Mercoledi, 19 Settembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Consumatori Tariffe Notarili: Notai Spesso Oltre i Limiti di Legge e Poco Trasparenti

Tariffe Notarili: Notai Spesso Oltre i Limiti di Legge e Poco Trasparenti


quadroilnotaio.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

In questi ultimi due anni soprattutto i notai hanno cercato molto di migliorare la propria proiezione sociale, con una serie di iniziative e accordi molti interessanti. Ricordiamo ad esempio la serie di consulenze gratuiteconsulenze
gratuite promosse dal Notariato in favore dei cittadini, o ancora l'accordo sottoscritto col Ministero della Gioventùaccordo
sottoscritto col Ministero della Gioventù per favorire le informazioni per i giovani, senza dimenticare l'ottima collana delle guide utiliguide utili sui temi più comuni connessi alla compravendita di abitazioni. Nonostante tutto questo sforzo la figura del notaio rimane sempre vista con un po' di diffidenza, vuoi perchè per alcune vicende della vita è obbligatoria, vuoi perchè nell'immaginario collettivo le tariffe di questi professionisti sono sempre troppo alte. Ma è veramente così?
Va detto che il notaio ha un tariffario professionale, approvato dal decreto del Ministero della Giustizia del 27 novembre 2001, che stabilisce le tariffe a seconda delle prestazioni effettuate. Tuttavia tale tariffario non è propriamente di semplice comprensione per i non addetti ai lavori. E allora come si comporteranno all'atto pratico i notai?
Ha provato a dare una risposta a questa domanda l'associazione dei Consumatori, Altroconsumo, con una delle sue solite inchieste a sorpresa, in cui, questa volta, ha confrontato i servizi di 22 professionisti in 7 differenti città (Torino, Milano, Padova, Roma, Bari, Napoli e Palermo). Vediamo come è andata.
La maggioranza dei notai intervistati, nello specifico 14 su 22, ha sforato le tariffe massime previste per legge. Due notai romani hanno superato i limiti di legge del 58%, presentando un preventivo di quasi 1200 euro superiore ai massimi consentiti. La richiesta dell'associazione ai notai riguardava il rogito per l’acquisto della prima casa in contanti, senza dunque la complicazione del mutuo. Gli emissari dell'associazione si sono presentati all'appuntamento con i notai, con tutti i documenti necessari, tra cui la visura dell'immobile per poter fornire il valore delle rendita catastale (sulla quale si calcolano le imposte). Veniva poi fornito al professionista di turno anche il valore del prezzo di acquisto. In questo caso, ricorda Altroconsumo, la tariffa massima cresce gradualmente con l’aumentare del valore dell’atto, ovvero il prezzo di acquisto della casa. Già qui sono comparsi alcuni dubbi, infatti, mentre la maggior parte dei notai (13 su 22) si sono offerti di fornire prontamente un preventivo dettagliato in cui venivano spiegate le singole voci, altri hanno indicato solo il valore complessivo, o si sono limitati a distinguere l’onorario dal totale.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Secondo l'associazione inoltre i Notai sono restii a rilasciare preventivi scritti, preferendo dettare i dati a voce o chiedendo ai clienti di prendere loro appunti. In un caso poi, un notaio romano ha richiesto 50 euro per fornire il preventivo, che invece va rilasciato gratuitamente.
Venendo alle differenze tra i compensi richiesti e quelli massimo previsto per legge, Altroconsumo segnala divari nell'ordine di diverse centinaia di euro, non proprio bruscolini. Oltre al caso romano dei 1200 euro in più, si segnalano due richieste da parte di due notai napoletani che hanno sforato il limite di 656 e di 612 euro. Ma qualcuno è stato anche promosso dall'associazione come un un notaio di Palermo e un altro di Torino, che hanno scontato i massimi previsti dalla legge del 18%.
La speranza è che questo genere di anomalie raggiunga presto le orecchi del consiglio nazionale del notariato

[Via: AltroconsumoAltroconsumo ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Carburanti

benzina

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed