Giovedi, 19 Ottobre 2017

Back ECONOMIA Categorie Consumatori I CONSUMI A NATALE SONO STATI INFERIORI ALLE STIME, I SALDI NON RIUSCIRANNO A RILANCIARE LA DOMANDA

I CONSUMI A NATALE SONO STATI INFERIORI ALLE STIME, I SALDI NON RIUSCIRANNO A RILANCIARE LA DOMANDA


previsaldifedercon2912.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

I consumi per la festività di Natale sono stati ancora ancora peggiori delle stime effettuate in precedenza, nonostante quest'ultime non fossero certo  floride. Lo riferisce l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori dell’omonima associazione, per la quale le spese degli italiani sono state di poco inferiori ai 5 miliardi di euro, a fronte dei 5,5 miliardi di euro previsti nel periodo pre-natalizio. Il dato è ancor più preoccupante se raffrontato ai consumi relativi al periodo di Natale 2009, dal momento che si è registrato un calo pari al -12%.
Tra i settori che meglio hanno resistito all’evidente crisi economica, si segnala quello dell’editoria, con un trend stabile, e quello dell’elettronica di consumo, che ha registrato un aumento del +1% (comunque inferiore rispetto alle attese, visto che la stima per questo settore era stata infatti del +3%). Sono invece diminuiti i consumi relativi al settore abbigliamento e calzature, con un -14% rispetto al 2009, il settore mobili, arredamento per la casa ed elettrodomestici con un -21%, la profumeria e la cura della persona con -9%, il settore giochi, giocattoli e sport con -2% ed anche il settore alimentare con la stessa percentuale.
A fronte di un calo dei consumi così evidente e certamente dannoso per il rilancio dell’economia, Federconsumatori auspica un inizio anticipato dei tradizionali saldi. Anche sui saldi però le previsioni dell’associazione non sono molto floride, con appena il 45% delle famiglie che acquisterà prodotti in saldo saldo e sebbene siano numerosi i cittadini che hanno scelto di posticipare i loro acquisti appunto durante il periodo dei saldi, il business dei commercianti durante i saldi dovrebbe comunque registrare un andamento negativo rispetto allo scorso anno.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti previsto consumi complessivi durante il periodo dei saldi pari a 3 miliardi di euro, con una riduzione del giro d’affari che oscilla tra il 2% ed il 3% rispetto al 2009. In media le famiglie italiane spenderanno durante i saldi 277 euro, precisamente 104 euro pro capite.
L’inizio dei saldi, dunque non sembra assolutamente in grado di rilanciare la domanda interna; per favorire i consumi Federconsumatori sottolinea come prezzi e tariffe dovrebbero subire un ridimensionamento pari a circa il 20%, e le famiglie a reddito fisso dovrebbero usufruire di una detassazione pari ad almeno 1.200 euro annui. Condizioni senza le quali, riferisce l'associazione, difficilmente si riuscirà a ritornare a livelli dei consumi pre-crisi.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente Mr BrussUillisMr
BrussUillis di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed