Martedi, 21 Maggio 2019

Back ECONOMIA Categorie Consumatori DECRETO INCENTIVI 2010: RISCHIO ESAURIMENTO FONDI E FREGATURE PER I CONSUMATORI

DECRETO INCENTIVI 2010: RISCHIO ESAURIMENTO FONDI E FREGATURE PER I CONSUMATORI


Incentivi2010ressa.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Decreto Incentivi 2010: Rischio Esaurimento Fondi e Fregature per i Consumatori | Cucine | Elettrodomestici | Motocicli |

Abbiamo visto nei giorni scorsi in cosa consiste il decreto incentivi 2010decreto
incentivi 2010, quali settori interesserà e i primi commenti delle associazioni dei consumatori e di categoria coinvolti dalle misure del governo. Oggi vogliamo vedere un po' più nel dettaglio come muoverci per poter trarre il massimo vantaggio da questi sconti. Due le cose da tenere a mente: gli incentivi scatteranno il 6 aprile e il meccanismo dei fondi è ad esaurimento. Questo significa che a partire dal 6 aprile i fondi per ogni settore andranno via via esaurendosi, premiando i consumatori che si muoveranno per primi. Le modalità di richiesta degli sconti sono già state delineate, almeno in linea di massima e prevedono che i consumatori richiedano direttamente a rivenditori la possibilità di accedere agli incentivi. Saranno poi gli stessi rivenditori a dover verificare la disponibilità dei fondi ad un call center predisposto da Poste Italiane. Questo meccanismo “a semaforo” ha suscitato qualche critica  da parte delle associazioni dei consumatori soprattutto in ragione del fatto che l'esiguo ammontare dei fondi stanziati provocherà (probabilmente) una ressa di richieste nei primi giorni rischiando di creare più di qualche problema agli stessi consumatori. In più il fatto che il call center di Poste Italiane venga attivato negli ultimi giorni potrebbe generare ulteriori problemi anche per ciò che riguarda i rivenditori. Il rischio, ben individuato da AdiconsumAdiconsum è che il consumatore, spinto anche da alcune pubblicità dei commercianti, si affretti ad acquistare il bene con la promessa del bonus, per poi scoprire ad acquisto fatto che non è rientrato nei benefici. Il consiglio dell'associazione, è perciò quello di prenotare il bene che si intende acquistare, confermando l'acquisto solo dopo aver accertato l’accoglimento della domanda di bonus da parte di Poste Italiane. Adiconsum ricorda anche che vigilerà sui comportamento dei commercianti e si dichiara pronta a segnalare all’Autorità Antitrust, eventuale pratiche commerciali scorrette.

Collegamenti Sponsorizzati

Adiconsum ha provveduto anche a calcolare il numero di consumatori che beneficeranno degli incentivi, ovvero il 2-3% famiglie, cioè circa 500.000 così distribuiti:
Decreto Incentivi 2010: Rischio Esaurimento Fondi e Fregature per i Consumatori | Cucine | Elettrodomestici | Motocicli |
  • cucine componibili complete di elettrodomestici: circa 120.000 famiglie
  • elettrodomestici: circa 330.000 famiglie
  • nautica da diporto: circa 33.000 consumatori
  • motocicli: circa 40.000 consumatori

Sempre sul fronte due ruote il consiglio che arriva dagli esperti del settore è quello di correre, visto che dati alla mano gli incentivi potrebbero durare solo due settimane. A rivelarlo è il direttore del settore Moto di Confindustria AncmaAncma (l'Associazione nazionale ciclo motociclo accessori), Paolo De Viti che ha incrociato i dati di vendita con l'ammontare dei fondi stanziati dal governo. I numeri dicono che ad aprile 2008 e 2009 sono stati venduti circa 48 mila veicoli. Ora partendo dal prezzo medio dei motocicli interessati dal provvedimento, pari a 4mila euro e ipotizzando lo sconto del 10% previsto dagli incentivi, otteniamo uno sconto medio di 400 euro. Ciò significa che i 10 milioni di euro messi sul tavolo del governo potrebbero interessare una media di circa 25 mila pezzi. Il che corrisponde alla metà, più o meno di quanto si è venduto nel mese di aprile negli scorsi due anni, di lì l'ipotesi di esaurimento in due settimane. Una stima addirittura inferiore (poco più della metà) di quanto previsto da adiconsum per lo stesso settore.
    CondividiCondividi

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

 


BOX INCENTIVI:

 

 

RISORSE:

 




blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed