Mercoledi, 13 Dicembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Consumatori GIUSTIZIA: CONCILIAZIONE OBBLIGATORIA PER LE CONTROVERSIE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE

GIUSTIZIA: CONCILIAZIONE OBBLIGATORIA PER LE CONTROVERSIE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE


conciliazionebancaria.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Giustizia: Conciliazione Obbligatoria per le Controversie Bancarie, Finanziarie e Assicurative | Mediatore | Consumatori |

La conciliazione è uno strumento molto interessante che più volte abbiamo affrontato nei nostri articoli. Sostanzialmente si tratta di un procedimento attraverso il quale le due parti di una controversa trovano (o tentano di trovare) un accordo grazie alla presenza di una terza figura, definita conciliatore. L'importanza di questo strumento riguarda due ordini di grandezza principali. La possibilità di trovare un accordo senza il ricorso alle vie legali e la brevità del “processo” di conciliazione rispetto ai tempi medi di una causa civile. Altri elementi fondamentali sono l'economicità del procedimento e la possibilità di poter ricorrere comunque alle vie giudiziali qualora non si riesca a trovare un accordo tra le parti. Abbiamo visto recentemente come la legislazione in materia di controversie civili e commerciali spinga,anche con agevolazioni economiche il ricorso alla conciliazionericorso
alla conciliazione. Oggi torniamo a parlare delle controversie commerciali per annunciare che la conciliazione diverrà obbligatoria nel 2011, per le contese che riguardano contratti bancari e finanziari ma anche contratti assicurativi, liti condominiali, successioni, controversie sugli affitti, risarcimenti danni per responsabilità medica, diffamazione mezzo stampa etc etc. Nello specifico questo genere di controversie commerciali e civili passeranno prima dal conciliatore che avrà 4 mesi di tempo per trovare un accordo tra le parti. Dopodiché si seguirà l'iter ordinario che porta le parti in tribunale.
L'argomento è stato oggetto di un'interessante conferenza, organizzata dal Conciliatore Bancario e Finanziario, alla presenza dei rappresentanti del sistema finanziario, degli ordini professionali e dei consumatori, alla Università Luiss. Durante la conferenza, dal titolo: “La mediazione delle controversie in materia di servizi bancari e finanziari tra legge e autonomia privata, con particolare riferimento alle clausole contrattuali” il presidente del Conciliatore BancarioFinanziario, Corrado Conti, ha sottolineato l'importanza dello strumento Conciliazione. Questo processo innovativo provocherà, infatti, una profonda trasformazione sul modo stesso nel quale i cittadini si pongono di fronte al “sistema giustizia”. L'eccesso di ricorso ai tribunali è un problema della giustizia italiana, soprattutto in relazione alcune tipologie di processi che potrebbero essere risolti in via stragiudiziale. Di qui l'importanza della Conciliazione che interverrà per modificare l'idea comune tra i consumatori che per avere giustizia sia necessario per forza di cose passare per un tribunale, quando invece molte delle liti sono conciliabili da un terzo estraneo che medii le due posizioni.
Il consumatore potrà' così far valere le proprie ragioni dinanzi a un mediatore professionista esterno al mondo finanziario, ovvero un avvocato, commercialista, notaio, o qualsiasi altra figura iscritta in un organismo specifico controllato dal ministero della Giustizia. Il conciliatore non è un giudice e non emette sentenze, ma rappresenta una figura di mediazione tra le parti, per cercare di favorire un accordo. Fino ad oggi, fa sapere Il Conciliatore Bancario e Finanziario, dal 2007 sono state circa 800 le istanze di conciliazione presentate, nel 94% dei casi l'esito e' stato positivo perché' le parti hanno trovato un accordo.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Giustizia: Conciliazione Obbligatoria per le Controversie Bancarie, Finanziarie e Assicurative | Mediatore | Consumatori |

CHI È IL CONCILIATORE BANCARIO FINANZIARIO

E' un'associazione senza scopo di lucro, nato da un'iniziativa promossa da alcuni istituti di credito, per dare alla propria clientela un servizio rapido ed efficiente alternativo alla procedura giudiziaria. L'associazione attiva dal 2007 ha allargato sempre di più il numero di soggetti coinvolti,tanto che al 2010 aderiscono al conciliatore Bancario Finanziario 1280 Associati: 1272 tra banche ed intermediari finanziari, Poste Italiane (per quanto riguarda Bancoposta) , Afin, Assifact, Assilea, Assofin, Federcasse e UFI.
Tre sono le funzioni svolte da questa Associazione:
  • Decidere nei confronti di una banca o di un intermediario finanziario fino a 100 mila euro ricorrendo all’Ombudsman - Giurì bancario (questa funzione termina con un giudizio)
  • Conciliare le parti per raggiungere un accordo, qualunque sia  il valore della controversia
  • Mettere a disposizione tutto ciò che occorre per un arbitrato, sempre su richiesta specifica delle parti.
    CondividiCondividi
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed