bollette sono le stesse persone anziane". L'appello di Pileri continua verso le società che gestiscono il servizio: "Anche le società dell'energia elettrica - conclude Pileri - devono fare la loro parte: esentare dalle spese fisse mensili (canone) le bollette dei titolari anziani per gli stessi mesi di luglio e agosto. Già questi impegni potrebbero garantire un'estate più serena a diverse migliaia di cittadini di età avanzata, evitando il rischio di trovarsi di nuovo a commentare dati tragici". L'idea è assolutamente lodevole e garantirebbe un po' di respiro ad una categoria spesso dimenticata come quella degli anziani, eventualmente si potrebbe anche predisporre un opuscolo per informare gli anziani, appunto, circa un utilizzo ragionevole del condizionatore, per evitare contraccolpi fisici. Staremo a vedere, intanto l'ora di studio aperto si avvicina!


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed