Mercoledi, 24 Gennaio 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori ISTAT: CALANO ANCORA I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE, SI RISPARMIA ANCHE SUGLI ALIMENTARI

ISTAT: CALANO ANCORA I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE, SI RISPARMIA ANCHE SUGLI ALIMENTARI


caloconsumiistat09.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Istat: Calano Ancora i Consumi delle Famiglie Italiane, si Risparmia Anche sugli Alimentari | Spesa Media | Consumatori |

Il calo dei consumi delle famiglie italiane si fa sempre più accentuato; è quanto emerge inequivocabilmente dall’ultima indagine dell’Istat che relativamente all’anno 2009 ha registrato delle ulteriori diminuzioni per quanto riguarda le spese da parte delle famiglie. Rispetto al 2008, infatti, i consumi delle famiglie italiane hanno fatto registrare nello scorso anno un calo pari all’1,7%, con una spesa media per nucleo familiare pari a 2.442 euro al mese; particolarmente significativo anche il valore mediano, ovvero la cifra al di sotto della quale si colloca la metà delle famiglie italiane: 2.020 euro di spesa mensile. Il calo più evidente si è registrato per quanto riguarda le spese relative ai generi alimentari, un dato opposto al trend riscontrato nel 2008, quando questo settore aveva conosciuto un lieve aumento principalmente per via dell’inflazione che aveva caratterizzato il settore. A calare non è stata esclusivamente la quantità dei generi alimentari acquistati, ma anche la qualità: ben il 35,6% delle famiglie censite ha dichiarato di aver fatto delle rinunce sotto entrambi gli aspetti, il 63% dichiara di aver diminuito solo la qualità, mentre il 15% ha optato per alimenti di qualità inferiore. Hanno registrato cali significativi molti generi alimentari di largo consumo, quali pane, cereali, oli, frutta, ortaggi, zucchero, caffè.
Il calo più evidente del consumo di oli e grassi si è registrato nelle zone del Nord, mentre al Sud la contrazione è stata ben più forte ed ha riguardato un numero più vaso di generi alimentari quali zucchero, caffè, bevande, pane, cereali ed altro ancora; il calo dei consumi di genere alimentare ha registrato nel Mezzogiorno una diminuzione di 19 euro mensili per famiglia rispetto all’anno 2008.
Per quanto riguarda le spese extralimentari, i cali medi dei consumi sono stati meno accentuati, e la media di spesa delle famiglie italiane è fissa a 1.981 euro mensili. Diminuiscono i consumi per quanto riguarda la comunicazione, i tabacchi ed i servizi sanitari (questi ultimi, in maniera particolare al Nord).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Gli unici aumenti di rilievo si sono registrati relativamente ai consumi di combustibili ed energia; su questo dato tuttavia ha sicuramente influito una stagione invernale in molte regioni più rigida e più lunga rispetto a quella del 2008.
In generale, il calo dei consumi più evidente si è registrato relativamente alla fascia di popolazione con livelli di spesa medio-alti; dunque numerose famiglie hanno necessariamente dovuto rivedere il proprio tenore di vita all luce della situazione economica.
Si tratta di dati particolarmente negativi per l’economia nazionale, indicativi non soltanto di una minore disponibilità economica da parte delle famiglie, ma anche di una maggiore propensione al risparmio dettata dalle condizioni di crisi generale ed anche, certamente, da un mercato del lavoro in cui imperversano disoccupazione e precariato. Questi i dati relativi alla disoccupazione nel 2009disoccupazione nel 2009 e alla cassa integrazione del primo trimestre 2010cassa integrazione del primo trimestre 2010 .
Il calo dei consumi è un dato allarmante in quanto implica una diminuzione dei profitti delle aziende, degli investimenti e dunque, di conseguenza, anche di posti di lavoro; per superare crisi, l’Italia deve assolutamente uscire da questo circolo vizioso.

  [Via: Istat.itIstat.it ]


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:



CREDIT
Si ringrazia l'utente Mick 0Mick
0 di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed