Mercoledi, 24 Ottobre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori IL DECRETO MILLEPROROGHE DIVENTA LEGGE: ECCO LE PRINCIPALI NOVITA'

IL DECRETO MILLEPROROGHE DIVENTA LEGGE: ECCO LE PRINCIPALI NOVITA'


grimaldello1000.gif
Il Decreto Milleproroghe Diventa Legge: Ecco le Principali Novità | Senato | Scudo fiscale | Consumatori |

Con l'approvazione al senato con 134 voti a favore, 99 contrari e 4 astenuti il decreto Milleproroghe è finalmente diventato legge. Diverse le novità approvate, alcune delle quali non mancheranno di suscitare polemiche soprattutto tra le associazioni dei consumatori. Vediamo punto per punto quali sono le  principali novità entrate in vigore


SCUDO FISCALE

Sono stati riaperti i termini dello scudo fiscale, con una nuova finestra temporale (30 dicembre – 30 aprile 2010) entro la quale poter effettuare le operazioni di emersione. Cambiano le imposte sostitutive, definite al 6% per le operazioni concluse entro il 28 febbraio e al 7% per quelle effettuate dal 1° marzo fino al 30 aprile. Il governo entro il 15 giugno,per voce del Ministero dell'economia farà pervenire una relazione definitiva sul numero di operazioni di rimpatrio perfezionate in questo periodo.

 

STUDI DI SETTORE
Per tener conto degli effetti della crisi economica si è deciso che la pubblicazione degli studi di settore sulla Gazzetta Ufficiale avverrà (nei prossimi due anni di imposta) entro il 31 marzo 2010 e 31 marzo 2011


CINQUE PER MILLE

Viene prorogato al 30 aprile 2010 il termine entro cui le associazioni no profit possono consegnare l'integrazione documentale o le autocertificazioni per l'assegnazione dei fondi relativi agli anni 2006, 2007 e 2008.


ABRUZZO

Vengono Sospesi fino al 30 giugno 2010 i versamenti tributari, nonché i contributi previdenziali e assistenziali e i premi Inail.  


FRONTALIERI

Viene confermata anche per il 2011 in 8mila euro il limite no tax entro il quale i redditi prodotti da lavoro dipendente svolto all'estero, in zone di frontiera, in modo esclusivo e continuativo, non saranno tassati. Sarà tassata solo la parte eccedente


FONDI TERRITORIALI STRAORDINARI

Vengono stanziate riorse per il coni e protezione civile (8 milioni). Un milione di euro viene messo a disposizione di Pietralcina (la Città di Padre Pio) e per Sanremo. Vengono inoltre  Sbloccati a marzo i pignoramenti per le regioni sottoposte a piani di rientro nella sanità (ovvero con i conti della sanità in rosso).



SCUOLA E UNIVERSITA'

Definita la norma “salva-precari” della scuola. Anche per il prossimo anno i lavoratori precari della scuola verranno impiegati con precedenza assoluta per le supplenze brevi. Vengono sbloccate le assunzioni negli atenei con bilanci 2009 in regola.


DONAZIONE DI ORGANI

Si è deciso di rendere facoltativa sulla carta di identità elettronica l'indicazione del consenso o meno alla donazione di organi.



PICCOLA PROPRIETÀ CONTADINA

Vengono confermate per il 2010 le agevolazioni per la piccola proprietà contadina: imposte di registro e ipotecaria in misura fissa (168 euro ciascuna) e imposta catastale all'1%, e onorari ai notai ridotti al 50%, sull'acquisto di terreni da parte di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. Le agevolazioni decadono se entro cinque anni i terreni sono venduti o non vengono più coltivati o condotti direttamente.


ZONE FRANCHE

Vengono confermatele agevolazioni alle piccole imprese e micro imprese nelle aree individuate zone franche urbane. Il tetto massimo di spesa è fissato a 50 milioni di euro all'anno per il 2008 e il 2009.

 

Collegamenti Sponsorizzati

BENZINAI

Prorogate per i periodi d'imposta 2009 e 2010 le deduzioni forfetarie dal reddito d'impresa per gli esercenti impianti di distribuzione di carburanti.


SFRATTI 

Viene Prorogata fino al 31 dicembre 2010 la sospensione delle procedure di sfratto nei confronti di particolari categorie sociali disagiate.


MANIFESTI ELETTORALI

Confermata la pessima abitudine di condonare gli abusi nella campagna elettorale. Nuovo mini-condono per chi vorrà sanare una o più violazioni per i manifesti elettorali abusivi: bastano mille euro a provincia per chi imbratta e sporca la città


TAGLIO DELLA SPESA PUBBLICA

Il personale della pubblica amministrazione verrà tagliato del 10% (escluse alcune categorie come i magistrati, la polizia penitenziaria o le forze armate e vigili del fuoco). Giro di vite anche per la Presidenza del Consiglio.



CONTRIBUTI E TAGLI ALL'EDITORIA

Viene ripristinato il diritto soggettivo ai contributi per giornali di partito, cooperative e testate no profit ma vengono tagliati i contributi su radio e tv locali e nazionali e sui giornali delle associazioni dei consumatori. Taglio dei fondi per le spese elettriche e per gli abbonamenti alle agenzie. Tagliate del 50% anche le risorse all'editoria all'estero.


Quest'ultimo punto ha scatenato le reazioni delle associazioni dei consumatori. “Il taglio ai contributi per l'editoria destinati ai giornali dei consumatori è una vergogna bipartisan” hanno dichiarato i presidenti di Adoc e Adiconsum , “ il Parlamento ha nuovamente voltato le spalle ai consumatori”. Il taglio dei fondi del 60% per l’editoria dei consumatori, fa sapere l'AdocAdoc, impedirà di proseguire nell’azione di informazione, di verifica e di denuncia, fin qui svolta nell'interesse dei consumatori.
[Via: NuovoFiscoOggiNuovoFiscoOggi, ilSole24oreilSole24ore, Senato.itSenato.it] CondividiCondividi



CREDIT
Si ringrazia l'utente robertdxrobertdx di flickr per l'immagine

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed